Speed Fibra internet veloce, ancora una volta, arriva dal cielo

Ancora una volta pioniere di internet in Appennino. Tre lustri fa Claudio Chierici riusciva dove il pubblico aveva fallito. Portare internet dove c’era ancora una insostenibile connettività a 128kbs, lo scrivemmo su Redacon nel 2008.

Chierici, una vita tra Milano e Scurano, usava una formula semplice: portava una certa banda nell’alto parmense, a 50 km dalla città, tramite cavo, da lì trasmetteva il segnale web dell’internet veloce  con ponti radio, cresciuti via via sino all’Appennino modenese. Erano gli albori dell’internet dal cielo.

Sono passati gli anni e, oggi, in città c’è chi naviga a 100GB al secondo, ma come noto in molte zone dell’Appennino con difficoltà si arriva a navigare 15MB al secondo (circa 6.000 volte più lenti rispetto a luoghi della città ben serviti), mentre in alcuni punti si è ancora scoperti e, intanto, ancora la cosiddetta banda ultralarga fatica ad arrivare dentro le case.

“Ho ripensato agli albori della mia attività. 25 anni fa fui il pioniere di una tecnologia che poi evolse in tutta Italia, quindi ho capito che dovevo cercare di trovare un sistema analogo molto performante, snello dal punto di vista infrastrutturale e soprattutto senza vincoli contrattuali come sempre lo è stato anche con il vecchio servizio Speedwireless”.

In sintesi Claudio con Speed Fibra “prende” internet dalle stesse onde radio che alimentano i telefonini su ripetitori. Quindi, da questi, installa una opportuna antenna sulle case - anche in luoghi difficili, come Pianello, o in paesi già saturati da altre compagnie – per rilanciare il segnale all’interno.

“Questa nuova connessione internet ultraveloce ha caratteristiche simili alla fibra ottica ovvero un upload molto elevato per le esigenze di lavoro soprattutto per lo smart working”.

Qualche numero?

“Arriviamo fino a 120 MB per i download e sino a 50 MB per gli upload. Questo dipende dalle caratteristiche della bts e dalla distanza dalla stazione ripetitrice. Mediamente 50 MB per i download e 30MB per gli upload. In tre lustri abbiamo cinquantuplicato la velocità di navigazione del nostro primo sistema in Appennino”.

Un singolare vantaggio dell’imprenditoria di Claudio Chierici – che orgogliosamente conserva casa nella sua Scurano, di fronte a Vetto – è che “l'utente volendo può smontare la antennina e se la può portare dove vuole avere la connessione: dalla casa al campeggio in montagna per l’Italia”.

Una iniziativa partita in sordina un anno fa e che, col mero passa parola, sta facendo parlare di sé. “Abbiamo già molti clienti collegati” ci spiega Claudio che è facile incontrare su qualche tetto del nostro Appennino.

Da dove siete partiti?

“Siamo partiti con il mitico grandioso comune di Vetto che come sempre mi ha dato la possibilità i formare una palestra sulle mie invenzioni tecnologiche perché parliamo di una tecnologia proprietaria e poi abbiamo fatto il salto e, ora, questa tecnologia è facilmente replicabile e operativa in tutta Italia”.

Quale il riscontro di chi naviga veloce grazie a voi?

“Forse dovremmo chiederlo alle stesse persone. Osservo però intanto i riscontri della mia pagina di Facebook mi consentono di essere felice. Speed Fibra è un servizio che esiste solo grazie al riscontro degli utenti”.

“Ringrazio – conclude Claudio - i nostri installatori nostri installatori storici che da più di 20 anni sono al mio fianco”.

 

Chi volesse maggiori info 02 6102585 o 3382217547.

Agenzia Redacon ©
E' vietata la riproduzione totale o parziale e la distribuzione con qualsiasi mezzo delle notizie di REDACON, salvo espliciti e specifici accordi in materia e con citazione della fonte. Violazioni saranno perseguite ai sensi della legge sul diritto d’autore.

Lascia un Commento

Se sei registrato puoi accedere con il tuo utente e la tua password. Se vuoi registrarti al sito clicca qui.

Altrimenti lascia un commento utilizzando il form sottostante.

Privacy Policy

Powered by WordPress | Officina48