Vania Tronconi, narratrice per immagini

"L'Appennino è la mia casa, il luogo dove ritorno", afferma sorridente Vania Tronconi, narratrice di umanità attraverso immagini e voce. Infatti sono il canto e la fotografia le sue passioni. Quest'ultima, tuttavia, gliel'ha fatta scoprire l'Africa, il Mali in particolare, dove si recò una ventina d'anni fa in compagnia della sua prima macchina fotografica, dono dei genitori.

Il vasto mondo di cui fare esperienza, vivendo in luoghi altri rispetto alla natia Ramiseto, per poi tornare, qualche anno fa, ad abitare sui monti. E permettere "ai faggi, i castagni, alle persone", che popolano questi luoghi e che rappresentano "le mie radici", di nutrirne l' ispirazione.

Dall'attenzione per la sua terra, è nata l'idea di "fotografare gruppi familiari di donne" del ramisetano, realizzando una narrazione per immagini focalizzata sul punto di vista femminile. I proventi di questa iniziativa sono stati poi investiti a favore della comunità. Ciò che emerge spesso dalle sue parole è proprio l'attenzione per l'altro, che si tratti di un essere vivente o un paesaggio - e forse proprio da qui nasce la sua predisposizione a cogliere dettagli con la sua reflex.

Lasciamo che la sua voce accogliente ci spieghi cosa intende lei per Appennino al link:

Agenzia Redacon ©
E' vietata la riproduzione totale o parziale e la distribuzione con qualsiasi mezzo delle notizie di REDACON, salvo espliciti e specifici accordi in materia e con citazione della fonte. Violazioni saranno perseguite ai sensi della legge sul diritto d’autore.

4 Commenti

  1. Grande Vania. Orgoglioso di averti come vicina, e compaesana. Una grande e “tosta” montanara. BRAVA!
    Un saluto, dall’altra riva del rio Corvo,
    Alessandro Davoli

    Alessandro Davoli

    Rispondi
  2. Brava Vania, poliedrica artista del nostro Appennino…
    Ti abbraccio,Pif

    Pif

    Rispondi
  3. Una grande persona…una grande artista … Un grandissimo cuore …fiore della nostra montagna. Grazie Vania.

    Monia

    Rispondi
  4. Che piacere….. se ricordo bene ci siamo conosciuti a Cerreto Alpi ai primi di Novembre al Metato dei Briganti.
    Saluti e Auguri di BUONE FESTIVITA’. Giovanni.

    p.s. attendo 2° strofa di ” O CERRETO PAESE GENTILE”

    penserini giovanni

    Rispondi

Lascia un Commento

Se sei registrato puoi accedere con il tuo utente e la tua password. Se vuoi registrarti al sito clicca qui.

Altrimenti lascia un commento utilizzando il form sottostante.

Privacy Policy

Powered by WordPress | Officina48