Home Homepage Il 15° raduno interregionale dei Fanti a Felina

Il 15° raduno interregionale dei Fanti a Felina

3
0

Presenti da Bologna il Generale di Brigata Napoleone, il Consigliere Nazionale Benevento, numerose autorità tra cui il sindaco Enrico Bini di Castelnovo ne' Monti, la sezione del Trentino di Cavalese, Imola e Castel San Pietro con i loro presidenti, rappresentanze dei Paracadutisti di Reggio, dei Bersaglieri, dell’Aeronautica, dell’Associazione Primo Tricolore, di Croce Rossa, Auser, Ingortp, Polizia locale e Carabinieri, si è celebrato il XV Raduno Interregionale dei Fanti a Felina, domenica 13 ottobre.

Una manifestazione sostenuta da Enti pubblici e privati, dal lavoro di tanti volontari che sono stati ringraziati dal presidente della sezione di Castelnovo ne' Monti, Savino Viappiani.

Egli, nel portare il saluto e nel ringraziare, ha manifestato la preoccupazione relativa alla diminuzione degli associati in quanto non è presente ormai un ricambio generazionale.

Ma non sono mancate recentemente attività con i giovani per far loro conoscere brani patriottici e dal lavoro con le scuole, con la collaborazione del Maestro  Paolo Gandolfi, al  22° festival Tricolore degli adulti e 18° festival Tricolore dei bambini - Rassegna Internazionale 2018 tenutasi a Bibbiano -: ne è uscito un Cd diffuso tra i presenti interessati e presentato da Odilio Buzzoni, rappresentante Comitato Primo Tricolore che ha citato l’opera di Otello Montanari.

Il sindaco Bini, nel ringraziare il presidente della sezione Comunale e chi tiene viva la tradizione di questa manifestazione, ha ricordato che l’Associazione Fanti è stata fondata il 7 luglio del 1920 dal tenente Fontana (poi caduto nella campagna di Russia) e diffusasi in sezioni in tutta Italia: nata per il dopoguerra, per venire incontro a necessità, per aiutare chi ha bisogno. Ha lodato la comunità attiva della montagna e lo spirito di abnegazione di tanti volontari, ringraziando per aver scelto come luoghi simbolo il Monumento ai Caduti dove in corteo, accompagnati dalla banda di Felina,  da vari gonfaloni ed auto d’epoca, è stata deposta una corona di alloro al suono struggente delle note del Silenzio.

Nel 2019 si è tenuto a Roma, ma il prossimo raduno nazionale si terrà a Bergamo nel maggio 2020 e sarà dedicato al Centenario della Fanteria.

Nella Santa Messa, celebrata da don Giorgio Valcavi in suffragio dei defunti, delle persone amate che abbiamo perduto, si è pregato perché cessino tutte le guerre in particolare in Siria. “Nelle guerre molto si miete ma il raccolto è sempre molto scarso” (Omero), per il sostegno ai valori di solidarietà, fratellanza ed impegno portati avanti dall’Associazione dei Fanti e per la loro diffusione tra i giovani.

Si è pregato anche per i presidenti Anacleto Mortari, Riccardo Ferrari e Adelfo Prampolini che attivamente si sono spesi per il bene della comunità del territorio. “Dando più che ricevendo ed aiutando gli altri manifestiamo la volontà di Dio e la nostra bontà. Al servo fedele molto verrà dato in ricompensa”: così ha concluso il sacerdote. È seguita la lettura della preghiera del Fante e presso il parco Tegge  in atmosfera conviviale “il rancio del Fante”, sempre abbondante e curato, nonché la lotteria, sostenuta generosamente da esercizi del territorio.

(Maria Alberta Ferrari)

Articolo precedenteA Marola la seconda domenica di Festa della castagna
Articolo successivoCarpineti, presentazione del volume di Alessandro Carri “Il volto politico di Matilde”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.