Si è spento il botanico Francesco Corbetta: significativo il suo operato in zone appenniniche e reggiane

Riceviamo e pubblichiamo.

-----

Si è spento venerdì 6 settembre nella sua abitazione di Bologna Francesco Corbetta, già docente di Botanica presso l'Università dell'Aquila e considerato uno dei più importanti studiosi italiani di questa scienza.

Nato a Zeme Lomellina  nel 1932, dopo  la laurea in scienze biologiche nel 1955 all’Università di Pavia, è stato docente di botanica negli atenei di Bologna, Ferrara e Catania. In seguito, titolare di cattedra, ha insegnato Botanica applicata all’Università dell’Aquila dal 1983 al 2003, assumendo anche la direzione del dipartimento di botanica. Ha fatto parte del Consiglio Nazionale dell'Ambiente e, al tempo stesso, si è particolarmente impegnato nella Federazione nazionale Pro Natura, sino a diventarne prima il segretario e poi il presidente. Ha fatto parte del consiglio direttivo del Parco nazionale delle Foreste Casentinesi, Monte Falterona e Campigna e del Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga.

Al suo attivo oltre 300 pubblicazioni scientifiche e numerosi saggi divulgativi. È stato per molti anni direttore della rivista “Natura e montagna” e da ultimo presidente del comitato scientifico della  Fondazione  Villa Ghigi di Bologna, carica assunta dal 1981. Ha fatto parte negli anni ‘70 del gruppo di lavoro per lo studio del Parco della Pietra di Bismantova, ha partecipato agli interventi di rinaturazione riguardanti la pista di fondovalle del Secchia, è stato componente del Comitato Scientifico della Riserva Naturale Regionale della Rupe di Campotrera presso Rossena, ha istituito con Giuliano Cervi l’Oasi naturalistica di Casa Pegolotta presso Campegine ed ha contribuito alla fondazione  nel 1984 di Pro Natura Reggio Emilia.

Alla vedova, signora Emma Marchesiello, ed alle figlie, vanno le condoglianze di Pro natura Reggio Emilia e di tutti coloro che ebbero modo di apprezzarne le grandi qualità umane. A lui sarà dedicata l’Oasi naturalistica di casa Pegolotta.

(Giuliano Cervi)

Agenzia Redacon ©
E' vietata la riproduzione totale o parziale e la distribuzione con qualsiasi mezzo delle notizie di REDACON, salvo espliciti e specifici accordi in materia e con citazione della fonte. Violazioni saranno perseguite ai sensi della legge sul diritto d’autore.

2 Commenti

  1. Ero disegnatrice presso lo Studio Cervi di Reggio Emilia.
    Ho avuto il piacere di conoscere il Prof. Corbetta in occasione di conferenze ed iniziative organizzate dall’Arch. Cervi, presidente della Pro Natura Reggio, e di apprezzarne la cultura, la preparazione e la gentilezza.
    Porgo le mie più sentite condoglianze alla famiglia.

    Rossella Viani

    Rispondi
  2. Ricordo con tanta ammirazione il lavoro svolto insieme al Professore Corbetta e ai componenti del Comitato Tecnico Scientifico per la crescita, la conoscenza e la valorizzazione della Riserva Naturale Regionale della Rupe di Campotrera.
    Sentite condoglianze alla famiglia

    Costanza Lucci

    Rispondi

Lascia un Commento

Se sei registrato puoi accedere con il tuo utente e la tua password. Se vuoi registrarti al sito clicca qui.

Altrimenti lascia un commento utilizzando il form sottostante.

Powered by WordPress | Officina48