Interpellanza di Alessandro Davoli (Lega-Fratelli d’Italia) sulle due aggressioni in un bar di Collagna

L'interpellanza di Alessandro Raniero Davoli, consigliere del gruppo Lega-Fratelli d'Italia, al presidente dell'Unione Montana in merito alla denuncia del 42enne scandianese. L'uomo è stato accusato di violenza privata, reati di percosse, minaccia aggravata e disturbo delle occupazioni e del riposo delle persone, nonché multato per il reato di ubriachezza dai carabinieri di Collagna.

Davoli sottolinea come il 42enne di Scandiano sia il gestore del rifugio Pratizzano, Centro visita del Parco, abbia un contratto afferente al comune di Ventasso, sia collegato al Parco Nazionale dell'Appennino Tosco Emiliano e gestisca una località conosciuta e frequentata da migliaia di persone, con evidenti ricadute fortemente negative sulla promozione culturale e turistica del nostro Appennino.

Per questo, il consigliere chiede alla Giunta di rivolgersi all'amministrazione del comune di Ventasso per appurare la verità dei fatti e, nel caso, di provvedere a rimuovere dall'incarico il 42enne. "Di conseguenza - conclude Davoli - chiedo di assegnare la conduzione della struttura, comprensiva di bar, ristorante e camere, a cittadini più affidabili sia dal punto di vista morale che professionale, questa volta con un occhio di riguardo per nuclei famigliari residenti e originari del nostro territorio".

Agenzia Redacon ©
E' vietata la riproduzione totale o parziale e la distribuzione con qualsiasi mezzo delle notizie di REDACON, salvo espliciti e specifici accordi in materia e con citazione della fonte. Violazioni saranno perseguite ai sensi della legge sul diritto d’autore.

3 Commenti

  1. Sono fatti non tollerabili; punto e basta. Pur non conoscendo la dinamica degli eventi, ho solo una certezza; di fronte a questi eventi vanno presi immediati provvedimenti; non si possono accettare questi fatti, ovunque succedano, ma ancora peggio se danneggiano l’immagine dei nostri territori montani. Tollerare o prendere tempo ci rende complici di un finto buonismo che può pagare qualcuno in termini politici ma che non non paga certo in termini di credibilità di un territorio. Il buonismo di fronte a certi comportamenti o di fronte a chi non rispetta le nostre leggi, non è buonismo, ma è semplicemente menefreghismo.

    Franzini Lino

    Rispondi
  2. Caro sig. LINO se non consci i fatti, di cosa parli!

    Pensionato

    Rispondi
  3. Egr. Sig. Pensioonato ho volutamente ribadito che non conosco la dinamica dei fatti; ma se il gestore è stato accusato di: reati di percosse, minaccia aggravata e disturbo delle occupazioni e del riposo delle persone, nonché multato per il reato di ubriachezza dai carabinieri di Collagna, cito le parole del Sig. Davoli; provvedimenti vanno presi; per evitare che ciò possa succedere nuovamente; ma se ciò che scrive il sig. Davoli è tutto falso non c’è alcun provvedimento da prendere e il Sig. Davoli pagherà le conseguenze di ciò che ha scritto, o l’una o l’altra

    Franzini Lino

    Rispondi

Lascia un Commento

Se sei registrato puoi accedere con il tuo utente e la tua password. Se vuoi registrarti al sito clicca qui.

Altrimenti lascia un commento utilizzando il form sottostante.

Privacy Policy

Powered by WordPress | Officina48