Who was Martin Luther King? Speakeasy a cura di Alice Boni, Giacomo Galluccio e Ilaria Costi

Continua la collaborazione tra il liceo linguistico "Cattaneo dall'Aglio" e Redacon tramite la rubrica "Speakeasy" curata direttamente dagli studenti, dell'anno scolastico 2019-2020.



Who was Martin Luther King, the man who dedicated his whole existence to the movement for civil rights?

Alice Boni, Giacomo Galluccio e Ilaria Costi

Martin Luther King was born in 1929 and this year marks the 90th anniversary of his birth. He was a convinced pacifist of the 20th century and his statement “I Have a Dream!” is still today a strong symbol of equality.

Martin Luther King was born in a family of pastors of the baptist church on January 15th 1929 in Atlanta, Georgia, in the deep south of the USA, where racism was extremely rooted. Little Martin soon realized that his skin colour represented an overwhelming obstacle. To defeat this discrimination, he fully dedicated himself to philosophy studies, graduating and becoming a pastor himself, to fight against racial segregation.

The peaceful fight 

Corteo per Selma.

King admired the figure of Mahatma Gandhi and his non-violence belief,  in order to reach social purpose or political change. When in 1955 Rosa Parks, the coloured activist, got arrested, because she refused to give up her seat to a white man on a bus, King decided that it was no more possible to stand injustices in silence. Therefore he guided a massive boycott campaign of Afro-American people against local public transports. The campaign lasted 382 days and it ended with a very important victory: in 1956 the Supreme Court of the USA established the unconstitutionality of the racial segregations laws.

I have a dream 
Martin Luther King’s most famous speech, which contains the famous statement “I have a dream”, took place in Washington on August 28th 1963 on the occasion of a great demonstration for the civil rights, in front of a crowd of 200 000 people. In his passionate speech, King asked for justice and equality and dreamed that his four children would one day live in a nation where they wouldn’t be judged for their skin colour, but for who they were in their hearts.

Civil rights laws

On the 10th of February 1964 the Civil Rights Act got signed, it abolished discrimination in all public services as hotels, motels, restaurants, stadiums, theaters and public libraries. Moreover, jobs and workers unions were approved. During that same year he won the Nobel prize at the age of 35. At that time he was the youngest man winning that price.

 Selma

The American town of Selma, in Alabama, was really important for the movement for the Afro-American civil rights in the USA. Three marches of protest started from there. They were organised by Martin Luther King and headed to Montgomery. The first one was called Bloody Sunday and took place on March 7, 1965. Almost 600 people, who were asking for the right to vote of all Afro-American people and the end of the racial segregation, were stopped by the police while they were crossing Edmund Pettus bridge. During the last march, on 25th March 1965, King and about 25 thousand people walked from Selma to Montgomery,up to the gates of the Alabama governor’s palace, to ask for equality

Martin Luther King’s murder

Monumento a Martin Luther King.

Martin Luther King became an example for an entire nation, he was becoming more and more popular and was the symbol of the fight for civil rights. It is for that reason that the white and conservative America felt threatened by him King was the target of many threats (including an FBI letter, which invited him to suicide) and he got arrested. On June 30 a terrorist attack destroyed his house, without consequences for the family. On the 4th of April 1968 in Memphis, Tennessee, Martin Luther King was murdered with a rifle shot before a meeting in a local church. His killer, James Earl Ray, got arrested after some months. The murder made the coloured community furious and gave life to a rebellion, which caused 43 deads and 500 wounded.

Martin Luther King day
Despite his short life, Martin Luther King radically changed the fight for the rights of Afro-American people, giving new life to the ideals of an entire generation, who saw him almost as a prophet. To remember his fight, on the third Monday of each January (near his birthday), in the USA, Martin Luther King’s day is celebrated. The festival was celebrated on January 20 1986 for the first time, after president Ronald Reagan’s law.

(Alice Boni, Giacomo Galluccio e Ilaria Costi 5Q)

***
Chi era Martin Luther King, l’uomo che ha dedicato la sua intera esistenza al movimento per i diritti civili?

Alice Boni, Giacomo Galluccio e Ilaria Costi

Martin Luther King nacque nel 1929 e quest’anno segna il 90esimo anniversario della sua nascita. Era un convinto pacifista del 20esimo secolo e il suo discorso “Io ho un Sogno!” (I have a Dream!) è ancora oggi un forte simbolo di uguaglianza.

Martin Luther King nacque in una famiglia di pastori della chiesa battista il 15 gennaio del 1929, ad Atlanta, in Georgia, nel profondo sud degli Stati Uniti, dove il razzismo era estremamente radicato. Il piccolo Martin realizzò presto che il colore della sua pelle rappresentava un ostacolo travolgente. Per sconfiggere questa discriminazione, dedicò tutto sé stesso agli studi filosofici, diplomandosi e diventando lui stesso un pastore, per combattere la segregazione razziale.

 

La lotta pacifica

King ammirava la figura del Mahatma Gandhi e la sua convinzione nella non-violenza per raggiungere uno scopo sociale o un cambiamento politico. Quando nel 1955, Rosa Parks, l’attivista di colore, fu arrestata perché si rifiutò di cedere il suo posto ad un uomo bianco su un bus, King decise che non era più possibile stare in silenzio davanti alle ingiustizie. Perciò guidò una massiva campagna di boicottaggio delle persone afro-americane contro i trasporti pubblici locali. La campagna durò 382 giorni e finì con una vera importante vittoria: nel 1956 la Corte Suprema degli Stati Uniti d’America stabilì l’incostituzionalità delle leggi sulla segregazione razziale.

I have a dream

Il discorso più famoso di Martin Luther King, che contiene la famosa citazione “Io ho un Sogno!” (I have a  Dream!), ebbe luogo a Washington il 28 Agosto 1963, in occasione di una grande dimostrazione per i diritti civili, di fronte ad una folla di 200.000 persone. Nel suo appassionato discorso, King chiese giustizia e uguaglianza e sognò che i suoi quattro figli avrebbero, un giorno, vissuto in una nazione dove non sarebbero stati giudicati per il colore della loro pelle, ma per  chi erano come persone.

Leggi dei diritti civili

Il 10 Febbraio 1964 venne firmato l’Atto dei Diritti Civili, che aboliva la discriminazione in tutti i servizi pubblici come hotels, motels, ristoranti, stadi, teatri e biblioteche pubbliche, inoltre vennero resi legali i sindacati dei lavoratori. Durante lo stesso anno vinse il Premio Nobel all’età di 35 anni. A quel tempo, fu la persona più giovane ad aver mai vinto quel premio.

Selma

La cittadina americana di Selma, in Alabama, fu’ molto importante per il movimento dei diritti civili degli Afroamericani  negli Stati Uniti. Tre marce di protesta partirono da li. Erano organizzate da Martin Luther King e dirette a Montgomery. La prima fu chiamata “Domenica sanguinosa” ed ebbe luogo il 7 marzo 1965. Quasi 600 persone, che chiedevano il diritto di voto per tutti gli afro-americani e la fine della segregazione razziale, furono fermati dalla polizia mentre stavano attraversando il ponte di Edmund Pettus. Durante l’ultima marcia, il 25 marzo 1965, King e circa 25 mila persone camminarono da Selma a Montgomery, fino al cancello del palazzo del governatore dell’Alabama, per chiedere uguaglianza.

L’assassinio di Martin Luther King

Martin Luther King diventò un punto di riferimento per un’intera nazione, stava diventando sempre più popolare e era il simbolo della lotta per i diritti civili. È per questa ragione che l’america bianca e conservatrice aveva paura di lui. King fu il bersaglio di molte minacce (inclusa una lettera dell’FBI, che lo invitava a suicidarsi) e venne arrestato. Il 30 giugno un attacco terroristico distrusse la sua casa, senza conseguenze per la famiglia. Il 4 Aprile 1968 a Memphis, Tennessee, Martin Luther King fu assassinato con un colpo di fucile, prima di un incontro nella chiesa locale. Il suo assassino, James Earl Ray, fu arrestato qualche mese dopo. L’assassinio fece infuriare la comunità di colore e diede vita ad una ribellione che causò 43 morti e 500 feriti.

Martin Luther King day

Nonostante la sua breve vita, Martin Luther King cambiò radicalmente la lotta per i diritti delle persone afro-americane, dando vita nuova agli ideali di un’intera generazione, che lo vide quasi come un profeta. Per ricordare la sua battaglia, il terzo lunedì di ogni gennaio (vicino al suo compleanno), negli Stati Uniti è celebrato il Martin Luther King’s Day. La festività  fu celebrata il 20 gennaio 1986 per la prima volta, dopo la legge del presidente Ronald Reagan.

(Alice Boni, Giacomo Galluccio e Ilaria Costi 5Q)

Le altre lezioni di inglese.

Agenzia Redacon ©
E' vietata la riproduzione totale o parziale e la distribuzione con qualsiasi mezzo delle notizie di REDACON, salvo espliciti e specifici accordi in materia e con citazione della fonte. Violazioni saranno perseguite ai sensi della legge sul diritto d’autore.

Lascia un Commento

Se sei registrato puoi accedere con il tuo utente e la tua password. Se vuoi registrarti al sito clicca qui.

Altrimenti lascia un commento utilizzando il form sottostante.

Powered by WordPress | Officina48