Ventasso, prima borseggia l’autista, poi va a fare colazione: denunciata

Sembrava una passeggera come le altre quella sedutasi in prossimità dell’autista, una tranquilla signora di mezza età salita, nella prima mattina di ieri, ad una fermata del bus di linea “Seta” che serve Ventasso, verso Ligonchio. Si trattava in realtà di un’abile borseggiatrice che, approfittando della necessaria concentrazione nella guida dell’autista, un 46enne residente nel capoluogo appenninico, gli sfilava dal borsello contanti e carte bancomat per poi scendere al Passo del Cerreto e andare tranquillamente a fare colazione a “spese” del malcapitato.

Ma l’autista, quasi subito accortosi dell’accaduto, chiamava immediatamente i Carabinieri dando una sommaria descrizione della donna che veniva presto rintracciata dai militari della stazione di Ligonchio presso un bar della zona, con ancora in suo possesso parte del maltolto. Questa la vicenda che ha avuto come teatro un bus e luoghi ormai affollati da villeggianti e visitatori e che sempre più spesso viene preso di mira da “professionisti” del furto.

La 59enne ladra risiede città, a Reggio, e ha già segnalazioni di polizia specifiche per furto. Al malcapitato autista aveva sottratto 60 euro e ne aveva approfittato per fare un'abbondante colazione. Grazie invece all’intervento di alcuni passanti, i militari riuscivano a rinvenire i restanti effetti dell’autista (carte e documenti) abbandonati in una fioriera. Questa la vicenda, al termine della quale i Carabinieri di Ligonchio, dopo l’espletamento delle modalità di rito, deferivano alla Procura reggiana la 59enne per il reato di furto pluriaggravato.

Agenzia Redacon ©
E' vietata la riproduzione totale o parziale e la distribuzione con qualsiasi mezzo delle notizie di REDACON, salvo espliciti e specifici accordi in materia e con citazione della fonte. Violazioni saranno perseguite ai sensi della legge sul diritto d’autore.

Lascia un Commento

Se sei registrato puoi accedere con il tuo utente e la tua password. Se vuoi registrarti al sito clicca qui.

Altrimenti lascia un commento utilizzando il form sottostante.

Powered by WordPress | Officina48