Castelnovo, una panchina rossa per non far accomodare la coscienza

In occasione della Giornata internazionale contro la violenza sulle donne, l’associazione “Per Te - Donne insieme contro la violenza” di Castelnovo ne’ Monti propone, come già avvenuto in molti paesi e città d’Italia, l’inaugurazione di una panchina rossa, a simboleggiare la volontà dell’intera comunità di combattere questo fenomeno in costante aumento in ogni realtà.

La panchina rossa richiama alla tragicità degli eventi occorsi a donne delle quali si vuole ricordare la vita che continua attraverso il ricordo, e il monito alle nuove generazioni, di quello che un tempo era “un posto occupato” da loro: amiche, mamme, ragazze, donne trascinate via dalla violenza.

L’associazione “Per Te”, in collaborazione con il Comune e in particolare l’assessorato alle Pari Opportunità, inaugurerà l’installazione della panchina rossa, vicina alla fontana di via Roma (a breve distanza dall’Isolato Maestà), che avrà l’obiettivo di far riflettere tutto l’anno sul tema della violenza contro le donne. L’inaugurazione avverrà alle ore 16 e a seguire ci si trasferirà al Caffè del Teatro Bismantova, dove si terranno letture a cura di Valeria Perdonò, accompagnata dalle musiche eseguite alla chitarra da Timothy Rondanini.

Interverranno inoltre Silvia Dalla Porta, responsabile di zona Cgil, Norma Morelli, segretario della Lega intercomunale Spi Ventasso e componente del Coordinamento donne Spi – Cgil di Castelnovo ne’ Monti, e Giovanni Costi, che illustrerà un nuovo progetto della Cooperativa Giovanni XXIII: Sum, Servizio Uomini Maltrattanti, per una panoramica più ampia su diversi aspetti che possono assumere i contrasti in ambito familiare.

Chiuderà l’evento un aperitivo – buffet offerto da Coop Alleanza 3.0.

“Quello che viene portato a compimento il 30 novembre – spiegano l’assessore Lucia Manfredi e la consigliera comunale Sabrina Fiori – è un progetto che era stato avviato già nel precedente mandato, insieme a Per Te – Donne insieme contro la violenza. Ha collaborato anche l’artista castelnovese Simona Sentieri, per dipingere la panchina. L’obiettivo dell’installazione è dare un segno tangibile in paese sull’attenzione a questo tema non solo in occasione della giornata internazionale, ma per tutto l’anno. La comunità castelnovese e di tutto l’Appennino è fortemente sensibile in questo senso, ma è anche pronta a impegnarsi in prima persona attraverso le associazioni, come dimostrano le molteplici iniziative di questi giorni. Associazioni che ringraziamo per il loro contributo fondamentale per diffondere ulteriore sensibilità e attenzione: purtroppo il nostro territorio, nonostante questa rete diffusa, non è esente da episodi di violenza e prevaricazione, verso i quali dobbiamo assolutamente mantenere alta la guardia”.

Agenzia Redacon ©
E' vietata la riproduzione totale o parziale e la distribuzione con qualsiasi mezzo delle notizie di REDACON, salvo espliciti e specifici accordi in materia e con citazione della fonte. Violazioni saranno perseguite ai sensi della legge sul diritto d’autore.

Lascia un Commento

Se sei registrato puoi accedere con il tuo utente e la tua password. Se vuoi registrarti al sito clicca qui.

Altrimenti lascia un commento utilizzando il form sottostante.

Privacy Policy

Powered by WordPress | Officina48