L’inaugurazione del municipio di Ramiseto è stata una festa

Alla fine il tempo ha tenuto e ieri (sabato), a Ramiseto è andata in scena l'inaugurazione del municipio.

Una struttura completamente rinnovata e ricca al proprio interno di servizi rivolti ai cittadini.

Ricordiamo che l'importo dell'intervento è stato di 460.000,00 euro. Il contributo è stato erogato dalla Regione Emilia Romagna con fondi statali o.p.c.m 3744/2099 relativi ai danni del terremoto del 23 dicembre 2009.

Davanti ad un pubblico attento sono stati molti gli interventi previsti in scaletta, a cominciare dal sindaco Antonio Manari che ha ricordato l'impegno dell'amministrazione comunale e i servizi che sanno erogati, il dottor Mirko Pinotti direttore delle cure primarie (medici di base) che ha confermato la presenza dei quattro medici di base nel territorio del comune, oltre all'arrivo del nuovo medico a Ramiseto a partire da giugno.

A seguire gli interventi della deputata Antonella Incerti, Wassili Orlandi per l'Auser che ha annunciato l'intenzione di realizzare un'università del tempo libero aperta a tutte le età, il vice sindaco Martino Dolci che all'epoca del suo mandato come sindaco di Ramiseto ha "portato a casa" i fondi necessari. Dolci nel corso del suo intervento ha ringraziato l'assessore Paola Berti per il grande impegno profuso nelle due settimane precedenti l'inaugurazione relativamente all'allestimento degli spazi comunali.

Il geometra Gianfranco Azzolini responsabile unico del procedimento, nel suo intervento ha ricordato e ringraziato tutte le persone che hanno lavorato al progetto, l'ingegner Giovanni Ilariucci progettista, l'ingegner Passerella della Regione, l'ingegner Brunelli dell'agenzia di protezione civile, l'ingegner De Simone del servizio tecnico di Bacino di Reggio Emilia, l'architetto Patrizi del servizio tecnico di Bacino di Parma, l'architetto Bonassisa della soprintendenza di Bologna, oltre alle imprese che hanno operato, la ditta appaltatrice ABE di Salerno, Eletroart 2 per gli impianti, Briselli Edilizia per le forniture, la falegnameria Leoncelli Fabio per la realizzazione delle porte, Boraschi case in legno per la copertura, l'impresa Mongigoli per la pavimentazione esterna in pietra, la ferramenta "Il Crinale" per le forniture, la Fermental per le opere del fabbro e poi naturalmente i colleghi tecnici e amministrativi che hanno dato un importante aiuto, il personale salariato del Comune (Moreno, Juri, Davide, Manuel, Fabio, Simone, Vittorio) grazie al quale è stato fatto il trasloco, oltre a Romana Piacentini addetta alla Biblioteca.

Per finire l'assessore regionale Paola Gazzolo, che insieme a Marco Barbieri al tempo consigliere in Regione si sono prodigati per consentire la realizzazione del progetto.

Oltre ai cittadini erano presenti gli Alpini, il Presidente del Parco Nazionale Fausto Giovanelli, i Sindaci di Carpineti e Vetto Borghi e Ruffini, il Presidente della Croce Verde Altoappennino Franco Correggi.

(Ornella Coli)

 

Agenzia Redacon ©
E' vietata la riproduzione totale o parziale e la distribuzione con qualsiasi mezzo delle notizie di REDACON, salvo espliciti e specifici accordi in materia e con citazione della fonte. Violazioni saranno perseguite ai sensi della legge sul diritto d’autore.

4 Commenti

  1. Molto bello il municipio rinnovato, un plauso a tutti coloro che hanno partecipato, menzione speciale all’assessore Paola Berti, sempre presente e disponibile.

    Sara M.

    Rispondi
  2. Segno che la realtà politica della montagna, nonostante le difficoltà che l’attanagliano, riesce comunque a svolgere nel bene il suo lavoro. I miei profondi ringraziamenti alla giunta, che ha dato prova di saper adempire il proprio compito e di essere produttiva. Saluti e ancora grazie al Dottor Manari e all’assessore Berti.

    Camillo T.

    Rispondi
  3. Vivendo e lavorando qui a Ramiseto con la mia famiglia mi sento orgoglioso di questo edificio nuovo, io penso che sia un segno positivo per il nostro Comune, ringrazio tutta l’amministrazione che ha portato a termine questo bel progetto. Saluti

    Montanaro Val Lonza

    Rispondi
  4. Allegro funerale da 500.000 euro del fu Municipio le cui spoglie- per la comodità dei ramisetani -sono traslate a Busana in attesa della inumazione definitiva in quel di Cervarezza

    Cecco

    Rispondi

Lascia un Commento

Se sei registrato puoi accedere con il tuo utente e la tua password. Se vuoi registrarti al sito clicca qui.

Altrimenti lascia un commento utilizzando il form sottostante.

Powered by WordPress | Officina48