Corriere affollate: tre punti di pericolo segnalati da un abbonato

Riceviamo e pubblichiamo

-----

Seta è una società che si occupa di trasporti pubblici e fornisce servizio da settembre a giugno agli studenti, e non solo, perché anche molti insegnanti usufruiscono delle corriere per evitare l’utilizzo delle automobili.
Seta però, fin dall'inizio delle scuole, quest’anno non ha mostrato un servizio adeguato e sicuro per gli studenti e per tutti gli utenti in generale.
Primo dei problemi fondamentali è che spesso e volentieri le corriere non rispettano gli orari di marcia; questo causa il ritardo sui posti di lavoro e a scuola e ciò consegue anche un po’ di disagio. Fortunatamente questo problema sembra essersi risolto a seguito di una riunione avvenuta con i presidi degli istituti superiori di Castelnovo ne’ Monti.
Il secondo problema è che le corriere, specialmente quella che arriva a Casina e quella che va fino a Reggio, sono spesso sovraffollate, questo accade perché chi sale si sofferma nella parte centrale, nella zona riservata agli invalidi. Ciò spesso accade perché c’è gente che nel corridoio si ferma e non scorre avanti o indietro, ostruendo il passaggio. Tutto questo è pericoloso per chi sta in piedi, rischia di cadere e fare del male anche ad altri oltre che per chi alle fermate deve scendere, perché si ritrova in mezzo ai piedi zaini e ragazzi.
L’ultimo dei punti che causano pericolo nelle corriere è che gli autisti, che spesso sono nuovi, non conoscono bene la strada e si trovano a dover inchiodare, rendendo ancora più difficile per chi è in piedi restarvici. Oltre a inchiodare però ci sono autisti che sulla strada cercano di recuperare il ritardo, andando a una velocità un po’ elevata e anche ciò crea pericolo per chi è costretto a stare in piedi per mancanza di posti a sedere.

(N.R.)

Agenzia Redacon ©
E' vietata la riproduzione totale o parziale e la distribuzione con qualsiasi mezzo delle notizie di REDACON, salvo espliciti e specifici accordi in materia e con citazione della fonte. Violazioni saranno perseguite ai sensi della legge sul diritto d’autore.

2 Commenti

  1. Non solo quella di Casina: anche quella che va a Vetto è super affollata, con rischio dei ragazzi..

    Commento firmato

    Rispondi
  2. Volevo solo fare chiarezza e non polemica su quello che ho letto in questo articolo. Premetto che sono autista seta e delegato sindacale in seta e soprattutto ero presente alla riunione di lunedì scorso in comune e dunque sono a conoscenza dei vari problemi inerenti al trasporto pubblico. Riguardo al primo punto ,il ritardo e dovuto semplicemente al cambio di tragitto per uscire da Castelnovo, questo dovuto alla chiusura del ponte vicino al grattacielo.nella riunione ci è stato fornito un dato dal agenzia della mobilità dove per effettuare questo giro l’autobus ci mette dai 7 ai 10 minuti in più, questo in condizioni di strada asciutta e non con neve o ghiaccio e da qui che le coriere hanno un ritardo,con il sindaco e agenzia della mobilità stiamo guardando di risolvere il problema.per la precisione alla riunione erano presenti ,non i presidi delle scuole ma bensì un comitato di pendolari che viaggio no tutti giorni tra Castelnovo e Reggio. Secondo punto in esame il discorso dei autobus pieni,purtroppo ci sono sempre stati ed è di difficile sistemare questo problema, un po’ per colpa dei ragazzi,dove prendono sempre le stesse coriere perché trovano l’amico o la morosa ,questo comporta che ci sono corierr piene e coriere con posti liberi.sicuramente sin potrebbe fare di più mettendo dei bis per determinate tratte ,questo però è un problema che non si può affrontare su redacon. Terzo e ultimo punto, ultimamente in montagna abbiamo avuto e stiamo avendo un ricambio di autisti,dovuto a autisti che stanno andando in pensione,questo principio andrà avanti per i prossimi due anni dove seta dovrà sostituire diversi autisti cosiddetti storici.questi ragazzi nuovi devono accumulare esperienza e potrebbe capitare che ci scappi qualche frenata brusca,ma sono tutti autisti professionali ,ci vuole pazienza e vedrete che il problema sparirà. Ripeto il mio intervento era per chiarire e non per fare polemica,il confronto civile può aiutare sia noi autisti che voi utenti.grazie

    Fabrizio

    Rispondi

Lascia un Commento

Se sei registrato puoi accedere con il tuo utente e la tua password. Se vuoi registrarti al sito clicca qui.

Altrimenti lascia un commento utilizzando il form sottostante.

Privacy Policy

Powered by WordPress | Officina48