La comunità Slow Food dell’Appennino Reggiano porta i suoi prodotti in città

Riceviamo e pubblichiamo.

L'idea di Comunità Slow Food dell'Appennino Reggiano, ha come progetto pilota e punto di forza la creazione di nuovi mercati agricoli dove i produttori dell'Appennino che rispettano i requisiti di Slow Food (Buono, Pulito e Giusto), possono far conoscere la vasta gamma di prodotti sani e soprattutto la biodiversità del nostro Appennino.

C'è già un progetto, che dovrebbe partire in primavera, per un mercato della Comunità Slow Food  anche nella città di Reggio Emilia.

Sostenere i mercati agricoli vuole dire mantenere l'economia in Appennino, sostenere le piccole attività agricole ed artigianali che costantemente ogni giorno si prendono cura dell'Appennino, coltivando terreni prima incolti, spesso scomodi e marginali, che le grandi aziende non utilizzerebbero;

Si vuole far cultura alimentare, proponendo ai consumatori  prodotti di notevole qualità e non convenzionali, andando contro alla tendenza delle industrie che puntano all'omologazione e non alla diversificazione.

Lavorare nell'Appennino non è semplice, e questo ha causato un grosso spopolamento, ma fortunatamente oggi ci sono molti giovani e molte piccole realtà che vogliono vivere in Appennino, vogliono rimanere nel territorio e creare nuova economia.

La Comunità vuole sostenere questa realtà attraverso nuovi mercati agricoli sulle orme del Mercato della Terra Slow Food, che potrà anche essere un opportunità per promuovere le attività del Parco dell'Appennino Tosco Emiliano e del MaB Unesco, nasceranno anche nuovi legami con la ristorazione locale ( alcuni ristoratori fanno parte della nostra Comunità, come anche alcuni consumatori )

I nostri progetti a medio e lungo termine per prenderci cura dell'Appennino e per valorizzare e sostenere la nostra realtà e la Biodiversità che lo contraddistingue, sono centrate sull'obiettivo di sviluppare un percorso di azioni e iniziative volte a rafforzare  il valore  delle piazze e dei Mercati Agricoli intesi nel loro senso originario, ovvero come luogo di scambi di conoscenze oltre che commerciali, di positivo rapporto di fiducia, affidabilità, conoscenza diretta tra produttore e cittadini; sviluppare quel potenziale sociale del mercato per avviare nuove concezioni attorno alla "produzione-distribuzione-consumo" di cibo in una nuova alleanza tra produttori e consumatori gli anelli, fino ad ora più deboli,  della catena del valore nella filiera alimentare

Siamo la Comunità Slow Food dell'Appennino Reggiano, un gruppo di produttori dell'appennino, che coltivano in regime biologico o comunque ne rispettano i principi, seguiamo le regole del Mercato della Terra di Slow Food di Buono Pulito e Giusto, pertanto tutti i nostri prodotti sono totalmente coltivati da noi e trasformati nei nostri laboratori aziendali, tutto è prodotto localmente.

Essendo nell'area MaB Unesco, abbiamo anche ricevuto un brand come riconoscimento del nostro progetto, il brand è I Care Appennino per il progetto di creare un mercato dei produttori di montagna in città.

Il mercato  verrà fatto ogni martedi sera dalle 17 alle 19 in piazzale Oscar Romero, zona Polveriera, l'inaugurazione ufficiale sarà martedi 12 novembre e continuerà  settimanalmente allo stesso orario.

Ogni martedi sera il Bar ristorante della Polveriera "Chiacchiere e Cucina" organizzerà un aperitivo con i prodotti della Comunità.

All'inaugurazione saranno presenti  15 aziende di montagna, con prodotti vari,

Tra i nostri prodotti ci sono: farine, cereali, pasta, legumi, prodotti da forno realizzati solo con farine di grani antichi e coltivate dalle aziende della comunità , confetture e conserve, ortaggi e frutta, formaggi di pecora e capra, Parmigiano Reggiano Bio , Yogurt, aceto balsamico tradizionale, senape e prodotti a base di senape, salse con erbe spontanee, miele e prodotti a base di miele, salumi, zafferano. Tutto coltivato nel nostro Appennino e solo dalle aziende della comunità.

Il nostro mercato è un mercato della Comunità Slow Food pertanto troverete ad identificarci le bandiere di Slow Food.

 

Agenzia Redacon ©
E' vietata la riproduzione totale o parziale e la distribuzione con qualsiasi mezzo delle notizie di REDACON, salvo espliciti e specifici accordi in materia e con citazione della fonte. Violazioni saranno perseguite ai sensi della legge sul diritto d’autore.

Lascia un Commento

Se sei registrato puoi accedere con il tuo utente e la tua password. Se vuoi registrarti al sito clicca qui.

Altrimenti lascia un commento utilizzando il form sottostante.

Powered by WordPress | Officina48