Mostra a Venezia dell’artista reggiano Stefano Grasselli

Stefano Grasselli (a destra) alla presentazione della mostra

A Venezia è stata inaugurata una mostra del pittore reggiano Stefano Grasselli. L’artista vive e lavora a Reggio, ma è molto legato all’Appennino reggiano. I suoi genitori sono infatti originari del comune di Casina: la mamma è nativa di Leguigno, mentre il padre di Barazzone. Un gruppo di cittadini di Leguigno, frazione di Casina che frequenta spesso, nell’aprile 2016 aveva partecipato a Longarone (Belluno) all’inaugurazione di una mostra di pittura di Grasselli dedicata alla tragedia del Vajont.

“La mostra – racconta Grasselli – al Bistrot de Venise è composta di nove dipinti ad olio su tela che riguardano Venezia e la laguna che da molto tempo frequento e ho esplorato più volte. Si tratta di una sede espositiva piuttosto prestigiosa, nota nella città per le prelibatezze culinarie, ma anche come luogo sede di eventi culturali di vario genere come mostre d’arte, presentazione di libri e incontri di carattere storico e letterario. Le opere sono state apprezzate dal pubblico e sarà ancora possibile visitarle fino al mese di maggio”. Stefano ha frequentato l’istituto d’arte Chierici e si è diplomato in pittura all’Accademia di belle arti di Bologna.

Ha svolto attività di alto restauro e decorazione pittorica e si è dedicato alla propria ricerca artistica con le tecniche di pittura, scultura, incisione. Attualmente insegna materie artistiche.

“Ero stato invitato a Venezia un anno fa – racconta Grasselli – dal critico d’arte giornalista di Venezia Emanuele Horodniceanu, curatore delle mostre del Bistrot. I miei lavori lo avevano incuriosito ed erano stati notati dal giornalista diverse volte in occasione di diverse mie esposizioni sempre a Venezia”.

Emanuele Horodniceanu, nella presentazione dei dipinti dell’artista reggiano, sottolinea che Stefano Grasselli propone “una serie di opere realizzate a Venezia la scorsa estate. Opere notturne, nelle quali mette in scena una laguna percorsa da leoni, iene, licantropi, rapaci. Opere fantastiche, ma non troppo, che narrano lo scontro tra l’alato protettore della città e le forze oscure che la aggrediscono”.

Agenzia Redacon ©
E' vietata la riproduzione totale o parziale e la distribuzione con qualsiasi mezzo delle notizie di REDACON, salvo espliciti e specifici accordi in materia e con citazione della fonte. Violazioni saranno perseguite ai sensi della legge sul diritto d’autore.

Lascia un Commento

Se sei registrato puoi accedere con il tuo utente e la tua password. Se vuoi registrarti al sito clicca qui.

Altrimenti lascia un commento utilizzando il form sottostante.

Powered by WordPress | Officina48