L’artista Marchesi tra i finalisti al “Premio Fiora” a Grosseto

Opera di Marchesi al concorso

Gianpaolo Marchesi tra i finalisti al concorso internazionale “Premio Fiora” a Grosseto. Sono tre le opere dell’artista di Castelnovo ne’ Monti presentate al concorso relative al suo progetto “I colori della biodiversità”, dal 12 ottobre esposte nei suggestivi locali del Granaio Lorenese di Grosseto. Domenica  27 ottobre verranno proclamati i due progetti vincitori: uno per gli under 29 e uno per gli over 30. Il tema del concorso è “Le forme dell’acqua-Dall’immobilità all’eterno cambiamento”.

Marchesi è conosciuto per le sue opere di pittura, fotografia e scultura. Abita a Castelnovo Monti dove ha esercitato la professione di insegnante e attualmente è impegnato nell’attività di ingegnere. Numerosi sono i riconoscimenti e premi ricevuti da Marchesi in ambito nazionale e internazionale per il suo progetto “I colori della biodiversità”. In particolare si è classificato al terzo posto nel concorso internazionale “Donne in rinascita” a Milano nel 2017 ed è entrato nella rosa dei finalisti al concorso “Premio Michelangelo” a Lucca nel 2017.

Grande successo ha avuto la sua personale “I colori della biodiversità” la scorsa estate al castello di Carpineti dove ha presentato opere di pittura (oli e affreschi), opere fotografiche e scultoree.

Opera di Marchesi

Il suo progetto era iniziato con opere realizzate con la tecnica dell’affresco. In seguito la sua attenzione si è soffermata sulla fotografia concettuale di scene cromo-luminose ottenute in camera oscura, proiettando fasci di luce monocromatica sul soggetto e fotografandone poi le relative ombre colorate. Gli effetti visivi sono realizzati da un’attenta e meticolosa preparazione della scena, una tecnica fotografica innovativa e creativa basata sulla teoria delle ombre colorate, un linguaggio visivo ed espressivo che unisce arte e scienza per esprimere la bellezza cromatica e la vibrazione energetica della natura.

Marchesi nella sua ricerca-sperimentazione e indagine, unite alla stampa delle sue opere su tela, ha portato la fotografia verso un uso pittorico. L’artista ultimamente ha integrato il suo progetto con opere di scultura su pietra e relazionando il tutto in conferenze con sorpresa finale per chi ama la musica.

L’artista inoltre mette a disposizione la sua esperienza per proporre a scuole e musei un’attività didattica per far partecipare i bambini a un laboratorio di arte visiva alla scoperta delle ombre colorate.

Agenzia Redacon ©
E' vietata la riproduzione totale o parziale e la distribuzione con qualsiasi mezzo delle notizie di REDACON, salvo espliciti e specifici accordi in materia e con citazione della fonte. Violazioni saranno perseguite ai sensi della legge sul diritto d’autore.

2 Commenti

  1. Complimenti e auguri all’ingegner Marchesi. Grande talento in un’anima montanara. Bravo!
    Un saluto, “per aspera ad astra”,

    Alessandro Davoli

    Rispondi
  2. Complimenti. Premio meritato. Con orgoglio, “gente nostra”.

    Simona Sentieri

    Rispondi

Lascia un Commento

Se sei registrato puoi accedere con il tuo utente e la tua password. Se vuoi registrarti al sito clicca qui.

Altrimenti lascia un commento utilizzando il form sottostante.

Powered by WordPress | Officina48