Home Cultura La compagnia Monte Cusna di Asta mette in scena “I due Selvaggi”...

La compagnia Monte Cusna di Asta mette in scena “I due Selvaggi” di Domenico Zannini

1
0

Prosegue domenica 4 Agosto alle ore 1500 presso il Campo del Maggio di Asta, il ricco cartellone di spettacoli della Rassegna Nazionale di Teatro popolare La Tradizione del Maggio, presentato dall’Amministrazione comunale di Villa Minozzo per la stagione estiva 2019.

A partire dalle ore 1500, La compagnia Maggistica Monte Cusna metterà in scena il maggio drammatico “I due selvaggi” di Domenico Zannini.

Il testo rappresentato per la prima volta nel 1947 è divenuto negli anni uno dei cavalli di battaglia della Compagnia Monte Cusna che lo ha portato in scena nel territorio Appenninico di Emilia e Toscana fino a Milano. Il Maggio i due selvaggio, ovvero Costantino del Leone ricalca i testi antichi del maggio drammatico mettendo in scena la lotta tra bene e male rappresentati rispettivamente dalle corti cristiane e pagane. Offre al pubblico la possibilità di vedere sul campo tutti gli elementi storici e classici che hanno caratterizzato i testi antichi del maggio, l’epica, il combattimento, le donne guerriere ma anche la presenza di molti personaggi particolari che dipanano lo svolgimento della scena: profeti, angeli, paggi, bambini, consiglieri, fiere e naturalmente i protagonisti che danno il titolo all’opera: i due selvaggi.

“Rappresentiamo questo testo che la nostra Compagnia ha messo in scena l’ultima volta circa 15 anni fa - commenta Giordano Zambonini, Regista della Compagnia -  con l’intento di riproporre al pubblico moderno un maggio drammatico dal sapore classico e tradizionale, reinterpretato dai nostri giovani attori, per rendere omaggio a Domenico Zannini che è stato uno dei nostri autori tra i più apprezzati e rappresentati”.

Lo spettacolo si terrà anche in caso di maltempo nella struttura coperta Polivalente della Pro Loco di Asta, che collabora alla buona riuscita del Canto del Maggio.

Articolo precedenteGli artisti Thomas Lanzi e Giuseppe Schenetti, di Quara di Toano, in esposizione presso la Rocca di Montefiorino
Articolo successivoFiera del Parmigiano Reggiano a Casina, eletti il Re e la Regina del Parmigiano Reggiano. E anche la giuria popolare ha emesso il suo primo verdetto

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.