Casina, associazioni solidali con ristoratori e negozi: niente feste d’estate. Il plauso del Comune

“L’Appennino è fatto così: gente che si impegna e a volte discute ma, quando c’è da darsi una mano ci si rimbocca le maniche, si fanno sacrifici e ci si aiuta, anche se questo comporta qualche rinuncia”. Maurizio Cineroli, vicesindaco di Casina, commenta così la scelta unanime di tutte le associazioni del territorio di questo paese appenninico di non organizzare alcun appuntamento estivo per invitare turisti e residenti a riversarsi nei ristoranti e negli esercizi del territorio così duramente provati dall’emergenza coronavirus.

“E’ una scelta molto coraggiosa che come Amministrazione comunale rispettiamo e condividiamo – aggiunge Cineroli – sappiamo, d’altro canto, che le manifestazioni del periodo estivo sono lo strumento col quale le stesse associazioni finanziano loro stesse. In questo caso hanno deciso da un lato di fare fronte ai propri fabbisogni con risorse proprie o altri strumenti di finanziamento, dall’altro di sostenere gli esercizi locali che, proprio nel periodo estivo quando l’Appennino si ripopola di turisti, proveranno a recuperare parte di quanto perso negli ultimi tre mesi”.

A Casina, per altro c’è una particolarità di tutto rispetto: “esistono 34 associazioni di volontariato, un dato pressoché unico se si considera che abbiamo solo 4.400 abitanti. Bello, anche, perché ci si impegna, a volte, in diverse associazioni contemporaneamente. Almeno 3 residenti su 4 – spiega Cineroli – sono impegnati in qualche associazione. A tutti dico grazie a nome dell’intero consiglio comunale dove, a loro volta, quasi tutti i consiglieri fanno volontariato. Le associazioni casinesi hanno a cuore il loro paese e non solo per i reciproci interessi associativi, ma anche come comunità. Nel 2020 avremo, certo, molte feste in meno, ma ci riscopriamo con un cuore comune molto più grande”.

Ne parliamo con alcuni volontari. Matteo Domenichini, 45 anni, è nell’attivissima associazione Pro Loco di Cortogno, attiva dal 1973, oltre che nella parrocchia. Tradizionalmente, nelle bella stagione, si succedono appuntamenti a base di tortellate, polentate,  commedie dialettali, marce podistica, festa del marrone,  cene  della solidarietà, promozione del Parmigiano Reggiano. I proventi sostengono la beneficienza, l’acquisto di attrezzature, interventi sul territorio (come il ripristino dei sentieri). Quindi con Sergio Balestrazzi delle associazioni Amici di Leguigno, Uts Leguigno, Circolo Acli, che svolgono attività per il paese e per le persone bisognose.

“E’ una scelta questa – spiegano all’unisono – della quale siamo da subito stati promotori e concordi nella decisione scaturita tra tutte le associazioni. E’ una tutela per ristoranti ed esercenti del comune, i quali, spesso, ci hanno comunque riconosciuto il ruolo di portare persone sul territorio con i vari appuntamenti che organizzavamo”.

Andrea Soncini è presidente della Croce Rossa di Casina. I volontari del soccorso durante l’emergenza nei mesi di marzo aprile hanno svolto 180 servizi di emergenza urgenza, trasportando 120 pazienti positivi o sospetti positivi. Commenta: “non faremo la festa del 35° anno di fondazione che era prevista per i primi di luglio, rinviata al prossimo anno. Non gestiremo il punto ristoro della Fiera del Parmigiano Reggiano che lo scorso anno ospitò 4500 persone. Da un lato dobbiamo rispettare le regole previste dalle normative, ma crediamo di dovere lasciare spazio alla attività che sono state chiuse per così tante settimane. Collaboreremo eventualmente con microappuntamenti che abbiano l’obiettivo di tenere comunque viva, anche con lo svago, la montagna”.

 

 

 

Questo l’elenco delle associazioni di volontariato presenti sul territorio comunale di Casina:

A.N.A. Associazione Nazionale Alpini Paullo,  A.S.D. Fustal Casina, A.S.D. Montagna,

A.S.D. Realcasina, Associazione Casina Dei Bimbi, Associazione Culturale "Amici Di Sordiglio", Associazione Culturale Insieme Per Pianzo, Associazione Di Protezione Civile I Lupi Dell'appennino Reggiano, Associazione Giovani Giandeto, Associazione Sportiva I Tornanti Per Fosco, Associazione Sportiva Piccolo Mondo, Associazione Turistica Pro Cortogno, Associazione Turistica Pro Migliara, Auser Delegazione Di Casina, Avis Sezione Locale Di Casina, Bergogno Medioevale, Botel Del Tassobbio A.S.D., Centro Comunale Casa Cantoniera, Circolo A.N.S.P.I. G. Gregori, Circolo La Brugna, Consorzio Ars Canusina, Croce Rossa Italiana Casina, Effetto Notte, Federcaccia Federazione Italiana Caccia, Il Filo Magico Scuola Di Ricamo, Lions Club, Moto Club Ting'avert, Oratorio Insieme Leguigno, Protezione Civile Delegazione Di Casina – A.N.A., Sport Club Casina, U.S. Bocco, U.S.T. Paullo A.S.D., U.T.S. Leguigno, Vivere Casina.

Agenzia Redacon ©
E' vietata la riproduzione totale o parziale e la distribuzione con qualsiasi mezzo delle notizie di REDACON, salvo espliciti e specifici accordi in materia e con citazione della fonte. Violazioni saranno perseguite ai sensi della legge sul diritto d’autore.

2 Commenti

  1. Anche a me sembra una decisione saggia, e altrettanto apprezzabile la relativa motivazione, ossia quella di “invitare turisti e residenti a riversarsi nei ristoranti e negli esercizi del territorio così duramente provati dall’emergenza coronavirus”.

    P.B. 09.06.2020

    P.B.

    Rispondi
  2. condivido il commento di P.B. ed aggiungo che tali esercizi non solo sono rilevanti economicamente ma rivestono un ruolo socializzante che lo SPI-CGIL riconosce particolarmente importante per il nostro appennino.
    Grazie per la scelta
    Alberto Tondelli

    Alberto Tondelli

    Rispondi

Lascia un Commento

Se sei registrato puoi accedere con il tuo utente e la tua password. Se vuoi registrarti al sito clicca qui.

Altrimenti lascia un commento utilizzando il form sottostante.

Privacy Policy

Powered by WordPress | Officina48