Home Cronaca Davoli (Centrodestra): “Via la ‘tassa sul morto’ e la retta per i...

Davoli (Centrodestra): “Via la ‘tassa sul morto’ e la retta per i bambini, solo Castelnovo le ha”

2
9

Alessandro Rainiero Davoli, candida sindaco per Castelnovo Libera, interviene sul tema dell'imposizione fiscale castelnovese.

"Due sono le tasse 'odiose' che, unica tra i comuni della nostra montagna, l’amministrazione di Enrico Bini applica ai suoi concittadini. La 'tassa sul morto' detta anche (con inconsapevole umorismo) 'tassa del trasporto unico', pari a 200 euro. Tutti i morti nel comune di Castelnovo, o meglio i loro cari, devono pagare".

"Le pompe funebri fanno l’esazione, applicandola alle fatture con i costi del funerale. 150 euro al comune e 50 euro alle agenzie di pompe funebri quale diritto di esazione. L’altra tassa odiosa è quella sui bambini. Tutti i bambini che si iscrivono alla scuola materna pagano, a seconda del reddito familiare, da 125 a 150 euro al mese circa. Al mese! Questa è chiamata 'retta scolastica', alla quale poi va aggiunto il trasporto con lo scuolabus e il costo dei pasti. La 'retta' secondo la legge è un contributo volontario, peccato che l’amministrazione non lo abbia mai detto alle famiglie. Anzi, se qualcuno ritarda nel pagamento ecco che arriva l’avviso di mancato pagamento, la messa in mora e in alcuni casi anche l’avviso di possibili problemi o conseguenze legali..."
"Nessun altro comune dell’Appennino - aggiunge e conclude Davoli - obbliga le famiglie a pagare la 'retta scolastica'! Castelnovo o meglio le amministrazioni Pd, compreso quella attuale di Bini, sì! Questo è il cosiddetto aiuto alle giovani famiglie: la tassa sui bambini. Se vincerà la mia lista, Castelnovo Libera, il primo provvedimento di giunta sarà l’abolizione delle due vergognose tasse! È una promessa".

 

Articolo precedenteForse salta il centro estivo a Toano: sono solo 20 i bambini iscritti fra primarie e secondarie
Articolo successivoGiornata ecologica: tutti assieme appassionatamente

9 Commenti

  1. Bellissima questa campagna elettorale. Esaltante direi. Emh, esilarante. Mi chiedo se queste tasse sono state introdotte negli ultimi cinque anni, o se già presenti in passato. Nel secondo caso, oltre queste promesse (non vorrei da marinaio come quelle del famoso capitano leghista) cos’ha fatto lei, Raniero, quand’era all’opposizione per eliminarle? Altra domanda : queste tasse le togliamo solo agli italici cittadini o a tutti indistintamente?

    Simon

  2. …come le accise sui carburanti che Salvini aveva promesso di cancellare al primo consiglio dei ministri. Promessa di politico in campagna elettorale, è promessa da marinaio…

    Andrea

  3. Ma Davoli fa finta di non sapere che il contributo volontario è presente in tutte le scuole,fino alle superiori, ed è sempre stato venduto come obbligatorio?
    Pure noi stranieri ci siamo adeguati e nonostante uno stipendio basso, dovuto a discriminazioni italiche, abbiamo sempre pagato riempendo la cassa della scuola in modo che ci fossero fondi per le varie attività.
    Ma la Lega forse non ha interesse in cittadini ben istruiti e preferisce che i soldi pubblici siano visti come un tesoro infinito?
    Ridateci i 49 milioni di € spariti… o quella era la vecchia Lega Nord della quale lei non faceva parte?! 😉
    Se le viene di farsi restituire i soldi che il suo partito ha fatto sparire, puo farne quello che ne vuole…anche utilizzare i nostri soldi per i suoi progetti di natalità unicamente italica, ma non con le tasse attuali, grazie!
    Sempre splendidi con i soldi altrui eh?

    Straniero_Padano

  4. Le promesse da marinaio le stanno facendo quelli che da sempre governano la nostra montagna, che sta morendo. Ci hanno sempre raccontato le stesse storie, ma di concreto nulla.
    Penso che siano molto interessanti queste due tasse, soprattutto quella dei bambini, in quanto non mi sembrano dei buoni metodi per aiutare le coppie a fare dei figli.
    Se si vuole che i giovani formino famiglia e rimangano a vivere qui, bisogna incentivarli non tassarli. È ora di cambiare, non vorrei che dopo fosse troppo tardi.

    AZ

  5. una precisazione dovuta al sig. Davoli.
    La famigerata “tassa sul morto” sono i diritti di sepoltura che ogni comune applica, a Villa Minozzo sono € 200,00
    la tassa scolastica altro non è che un contributo volontario che anche il sottoscritto ha pagato alla scuola, dalla materna sino alla fine delle superiori, questo per permettere alla stessa di avviare attività che diversamente, visto i “cordoni stretti” di tutti i governi che si sono succeduti (destra, sinistra, centro), non avrebbe potuto fare.
    se la Regione o il Ministero della Pubblica Istruzione avessero a cuore la formazione dei propri giovani, saprebbero cosa e come intervenire, ma la scuola è relegata a ultimo vagone del carrozzone.

    Massimo

  6. Invece di tirare fuori le accise sui carburanti e i 49 milioni di euro guardiamo la realtà di un Comune che sta morendo dopo decenni di Regime inamovibile: solo una salutare alternanza può far sperare in un miglioramento. Quando le cose vanno male in una squadra non è tutta colpa dell’allenatore ma quest’ultimo va comunque cambiato.

    Likud

    • Buongiorno Likud. Sono perfettamente d’accordo sull’alternanza, e non è mia volontà difendere l’attuale amministrazione. Però l’alternanza ci deve portare verso qualcosa di meglio, perché noi Italiani di cambiamenti fatti solo per cambiare, e che ci hanno portato alla rovina, nel recente passato ne abbiamo già fatti almeno un paio. Come si suol dire, errare è umano, perseverare è diabolico. Un partito razzista, che ha già governato per anni assieme a Berlusconi con i risultati che tutti abbiamo visto, che fa promesse non mantenute e che non vuole restituire i milioni che ha rubato, non merita la mia fiducia. Ed una persona che va in giro col simbolo di questo partito sulla giacca, men che meno. Come disse Primo Levi, tutti coloro che dimenticano il loro passato, sono condannati a riviverlo.

      Andrea

  7. alcune precisazioni per il sig. Andrea, che ringrazio per l’attenzione e perchè almeno non difende l’Amministrazione uscente (speriamo): 1) La Lega non è un partito razzista o non lo è più di qualsiasi altro 2) La Lega attuale è un partito completamente diverso,che ha in comune solo il nome con quello che fu al governo con Berlusconi 3) i Governi del quale non hanno fatto più danni di altri anche più recenti (e almeno furono scelti dal popolo).

    Likud

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.