Mangiatrekking lancia un concorso di foto di tramonti

Nelle terre ove si sviluppa la cultura agricola connessa con i grani antichi e la castanicoltura, mentre cresce la collaborazione  tra i Comuni, gli Enti Parco e l’associazione Mangia Trekking, aumentano le proposte di Alpinismo Lento.

Iniziative che contribuiscono a richiamare l’attenzione su territori ricchi di storia e di opportunità. Luoghi ideali per le attività outdoor, e dove un’enogastronomia tradizionale e di alta qualità rafforza sempre più il “turismo lento” territoriale.

Ultima iniziativa avviata da Mangia Trekking, organizzata dall’atleta olimpionica Alessandra Borio, e dalla pittrice Lidia Secco, nel quadro del progetto Parchi di mare e d’Appennino, ha riguardato la caccia ai bellissimi tramonti (come da concorso annuale organizzato dall’associazione) ed ai reperti storici.

Infatti, il gruppo di amici ed amiche del Mangia Trekking, attraversando un lungo tratto montano tra i più panoramici sulle province di La Spezia, Massa Carrara e Reggio Emilia, è andato a ritrovare e fotografare prima, un cippo datato 1780, e poi degli splendidi tramonti che dai crinali traguardavano laggiù sul mare.

Nel corso dell’iniziativa non è mancata neppure una ricca degustazione di prodotti tipici. Così i percorsi Verde Trekking (verde-natura) continuano a caratterizzare l’incontaminatezza dei luoghi, e da lì, come servizio per tutte le strutture di ricezione turistica, concorrono fattivamente a promuovere e valorizzare i territori di montagna .

Agenzia Redacon ©
E' vietata la riproduzione totale o parziale e la distribuzione con qualsiasi mezzo delle notizie di REDACON, salvo espliciti e specifici accordi in materia e con citazione della fonte. Violazioni saranno perseguite ai sensi della legge sul diritto d’autore.

Lascia un Commento

Se sei registrato puoi accedere con il tuo utente e la tua password. Se vuoi registrarti al sito clicca qui.

Altrimenti lascia un commento utilizzando il form sottostante.

Privacy Policy

Powered by WordPress | Officina48