Come si rinnoverà Cerreto Laghi? Idee e progetti in consiglio aperto a Busana

Francesco Lenzini e Damiano Leoncelli

Ieri, giovedi 30 maggio, nella sala polivalente di Busana comune di Ventasso, si è tenuto un consiglio comunale aperto relativamente al tema: esposizione delle idee e dei progetti relativi al riordino architettonico-urbanistico di Cerreto Laghi.

Nella sala oltre ai consiglieri erano presenti diversi imprenditori della stazione sciistica.

La relazione molto interessante ed esaustiva è stata condotta dall'architetto incaricato Francesco Lenzini docente del Politecnico di Milano, coadiuvato nell'esposizione dall'architetto Damiano Leoncelli di Busana.

L'interesse a studiare una tematica cosi specifica è  nata dallo slancio congiunto del Parco Nazionale dell'Appennino tosco-emiliano e dal comune di Ventasso, i due enti infatti si sono interrogati circa le possibilità di rilanciare socialmente, economicamente e turisticamente il comprensorio di Cerreto Laghi.

Dice Lenzini "l'incarico affidato al politecnico era ad ampio spettro, un progetto di ricerca, quindi non uno strumento operativo bensì un tentativo di identificare delle linee di azione strategiche con cui supportare questo sviluppo futuro."

L'analisi/studio del territorio ha individuato una serie di problematiche/potenzialità sintetizzate in tre fasi:

Criticità

Assenza di un piano per la mobilità efficace e flessibile a seconda delle presenze stagionali, assenza di spazi pubblici progettati e attrezzati per valorizzare il complesso insediativo, scarsa qualità dell'edificato sotto un profilo estetico e prestazionale, scarsa attrattività e valorizzazione degli elementi potenzialmente distintivi del luogo.

Potenzialità

Profilo peculiare del luogo dal punto di vista naturalistico e ambientale, posizione baricentrica rispetto alle zone core della riserva Mab, presenza di un tessuto insediativo consolidato de territorio dotato di propria specificità, potenziale connettività con luoghi di interesse e forte attrattività turistica, presenza di strutture ricettive avviate e ampio potenziale di accoglienza.

Strategie

Riduzione e regolamentazione del traffico carrabile all'interno del paese, ridisegno complessivo dello spazio pubblico del paese orientato alla pedonalizzazione e alla ri-naturalizzazione esistente, integrazione e eco-efficientamento del tessuto costruito esistente

Tutta l'esposizione è stata supportata da slide che hanno evidenziato il possibile miglioramento e fruibilità della nota stazione sciistica.

L'intenzione dello studio è di rendere Cerreto Laghi un luogo ameno, integrando lo splendido paesaggio naturalistico con la parte più urbana.

Naturalmente ancora molta è la strada da percorrere per arrivare ad una soluzione cosi complessa, ma ieri è stato gettato un primo seme da utilizzare e sviluppare in un futuro speriamo prossimo.

Per una maggiore comprensione del progetto alleghiamo il video dell'intervista all'architetto Francesco Lenzini. Di Ornella Coli

Idee e progetti relativi al riordino archittettonico-urbanistico di Cerreto Laghi. Intervista con Francesco Lenzini docente del Politecnico di Milano. Di Ornella Coli

Pubblicato da Redacon E Radionova su Giovedì 30 maggio 2019

 

Agenzia Redacon ©
E' vietata la riproduzione totale o parziale e la distribuzione con qualsiasi mezzo delle notizie di REDACON, salvo espliciti e specifici accordi in materia e con citazione della fonte. Violazioni saranno perseguite ai sensi della legge sul diritto d’autore.

Lascia un Commento

Se sei registrato puoi accedere con il tuo utente e la tua password. Se vuoi registrarti al sito clicca qui.

Altrimenti lascia un commento utilizzando il form sottostante.

Powered by WordPress | Officina48