“Hanno mani piccole, ma grandi pensieri”. A Cerredolo la gioia delle scuole Fism

Vestiti di verde speranza. Oltre cento bambini delle scuole Fism della montagna si sono ritrovati con le loro insegnanti e alcune religiose presso la palestra di Cerredolo per la consueta festa annuale. Erano presenti le scuole dell’infanzia Fism di Castelnovo ne' Monti, Casina, Carpineti, San Giovanni di Querciola, Cerredolo di Toano (anche nido) e un nutrito gruppo di esperti animatori, della Magic Ghiro, che hanno portato canti, giochi e balli per i bambini.

“Quello di oggi è un momento di unione e sinergia tra scuole che condividono un momento educativo e un modello pedagogico – ha affermato Luisella Biggi, coordinatrice pedagogica Fism della montagna – . Un grazie alle diverse istituzioni che ci sostengono, riconoscendo la pluralità educativa che è una ricchezza per i nostri territori. E un grazie alle famiglie che ci sostengono e mandano qui i loro bambini e anche alle insegnanti per il grande lavoro che svolgono con professionalità e, da ultimo, il grazie a questi bellissimi bambini – ha detto la coordinatrice citando Beatrice Alemagna: un bambino è una persona piccola, con piccole mani, piccoli piedi e piccole orecchie, ma grandi pensieri. Loro sono il nostro futuro e noi adulti non possiamo che prenderci cura di loro, partendo dalla pedagogia”.

“Oltre alla scuola dell’infanzia e qui ringrazio per la professionalità delle insegnanti – ha detto Vincenzo Volpi, sindaco di Toano - , questa collaborazione ci ha consentito di avere un nido che, diversamente, il pubblico non riusciva a dare. La Fism si dà da fare per la comunità e mette in campo una scuola che funziona e va bene”.

“Oltre che il nostro futuro i bambini sono il nostro presente – ha detto Tiziano Borghi, sindaco di Carpineti nel complimentarsi con i bambini -. La comunità si impegna per garantire questa pluralità di scuola, in cui crediamo molto, che riesce anche a dare un servizio aggiuntivo quando il pubblico non riesce”.

Presente anche la scuola di San Giovanni di Querciola, gestita dall'associazione L'Aquilone, che aprirà a settembre con nove bambini e, come racconta Simona Amidati, stanno facendo un progetto comune che vede attività sia nella casa protetta sia nella scuola in una sinergia fra le realtà locali.

"Non siamo piccole isole - ricorda Luisella Biggi - ma una grande associazione che ha come scopo primario il bene dei bambini sempre. L'importanza di una comunità che si prende carico delle persone. Il fatto che noi oggi siamo qua è perché una comunità, Cerredolo, si è presa a cuore la sua scuola, i suoi bambini, e tutte le altre cose seguono. Dobbiamo prenderci cura gli uni degli altri, ma soprattutto dei più deboli".
Erano presenti i sacerdoti don Giovanni Ruozi, monsignor Guiscardo Mercati, don Luigi Giansoldati che ha portato il suo caloroso saluto.
Grande momento d’emozione per i bimbi quando, scortati dai vigili, e dai volontari della protezione civile, hanno sfilato dalla palestra ai locali della scuola di Cerredolo.

 

I link ai video della diretta facebook durante la festa

https://www.facebook.com/redaconeradionova/videos/180804792810398/

https://www.facebook.com/redaconeradionova/videos/284663822484797/

https://www.facebook.com/redaconeradionova/videos/1262091240625734/

https://www.facebook.com/redaconeradionova/videos/2650564441836732/

 

 

Agenzia Redacon ©
E' vietata la riproduzione totale o parziale e la distribuzione con qualsiasi mezzo delle notizie di REDACON, salvo espliciti e specifici accordi in materia e con citazione della fonte. Violazioni saranno perseguite ai sensi della legge sul diritto d’autore.

Lascia un Commento

Se sei registrato puoi accedere con il tuo utente e la tua password. Se vuoi registrarti al sito clicca qui.

Altrimenti lascia un commento utilizzando il form sottostante.

Powered by WordPress | Officina48