In distribuzione a Castelnovo ne’ Monti le cartelle della tariffa rifiuti dimezzate per molte attività produttive

Sulla misura specifica dedicata alla Tari, la più consistente, Valentini aggiunge: “Riguarda le utenze non domestiche per dare un sostegno all’economia del territorio. La tariffa rifiuti è composta da due voci: una quota fissa e una variabile. Noi siamo intervenuti su quest’ultima, che nel complesso per le imprese locali ha un peso di circa 415.000 euro, quasi il 50% del totale. Il nostro intervento la riduce di circa 300.000 euro. Le categorie che usufruiscono di sconti sono divise in due insiemi: autorimesse, magazzini, studi privati, uffici agenzie, che avranno uno sconto del 50% sulla quota variabile (quindi circa una riduzione del 25% sulla bolletta annua complessiva). Le altre categorie come vendita beni non alimentari, banchi di mercato, parrucchieri, estetisti, falegnami, idraulici, fabbri, carrozzerie, autofficine, elettrauto, artigiani, ristoranti, pizzerie, bar, caffè, pasticcerie, espositori e autosaloni, alberghi e molte altre imprese, vedono uno sconto del 100% della quota variabile, quindi uno sconto complessivo sulla bolletta annua che arriva al 50% circa. Crediamo sia un aiuto importante e un segnale di attenzione alle attività che operano in Appennino, creando lavoro, reddito, e mantenendo a vivere qui le persone, svolgendo un ruolo socio-economico insostituibile”.

Agenzia Redacon ©
E' vietata la riproduzione totale o parziale e la distribuzione con qualsiasi mezzo delle notizie di REDACON, salvo espliciti e specifici accordi in materia e con citazione della fonte. Violazioni saranno perseguite ai sensi della legge sul diritto d’autore.

Lascia un Commento

Se sei registrato puoi accedere con il tuo utente e la tua password. Se vuoi registrarti al sito clicca qui.

Altrimenti lascia un commento utilizzando il form sottostante.

Privacy Policy

Powered by WordPress | Officina48