Capodanno al Cerreto: troppo disordine e rifiuti. Il commento delle autorità

Plastiche, bottiglie, bicchieri e rifiuti di ogni genere. Dopo i festeggiamenti di Capodanno  si inizia a fare la conta dei danni. Alcuni cittadini hanno testimoniato con i loro scatti l'inciviltà di alcune persone che ha festeggiato stappando bottiglie e gettando l'immondizia direttamente nel lago del Cerreto. Un brutto gesto, irrispettoso nei confronti delle bellezze naturali del posto e degli abitanti locali.

"I festeggiamenti di San Silvestro a Cerreto Laghi  - commentano Antonio Manari, sindaco di Ventasso e Fausto Giovanelli, presidente del Parco Nazionale dell'Appennino tosco emiliano -  hanno purtroppo registrato un grave incidente con il ferimento di un giovane ospite oltre a una serie, non accettabile, di eccessi e azioni non rispettose nei confronti delle persone e dei luoghi. Ciò ha reso difficile e impegnativa l’azione di controllo delle forze dell’ordine presenti.Pur apprezzando l’arrivo e il soggiorno i tanti giovani e giovanissimi a Cerreto Laghi, riteniamo doveroso assumere iniziative che - per il prossimo capodanno - apportino elementi di qualificazione dell’offerta culturale e ambientale e assicurino al tempo stesso maggiori monitoraggio e controlli di sicurezza e civiltà della manifestazione. In tal senso il Comune di Ventasso e il Parco Nazionale dell’Appennino tosco-emiliano si impegnano concordemente ad assumere un’iniziativa e a formulare proposte di intesa e collaborazione con le rappresentanze delle forze dell’ordine, della protezione civile e degli operatori locali."

Agenzia Redacon ©
E' vietata la riproduzione totale o parziale e la distribuzione con qualsiasi mezzo delle notizie di REDACON, salvo espliciti e specifici accordi in materia e con citazione della fonte. Violazioni saranno perseguite ai sensi della legge sul diritto d’autore.

3 Commenti

  1. Speriamo bene, l’unica soluzione è fare un’azione coordinata e congiunta tra i vari enti, con un certo anticipo.

    Io ho smesso di andare a Cerreto Laghi a capodanno proprio per i motivi citati.

    Miriano Monnanni

    Rispondi
  2. Purtroppo queste non sono più feste di Capodanno ma di sballo e devastazione in un posto di montagna e vacanza con famiglie. Le autorità dovrebbero intervenire drasticamente assieme alle forze dell’ordine per tornare alla normalità della festa, se no si rischia di perdere tutto il poco turismo che è rimasto .
    Saluti da un affezionato del Cerreto

    1970

    Rispondi
  3. Non si può combattere comportamenti scorretti nei confronti di persone o cose con l’aumento delle forze dell’ordine, chi commette certi gesti deve sapere di essere punito con severità e non con una pacca sulla spalla, in Italia siamo al punto di non ritorno, sono venuti a meno i valori, gli insegnamenti, il rispetto della legge, delle abitudini e delle tradizioni; non c’è più religione nel vero senso della parola, questo non è più un paese vivibile; giornali e TV ogni giorno elencano la cronistoria di incidenti stradali, accoltellamenti, sparatorie, rapine, violenze, omicidi; chi manderebbe la propria figlia in giro da sola quando scende il buio come succedeva un tempo senza timori?. Questo è semplicemente il risultato del buonismo e del tollerare tutto; l’ordine e la legge vanno ripristinati, per ridare una speranza alle future generazioni.

    Franzini Lino

    Rispondi

Lascia un Commento

Se sei registrato puoi accedere con il tuo utente e la tua password. Se vuoi registrarti al sito clicca qui.

Altrimenti lascia un commento utilizzando il form sottostante.

Privacy Policy

Powered by WordPress | Officina48