Isolamento telefonico in via Frascaro a Castelnovo ne’ Monti

Scuse e ancora scuse, che poi non sono altro che doveri verso gli utenti che pagano le bollette (e guai a pagarle in ritardo perchè staccano la connessione telefonica).

Nell'abitazione dove risiedo, dopo aver sollecitato varie volte il numero della segnalazione guasti, è trascorso ormai un mese dall'interruzione del servizio causato dalla tranciatura di un fascio di cavi telefonici interrati, mentre alcuni operai eseguivano uno scavo.

Unendomi agli utenti nella mia stessa situazione, esprimo il mio sdegno per tanta negligenza di un'Azienda che, lasciando noi utenti isolati per tanto tempo, ci "rimette la faccia" deturpandone la propria immagine.

Noi abitiamo in una zona dove anche i cellulari hanno poco campo e le comunicazioni si sentono molto disturbate.

In Municipio, la settimana scorsa, mi hanno detto che non sono stati informati subito dell'accaduto, compreso il Sindaco.

Spero che quest'ultimo possa intervenire al più presto per far risolvere questo disservizio.

Grazie

 

(Giovanna Gregori)

Agenzia Redacon ©
E' vietata la riproduzione totale o parziale e la distribuzione con qualsiasi mezzo delle notizie di REDACON, salvo espliciti e specifici accordi in materia e con citazione della fonte. Violazioni saranno perseguite ai sensi della legge sul diritto d’autore.

Un Commento

  1. Cari montanari di nascita, per amore o per passione (il mio caso),
    nella zona di Vetto dove ho scelto di vivere i telefoni fissi sono muti da più 10 giorni. Più o meno in occasione della nevicata tardiva e disastrosa che abbiamo subìto.
    Telefonare col cellulare per segnalare il guasto è perfettamente inutile in quanto si attiva il messaggino che ti impedisce di parlare con un essere umano e che ti informa del disservizio presente nella tua zona, promettendo la risoluzione del guasto a breve tempo.
    Stanno davvero controllando la linea? E se ci fosse qualche cavo caduto, quindi presumibilmente staccato? Sono in grado di ripristinare il tutto?
    Il problema è serissimo, primo perché in molti punti è difficoltoso prendere la linea col cellulare, secondo perché i wifi non funzionano quasi affatto (ad esempio a La Strada), secondo perché in caso di blackout elettrico il telefono fisso tradizionale continua a funzionare, terzo e non in ordine d’importanza, in questa zona sono presenti molte persone di età superiore ai 70/75 anni. Volete che imparino in pochi giorni ad usare lo smartphone e altre diavolerie? Sono “sgaggissimi” a sollevare la cornetta, a chiedere aiuto in caso di necessità e a farsi intendere, più di noi! Pretendiamo per questi meravigliosi signori e per tutti noi l’uso dell’invenzione più straordinaria di sempre: il TELEFONO!

    Maria Grazia Consolini

    Rispondi

Lascia un Commento

Se sei registrato puoi accedere con il tuo utente e la tua password. Se vuoi registrarti al sito clicca qui.

Altrimenti lascia un commento utilizzando il form sottostante.

Powered by WordPress | Officina48