Bollettino Unità Pastorale di Carpineti

UNITA’ PASTORALE DI CARPINETI (335/8257036)

 San Prospero, San Biagio, San Donnino, San Pietro,

Onfiano, Pantano, Pianzano, Poiago e Pontone

Vita parrocchiale dal 07 al 14 giugno 2020

 

DOMENICA 

07 giugno

Solennità della Ss. Trinità. Aperte le chiese di Carpineti, con N°88 e Pontone con N° 28 partecipanti per ogni celebrazione. S. Messe ore 8.30 (def. Campani Lucio e Norina) ore 11.15 (pro populo) ore 18.00(def. Bertolini Alide) Pontone ore 10.00
LUNEDI’

08 giugno

S. Messa: ore 18.00 (libera intenzione) in chiesa
MARTEDI’

09 giugno

S. Messa ore 18.00 (libera intenzione)in chiesa
MERCOLEDI’

10 giugno

S. Messa: ore 10.30 (def.Zafferri Remo e Rina)in chiesa
GIOVEDI’

11 giugno

Festa di S. Barnaba dalle ore 17,00 alle 18.00 Adorazione

S. Messa: ore 18.00 (def. Passoni Iole)in chiesa

VENERDI’

12 giugno

S. Messa: ore 18.00 (def. Rossi Adelmo) in chiesa
SABATO

13 giugno

Festa di S. Antonio da Padova.

S. Messa: ore 10.00 (libera intenzione)in chiesa

DOMENICA

14 giugno

È vocazione della Chiesa vivere sempre tesa verso la piena conoscenza di Dio, amore, verità e vita, fino a “rendere presenti e quasi visibili Dio Padre e il Figlio suo incarnato, rinnovando se stessa e purificandosi senza posa sotto la guida dello Spirito Santo”.

Solennità del Corpus Domini. Aperte le chiese di Carpineti, con N°88e Pontone con N° 28partecipanti per ogni celebrazione.S. Messe ore 8.30 (libera intenzione) ore 11.15 (pro populo)

ore 18.00(def. Cacioffo Nina)Pontone ore 10.00

 

MEDITAZIONE DOMENICALE Mistero d’amore per la salvezza del mondo. Dopo le feste pasquali e la solennità di Pentecoste il tempo ordinario inizia ponendo al centro il mistero cristiano: l’amore eterno del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. La liturgia della Parola di oggi ne sottolinea alcuni aspetti. La prima lettura presenta un Dio che non si stanca mai e sempre di nuovo ricuce l’alleanza distrutta dalla disobbedienza del peccato. Quando l’uomo si lascia ingannare, Dio cerca di riproporgli il suo amore. Dio esce dalla sua nube e parla amorevolmente con il suo popolo attraverso Mosè: misericordia e pietà sono le sue credenziali. Per questo nella seconda lettura, la Chiesa, secondo l’invito dell’apostolo Paolo alla comunità di Corinto, deve vivere il bene più prezioso che gli è stato versato in grembo: la presenza del Signore risorto. La sua grazia e la sua pace possono abitare dentro la chiesa viva. Chi vive di lui e con lui è davvero in pace. In fine, nel brano del vangelo di Giovanni viene tratteggiato il volto del Padre così come è presentato da Gesù. Dio è colui che non perde nessuno dei suoi figli, va a cercarli, vuole che si salvino attraverso di lui. Gesù ci tiene legati a sé e, nel contempo, ci riporta a quell’amore del Padre senza il quale non possiamo vivere. Credere o non credere non stanno sullo stesso piano. Credere, per Gesù, significa avere la vita. Lasciare Dio significa morire. Lo Spirito dell’amore può riportarci, ogni volta, in quella casa nella quale sono sempre a disposizione dell’uomo la grazia della salvezza, il perdono dei peccati e l’abbraccio del Padre.

LA GIOIA DI UN BATTESIMO.Oggi 07 giugno festa della Santissima Trinità, alle ore 16.00 Marchesi Fabio e Dutkiewcz Barbara portano in chiesa il loro figlio Flavio e chiedono per lui la grazia del Battesimo.Battesimo è «rigenerazione» e «rinascita». «Andate e fate discepoli tutti i popoli, battezzandoli nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo»,sono le ultime parole di Gesù risorto agli apostoli, che sono un mandato preciso. Attraverso il lavacro battesimale, chi crede in Cristo viene immerso nella vita stessa della Trinità. Non siamo isolati, noi battezzati, siamo membri del corpo di Cristo, che è la Chiesa, e partecipi della sua missione nel mondo. Una stessa vita, quella dello Spirito Santo, scorre dal Cristo ai battezzati, unendoli in un solo Corpo,il battesimo permette a Cristo di vivere in noi e a noi di vivere uniti a lui. Ricevuto una sola volta, il lavacro battesimale illumina tutta la nostra vita, guidando i nostri passi fino alla Gerusalemme del cielo. C'è un prima e un dopo il battesimo, Il sacramento suppone un cammino di fede. Anche i bambini, fin dall'antichità, sono battezzati nella fede dei genitori. Alcuni pensano: ma perché battezzare un bambino che non capisce? Aspettiamo che cresca, che capisca e che sia lui stesso a chiedere il battesimo. Ma questo significa non avere fiducia nello Spirito Santo,perché quando noi battezziamo un bambino, entra in lui lo Spirito Santo e lo fa crescere nelle virtù cristiane che poi fioriranno. Sempre si deve dare questa opportunità a tuttii bambini, di avere dentro di loro lo Spirito Santo, che li guidi durante la vita. Cari genitori, fate un regalo grande al vostro bimbo donandogli il Battesimo. Per la nostra Unità Pastorale questo è il primo Battesimo in questo “particolare” anno 2020: e io sono felice di amministrarlo. Avete scelto di chiamare Flavio la vostra creatura, un nome che deriva dal latino e significa: “con i capelli biondi”. Non sarà certamente importante il colore dei suoi capelli, ma sarà necessario che voi lo aiutiate a far funzionare bene quello che è sotto il cuoio capelluto, il miracolo di una “materia grigia” che il Creatore ci ha donato per permetterci di conoscerlo e di amarlo, amandoci tra di noi. La Santissima Trinità e Maria Madre di Gesù vi illuminino nel difficile ma bellissimo compito di educare un figlio. Benvenuto a Flavio e felicitazioni ai genitori.

 

FESTA DI SANT’ANTONIO DA PADOVA.La Parrocchia di Pantano lo venera come compatrono, ma quest’anno non sarà possibile celebrare la festa in quella chiesa, e nemmeno avrà luogo la processione con l’immagine del Santo. Invito tutti a partecipare sabato 13 giugno alla S. Messa in onore del Santo in chiesa a Carpineti alle ore 10.00. S. Antonio prega per noi.

 

BENEDIZIONI ALLE FAMIGLIE. Non si possono fare con la consueta modalità, ma se una famiglia desidera riceverla, previo appuntamento e rispettando il protocollo, è possibile. Comunico questo perché in diverse persone mi hanno interpellato e a casa di chi lo ha desiderato sono andato. Questo vale anche per chi desidera venire in chiesa e ricevere il sacramento della Confessione. Il numero del mio cellulare è 335 8257036.

 

NOTIZIE CARITAS. Da mercoledì scorso ha riaperto il “mercatino” in piazza e pure la distribuzione dei vestiti il venerdì pomeriggio a san Prospero. La distribuzione dei viveri avviene ogni quindici giorni presso la canonica, le famiglie che ne usufruiscono, vengono avvertite ogni volta per poter venire a ritirarli. Rinnovo il ringraziamento, ai volontari e ai donatori.

 

Offerte ricevute.In memoria di Montelaghi Italo, Loredana, Giuliano, Gloria,Gioconda ed Iside, per l’asilo parrocchiale. Olmi Morena per la chiesa.  Anonimi offerenti per la Caritas di Unità Pastorale. A tutti grazie!

 

 

È vocazione della Chiesa vivere sempre tesa verso la piena conoscenza di Dio, amore, verità e vita, fino a “rendere presenti e quasi visibili Dio Padre e il Figlio suo incarnato, rinnovando se stessa e purificandosi senza posa sotto la guida dello Spirito Santo”.

 

 

Agenzia Redacon ©
E' vietata la riproduzione totale o parziale e la distribuzione con qualsiasi mezzo delle notizie di REDACON, salvo espliciti e specifici accordi in materia e con citazione della fonte. Violazioni saranno perseguite ai sensi della legge sul diritto d’autore.

Lascia un Commento

Se sei registrato puoi accedere con il tuo utente e la tua password. Se vuoi registrarti al sito clicca qui.

Altrimenti lascia un commento utilizzando il form sottostante.

Privacy Policy

Powered by WordPress | Officina48