Elisa Teneggi presenta il suo primo romanzo “Autoritratto con famiglia”

Giovani scrittori crescono e adesso è arrivato il turno di Elisa Teneggi, che a soli 25 anni è vicina a pubblicare il suo primo romanzo. Elisa è nata e cresciuta a Reggio Emilia, ma le sue radici sono da ricercare in Appennino: suo padre è infatti originario di Rosano di Vetto e buona parte della sua famiglia vive ancora tra Castelnovo Monti e la nota località vettese.
Dopo avere conseguito il diploma scientifico al Liceo “Spallanzani” Reggio Emilia, Elisa si sposta a Milano per intraprendere il percorso universitario: in 5 anni consegue sia la laurea triennale che quella magistrale in Letteratura e lingue straniere. Nel 2019, la 25enne desidera approfondire gli studi in una delle sue più grandi passioni, il cinema, decidendo così di trasferirsi ad Edimburgo per conseguire il Master “Film Studies” presso The University of Edinburgh.
I primi amori della giovane reggiana sono però la lettura e la scrittura, quest’ultima da sempre praticata ma mai condivisa con il grande pubblico. E oggi, con “Autoritratto con famiglia”, Elisa sta cercando di portare il suo lavoro, i suoi pensieri e il suo talento in libreria.

L'autrice Elisa Teneggi

Quando è nata la tua passione per la scrittura?
Più che una passione è una forma di comunicazione che da sempre amo utilizzare e scrivere per me è sempre stata un’azione naturale, sin dall'infanzia. Poi, con il passare del tempo, si è trasformata nello strumento perfetto per esprimermi e per esternare i miei pensieri. Fino a poco tempo fa, tutto ciò che scrivevo lo tenevo per me e non avevo mai pensato di condividerlo. Dopo i 20 anni, sono invece diventata più consapevole di questa passione e ho capito che poteva ricoprire uno spazio sempre più importante nella mia vita. E forse trasformarsi in una professione. Le prime pubblicazioni hanno avuto luogo alla fine della laurea triennale, quando ho iniziato a postare qualche articolo su blog specializzati nel mondo del cinema, della letteratura e dei viaggi.
Cosa significa per te scrivere?
Per me scrivere significa lasciarsi andare e scrivere è per me un atto di libertà. Non voglio scrivere per produrre qualcosa di “egocentrico” e per parlare di me, bensì per raccontare attraverso storie e personaggi quello che penso, credo e sento.
Ora parlaci della genesi del tuo libro.
Il libro ho iniziato a scriverlo durante il primo anno di laurea magistrale. Si tratta di un lavoro che si è sviluppato nel corso di un lungo periodo concluso poco tempo fa con il perfezionamento del testo e l’editing. Da tempo stavo vivendo una fase in cui ero carica di pensieri, emozioni, sensazioni che vivevano in me e necessitavano di essere esternate. Così ho pensato che riportarli su carta potesse essere utile per dare loro un ordine e un significato. La scrittura, per me, è stata spesso una valvola di sfogo da poter utilizzare a piacimento e a seconda dell’esigenza. Poi, rileggendo il romanzo, mi sono resa conto che la storia era interessante e poteva essere altrettanto interessante poterla farla leggere anche a qualcun altro.

Di cosa parla “Autoritratto con famiglia”?
E’ il racconto di un lui e di una lei impegnati in una relazione sentimentale che stanno però vivendo un periodo difficile di coppia. Il libro è diviso in tre parti: nella prima e nell'ultima (intitolate “Monologhi” e “Conclusioni”), i personaggi raccontano in prima persona al lettore i loro pensieri, le loro azioni, le loro giornate ed emozioni vissute durante la vita quotidiana. Ogni segmento narrativo ha inizio con un’azione che il personaggio sta svolgendo. Poi il racconto di questi semplici momenti quotidiani si evolve, prende altre direzioni e i pensieri del protagonista si allargano e “degenerano” in riflessioni che abbracciano diverse tematiche. I loro pensieri creano quindi delle storie, molte delle quali si proiettano nel futuro, con ipotesi e piani che coinvolgono anche il partner. Queste riflessioni suscitano gioia, preoccupazioni, piacere e ansie sul destino della loro relazione.
La sezione centrale, dal titolo “Ritratto di famiglia”, è il momento più narrativo del romanzo, quello in cui accadono più fatti ed eventi. In questa fase vengono raccontati i momenti vissuti insieme dalla coppia, in cui è rappresentata la loro vita quotidiana e famigliare. E di come i due la potrebbero vivere.
Nel corso del romanzo i personaggi mostrano quindi tutte le loro qualità e fragilità, le loro forza o debolezze: il lettore entra quindi nelle loro menti, capisce il loro modo di pensare e si trova spesso in difficoltà perché viene “sfidato” a condividere o disapprovare i loro comportamenti, le loro riflessioni, i valori in cui credono.
Poi il tuo romanzo in poco tempo passa dalla tua scrivania ad una raccolta fondi on line
Dopo averlo riletto, mi sembrava qualcosa di interessante ma non del tutto lineare e quindi ero titubante sull'idea di pubblicarlo o eventualmente presentarlo ad una casa editrice. Era il mio primo romanzo: non ero convinta fosse di così semplice comprensione e che nemmeno potesse piacere. Con il passare dei giorni ero sempre più consapevole di aver scritto qualcosa di interessante, ma che sarebbe comunque rimasto sul mio comodino. Ma questo inverno, con un po’ di coraggio, ho spedito il mio manoscritto per farlo partecipare al bando di “Milano Pitch Day”. Si tratta di un progetto che offre la possibilità a giovani talentuosi di pubblicare i loro libri oppure di trasformare le loro sceneggiature o soggetti in futuri film e serie televisive. La giuria era composta da esperti del settore, persone che lavorano in importanti case editrici o di produzione cinematografica. Il mio libro purtroppo non è stato selezionato, ma ha colpito favorevolmente una giurata: questa era la direttrice della casa editrice “Bookabook”, la quale ha reputato “Autoritratto con Famiglia” meritevole di partecipare ad una campagna crowfunding (traduzione inglese di “raccolta fondi”, ndr) per il suo approdo in libreria.

La copertina del libro "Autoritratto con famiglia"

Come funziona la campagna di crowfunding per “Autoritratto con famiglia”?
Il libro per poter essere stampato e finire in libreria deve raggiungere le 200 copie ordinate on line entro un certo periodo di tempo. La campagna, interamente spesata dalla Bookabook, è iniziata da qualche settimana e ho a disposizione ancora un po’ di tempo per raggiungere questa cifra. È un processo che si basa interamente sul passaparola e sul sostegno dei lettori, ed è molto emozionante portarlo avanti. Il mio obiettivo primario è quello di superare quota 200 e so che non sarà semplice. Se poi fosse possibile, sarebbe bello andare oltre e traguardare il più alto numero possibile di ordini: sono infatti presenti altri obiettivi a quote più elevate che, se raggiunti, permetterebbero al libro di ottenere ulteriori benefits o servizi promozionali.
Quale sarà invece il futuro di Elisa?
Il primo romanzo è nato come una necessità di esternare alcuni pensieri presenti da tempo nella mia mente, ma adesso ho di nuovo voglia di rimettermi a scrivere e ho alcune idee che vorrei presto sviluppare. Di sicuro questa esperienza mi ha aiutato a migliorare il mio modo di scrivere, ad organizzare meglio i miei pensieri e pianificare in modo metodico lo sviluppo di un mio (eventuale) futuro romanzo. Il percorso che ho vissuto con “Autoritratto con famiglia” mi è piaciuto molto per diversi motivi e quindi sta prendendo sempre più corpo l’idea di trasformare la scrittura da “passione” a “lavoro”. Un mio sogno personale è quello di poter trovare spazio in una testata giornalistica oppure avere la possibilità di scrivere e parlare di cinema e letteratura, mie grandi passioni. So che non sarà semplice da raggiungere, ma vedremo che cosa accadrà nei prossimi tempi.

Per acquistare “Autoritratto con famiglia” basta accedere al seguente link:
https://bookabook.it/libri/autoritratto-con-famiglia/
Per ulteriori info sul libro e sull’autrice potete visitare la pagina Instagram di Elisa Teneggi accedendo al seguente link:
https://www.instagram.com/ablondesatan/?hl=it

Agenzia Redacon ©
E' vietata la riproduzione totale o parziale e la distribuzione con qualsiasi mezzo delle notizie di REDACON, salvo espliciti e specifici accordi in materia e con citazione della fonte. Violazioni saranno perseguite ai sensi della legge sul diritto d’autore.

Lascia un Commento

Se sei registrato puoi accedere con il tuo utente e la tua password. Se vuoi registrarti al sito clicca qui.

Altrimenti lascia un commento utilizzando il form sottostante.

Privacy Policy

Powered by WordPress | Officina48