Per Futuro Comune l’Asp Don Cavalletti resterà pubblica

Riceviamo e pubblichiamo

Casa residenza anziani ASP "Don Cavalletti"

La nostra proposta di collaborazione all’Amministrazione di Carpineti

 

Lunedì il consiglio comunale di Carpineti ha discusso della situazione dell’ASP Don Cavalletti.

È stato analizzato uno studio, commissionato nei mesi scorsi, che mette in evidenza come l’azienda speciale consortile (ASC) sia più conveniente dal punto di vista economico dell’esternalizzazione del servizio a un privato.

Il recepimento di questo studio in Consiglio Comunale elimina definitivamente l’ipotesi che il destino del Don Cavalletti sia privato.

È nota da tempo la nostra posizione in favore del mantenimento pubblico della struttura e siamo felici che l’Amministrazione abbia deciso di escludere l’esternalizzazione del servizio.

Nelle settimane che hanno preceduto il Consiglio avevamo proposto un documento condiviso fra maggioranza e minoranza che escludesse la possibilità di esternalizzare a un privato e istituisse un gruppo di lavoro trasparente, con maggioranza, minoranza, Unione dei Comuni e tecnici di riferimento, per approfondire le intenzioni della Regione nei confronti delle ASP – in grave difficoltà economica quasi ovunque – e proseguire, in caso negativo, con la realizzazione di una ASC, azienda speciale consortile.

La nostra proposta è stata presentata per primo al Sindaco, poi ai sindacati, ai rappresentanti dei lavoratori, alla presidenza del Don Cavalletti.

Si tratta di un’idea di collaborazione reale, con l’obiettivo di fare fronte comune in un processo importante e delicato e di fornire un apporto realizzativo, nei fatti.

Una proposta che nasce da alcune convinzioni, ribadite durante la seduta.

Crediamo che la compattezza di tutto il Consiglio Comunale, soprattutto ora che si parte per trovare una soluzione reale, sia importante, nei rapporti con la Regione Emilia Romagna, con l’Unione, con le famiglie degli ospiti e con i dipendenti, a cui bisognerà dare sicurezza, risposte, trasparenza e la certezza di un futuro.

Crediamo che l’Unione dei comuni sia fondamentale, non solo per la posizione nel sistema dei servizi sociali del territorio, ma anche per il ruolo che dovrà ricoprire, e con lei i sindaci dei Comuni, nel caso della creazione di un’azienda speciale.

Condividiamo l’intendimento del Sindaco, espresso durante la seduta, di esplorare ai massimi livelli le intenzioni della Regione nei confronti delle ASP – un’esplorazione necessaria e fondamentale, che si può fare in tempi brevi – e di coinvolgere l’Unione dei Comuni nel percorso che verrà e che comincia ora, il primo da molti anni per portare a una soluzione definita della questione Don Cavalletti.

Come abbiamo detto in Consiglio Comunale, la nostra proposta di collaborazione continua a essere valida.

Futuro Comune, gruppo di minoranza, Carpineti

Agenzia Redacon ©
E' vietata la riproduzione totale o parziale e la distribuzione con qualsiasi mezzo delle notizie di REDACON, salvo espliciti e specifici accordi in materia e con citazione della fonte. Violazioni saranno perseguite ai sensi della legge sul diritto d’autore.

Lascia un Commento

Se sei registrato puoi accedere con il tuo utente e la tua password. Se vuoi registrarti al sito clicca qui.

Altrimenti lascia un commento utilizzando il form sottostante.

Privacy Policy

Powered by WordPress | Officina48