Castelnovo ne’ Monti: in distribuzione le mascherine gratuite dalla regione Emilia-Romagna

Nelle scorse ore sono pervenute le mascherine acquistate dalla regione Emilia-Romagna per i comuni dell'Unione Appennino, che saranno distribuite gratuitamente alle famiglie del territorio.

Per il Comune di Castelnovo ne' Monti le mascherine disponibili sono 4700. Nei prossimi giorni la Croce Verde di Castelnovo ne' Monti e Vetto, l'Associazione Nazionale Alpini e l'Associazione Cieli Sereni provvederanno a consegnare, nella cassetta della posta di ciascuna famiglia, una busta con dentro una mascherina.

“L’utilizzo diffuso dei dispositivi di protezione – spiega la nota della regione – ha un concreto effetto positivo sul contenimento del contagio, a partire dai comportamenti individuali. Con quasi due milioni di mascherine destinate a tutta la regione, vogliamo dare un primo aiuto diretto su questo fronte”.

Modalità di vestizione: togliere ogni monile e oggetto personale, lavarsi le mani con acqua e sapone o soluzione alcolica, controllare l’integrità dei dispositivi (non utilizzare dispositivi non integri), indossare la mascherina.

Per la svestizione: evitare qualsiasi contatto tra la mascherina potenzialmente contaminata e il viso, le mucose o la cute, rimuovere la mascherina maneggiandola dalla parte posteriore o dagli elastici, lavarsi le mani con soluzioni alcolica o con acqua e sapone. Le mascherine vanno smaltite nei rifiuti indifferenziati.

Le mascherine consegnate nascono come monouso, ma in questo contesto di emergenza, fino a quando non saranno disponibili in maggior quantità, è possibile il riutilizzo sotto determinate condizioni: le mascherine non devono essere scambiate, dopo l'utilizzo per alcune ore possono essere riposte o appese in luogo pulito e riutilizzate il giorno successivo (eventualmente previa disinfezione con alcool), devono rimanere nel contesto domestico - familiare e non utilizzate come dispositivo nei luoghi di lavoro.

Agenzia Redacon ©
E' vietata la riproduzione totale o parziale e la distribuzione con qualsiasi mezzo delle notizie di REDACON, salvo espliciti e specifici accordi in materia e con citazione della fonte. Violazioni saranno perseguite ai sensi della legge sul diritto d’autore.

3 Commenti

  1. Grazie delle preziose informazioni.
    Vi chiedo di fare presente anche che le mascherine vanno indossate in modo che aderiscano bene al volto e coprano bocca e naso: ho avuto modo oggi di notare che alcuni le indossano coprendo solo la bocca, vanificando così la loro funzione protettiva.

    SG

    Rispondi
  2. Abbiamo ricevuto ieri le mascherine inviate dalla Regione e consegnate da membri della Protezione Civile, una per famiglia. Vorrei chiedere agli addetti ai lavori, come sia possibile una disuguaglianza abbastanza strana nella suddivisione delle suddette.
    Infatti so che che a Villa Minozzo e Parma vengono distribuite una per ogni componente la famiglia, Castelnovo una per ogni famiglia (no sens), credo che la SPESA (buste e consegna a domicilio) sia maggiore dell’ IMPRESA ( 1 mascherina ogni nucleo). La mie considerazioni sono:
    – La regione è la stessa (Emilia Romagna per Reggio e Parma)
    – la provincia uguale ( Reggio Emilia per Castelnovo e Villa Minozzo)
    – il Comune diverso (per Castelnovo, Villa e Parma),
    allora chi e in base a quale criterio viene stabilita la suddivisione delle mascherine, perchè mi sembra quantomeno anomala la cosa.
    Grazie a chi fornirà una risposta a questa mia piccola e semplice curiosità.

    Commento firmato

    Rispondi

Lascia un Commento

Se sei registrato puoi accedere con il tuo utente e la tua password. Se vuoi registrarti al sito clicca qui.

Altrimenti lascia un commento utilizzando il form sottostante.

Privacy Policy

Powered by WordPress | Officina48