Nadia Vassallo: “Bambini al riparo delle speculazioni”

Riceviamo e pubblichiamo.

 

Le notizie che provengono dalla Val d’Enza sono difficili da affrontare per il raccapriccio che provocano.

A detta degli inquirenti siamo di fronte ad un sistema d’affari fondato su una fabbrica che genera mostri, i genitori naturali, per strappar loro i figli ed introdurli in un sistema di affidi, cure e assistenza foraggiato con i soldi pubblici, mantenuto impermeabile ed in monopolio con atti amministrativi illeciti.

Un giro di centinaia di migliaia di euro fatti sulla pelle dei bambini e dei legittimi genitori.

Sotto accusa i professionisti della tutela dei minori, dei più deboli.

Se ciò sarà confermato dalla giustizia in corso ci troveremo di fronte ad un sistema perfetto che utilizza i servizi alla persona per farne il new businness della società italiana.

Lo diciamo con forza: bambini, vecchi, malati, e tutti i portatori di fragilità debbono essere al centro dell’intervento pubblico e tutelati dalle speculazioni.

Per questo motivo abbiamo criticato già durante la campagna elettorale che alcuni servizi sociali alla persona siano appaltati dal Comune di Castelnovo a società esterna multifunzionale.

Sarà questo l’oggetto di una nostra interpellanza al Sindaco volta a capire quali controlli sono esercitati, quali politiche si intende intraprendere e per conoscere cosa è successo nel recente caso che chiama in causa i servizi sociali e che ha visto il Sindaco denunciare un genitore di Castelnovo.

 

(Nadia Vassallo capogruppo consigliare Castelnovo ne’ Cuori e portavoce del comitato Salviamo le Cicogne)

Agenzia Redacon ©
E' vietata la riproduzione totale o parziale e la distribuzione con qualsiasi mezzo delle notizie di REDACON, salvo espliciti e specifici accordi in materia e con citazione della fonte. Violazioni saranno perseguite ai sensi della legge sul diritto d’autore.

Un Commento

  1. Da anni il Comitato dei Cittadini per i Diritti dell’Uomo denuncia questi abusi (che non si limitano a quanto accade in Val D’Enza) e chiede una riforma profonda dei servizi sociali, in particolare l’esclusione di cosiddetti “esperti” (psichiatri e psicologi) e delle loro perizie ascientifiche e farlocche, che inficiano l’operato delle autorità (Tribunale dei Minori, ecc.)

    Vico Terzi

    Rispondi

Lascia un Commento

Se sei registrato puoi accedere con il tuo utente e la tua password. Se vuoi registrarti al sito clicca qui.

Altrimenti lascia un commento utilizzando il form sottostante.

Privacy Policy

Powered by WordPress | Officina48