L’associazione Amanzio Fiorini invita a partecipare con proprie opere a “Parole Nostre”

Con anticipo sulla data dell’iniziativa, vi presentiamo Parole Nostre. Musiche, Canti, Racconti in una notte d’estate, che l’Associazione Amanzio Fiorini, in collaborazione con i Comuni di Castelnovo ne’ Monti e Ventasso, l’Uomo che Cammina e Here Castelnovo Monti organizza a Casa Manari di Busana nel Comune di Ventasso il 20 luglio prossimo.

Il motivo per cui anticipiamo questa notizia è perché questo appuntamento, che rappresenta l’occasione per stare insieme, cantando, ascoltando racconti e storie e condividendo il cibo che ognuno porterà, è aperto al contributo di tutti coloro i quali vorranno essere lì e proporre qualcosa.

Per questa ragione, invitiamo chi vorrà leggere qualcosa scritto da sé o da altri, cantare o raccontare una storia o, semplicemente, godere di questa festa che durerà dal pomeriggio all’alba del giorno dopo, a venire e contattarci al numero 339.6648778.

Un programma vero e proprio di questa iniziativa non esiste, perché un po’ andremo sull’onda dell’improvvisazione e un po’ non vorremmo svelare tutte le sorprese di quella sera e notte nel bosco.

Per ora possiamo anticipare l’inaugurazione della Casetta dei Libri del bosco, che aprirà l’evento alle ore 18 (e per la quale invitiamo tutti coloro i quali vorranno donare un libro alla casetta a portarlo con sé) e poi, a seguire e inframmezzato dai racconti e dalle letture, le Stoffe Volanti di Elena, il canto di Vania Tronconi accompagnata dalla chitarra di PIf, gli Improvvisati, Paolo Simonazzi con la sua ghironda e altri…

Questo appuntamento avrà come luogo di svolgimento il castagneto di Stabie a Casa Manari, dove qualche anno fa è nato un parco dell’Arte, della Fotografia e del Racconto legato al sentiero che collega casa Manari a Nismozza.

Il sentiero è già arricchito da testi, racconti e alcuni degli scatti di Amanzio Fiorini, fotografo d’Appennino, dalle sculture di Lara Bianchi e Silvano Cattozzi, Alessandro Toni e Fabretti Fabrizio Ugoletti, e si sta predisponendo ad accogliere le installazioni artistiche di Simona Sentieri, Palmiro Incerti e altri che stanno preparando i loro lavori. Naturalmente il sentiero e il parco sono ben lieti di accogliere i contributi di chi vorrà incrementarne il patrimonio di opere, installazioni e altro.

Un modo per accompagnare chi vuole conoscere l’Appennino, a fare un piccolo viaggio fra le suggestioni di questa terra, che non può certo competere con manifestazioni come Arte Sella, ma rappresenta comunque un altro modo di raccontare.

Ricordiamo, a tutti coloro i quali vorranno partecipare, che nel castagneto dove si svolgerà l’evento non c’è energia elettrica (portarsi eventualmente luce frontale o pila), che sarà necessario portarsi le proprie cibarie ed è possibile dormire lì fra i castagni (senza tenda, basta qualcosa da mettere a terra), per aspettare l’alba nel bosco. Chi vorrà seguire l’evento sul profilo Facebook dell’Associazione Amanzio Fiorini, potrà essere accompagnato a scoprirne i contenuti, gli ospiti e il programma definitivo quando ultimato.

(Associazione Amanzio Fiorini)

Agenzia Redacon ©
E' vietata la riproduzione totale o parziale e la distribuzione con qualsiasi mezzo delle notizie di REDACON, salvo espliciti e specifici accordi in materia e con citazione della fonte. Violazioni saranno perseguite ai sensi della legge sul diritto d’autore.

Lascia un Commento

Se sei registrato puoi accedere con il tuo utente e la tua password. Se vuoi registrarti al sito clicca qui.

Altrimenti lascia un commento utilizzando il form sottostante.

Powered by WordPress | Officina48