Al via la campagna di vaccinazione antinfluenzale 2020-2021: quest’anno è indispensabile prenotare

Il vaccino per l’influenza stagionale sarà disponibile in Emilia Romagna a partire da lunedì 12 ottobre e sino al 31 dicembre 2020.

Quest’anno, per garantire il rispetto delle misure di sicurezza COVID, non sarà possibile presentarsi direttamente agli ambulatori e ai Servizi ma si dovrà fissare un appuntamento con il proprio medico di medicina generale o con i servizi vaccinali dell’Igiene Pubblica.

L’influenza costituisce un serio problema sanitario per la sua contagiosità e per la possibilità di dar luogo a gravi complicanze in persone con malattie croniche, anziani, o alte categorie a rischio.

La stagione influenzale 2020-2021 sarà probabilmente caratterizzata dalla contemporanea circolazione di virus influenzali e del COVID 19 per cui anche il Ministero della Salute ha sottolineato con forza l’importanza della vaccinazione antinfluenzale oltre che per protezione individuale, anche per semplificare la diagnosi dato che i sintomi di Covid-19 e influenza sono simili.

La vaccinazione è fortemente raccomandata e gratuita per:

  • persone con malattie croniche, di ogni età,
  • donne in gravidanza o nel periodo dopo il parto,
  • persone ricoverate in strutture per lungodegenti di ogni età,
  • medici e personale sanitario di assistenza nelle strutture sanitarie, sociosanitarie e socio-assistenziali,
  • persone di età pari o superiore a 65 anni.

La vaccinazione è indicata e gratuita per:

  • familiari e contatti di persone ad alto rischio (badanti, assistenti domiciliari),
  • persone addette a servizi pubblici di primario interesse collettivo (forze dell'ordine,  protezione civile, Vigili del Fuoco, Carabinieri, Militari e Polizia Municipale, farmacisti),
  • donatori di sangue,
  • insegnanti e personale degli asili nido, delle scuole dell’infanzia e dell’obbligo,
  • personale dei trasporti pubblici, delle poste e delle comunicazioni, dei servizi sanitari di emergenza e dipendenti della pubblica amministrazione che svolgono servizi essenziali,
  • personale che, per motivi di lavoro è a contatto con animali (addetti all’allevamento, veterinari pubblici e privati, trasportatori di animali vivi, macellatori),
  • persone dai 60 ai 64 anni che ne faranno richiesta.

COME PRENOTARE E DOVE ANDARE

Il rispetto delle misure dettate dalla necessità di prevenire la diffusione del COVID e il divieto di assembramento, in particolare in locali chiusi, richiedono che la somministrazione del vaccino sia organizzata secondo appuntamenti e non in libero accesso. La priorità sarà data alle persone che rientrano nelle categorie a maggior rischio (anziani, gravide e persone con malattie croniche).

Per prendere appuntamento le persone di età superiore o uguale ai 65 anni e le persone di qualunque età portatrici di patologia cronica devono chiamare il proprio medico di medicina generale che, direttamente o attraverso la segreteria, fisserà la data, l’ora e il luogo in cui presentarsi, eventualmente anche in sedi differenti dall’ambulatorio abituale.

I bambini con patologia cronica di età inferiore ai 14 anni riceveranno l’appuntamento per la vaccinazione dai Servizi di Pediatria di Comunità dell’Azienda USL.

Gli appartenenti a tutte le altre categorie per le quali la vaccinazione è indicata possono farne richiesta compilando il modulo disponibile sulla home page del sito internet dell’Azienda Usl di Reggio Emilia al seguente link:  https://secureforms.ausl.re.it/Home/Index?codScheda=VACCINFL.

Sarà cura degli uffici dell’Azienda USL-IRCCS di Reggio Emilia inviare all’indirizzo di posta elettronica indicato sul modulo le indicazioni su data, ora e sede di vaccinazione. Quest’ultima potrà essere diversa rispetto alle sedi ambulatoriali del Servizio di Igiene Pubblica presenti in tutti i Distretti.

 

                                                                      

 

Agenzia Redacon ©
E' vietata la riproduzione totale o parziale e la distribuzione con qualsiasi mezzo delle notizie di REDACON, salvo espliciti e specifici accordi in materia e con citazione della fonte. Violazioni saranno perseguite ai sensi della legge sul diritto d’autore.

Un Commento

  1. Dire che in questo paese qualcosa non funziona, non mi sembra un’eresia. Mi sembra di tornare a quando iniziò la pandemia, si diceva di usare le mascherine ben sapendo che erano introvabili, ora si dice di fare il vaccino e il vaccino è introvabile, almeno lo trovassi pagandolo. Sapendo di essere un soggetto a maggior rischio, data l’età, 72 anni, problemi cardiocircolatori di diabete, colesterolo, ecc. Ho telefonato al mio medico pochi giorni fa e mi ha detto di richiamarlo più avanti, questa è la realtà di come è ridotta questa povera Italia. Sabato ho chiamato mio cognato in Florida, ha sposato una Sig.ra degli USA; questa estate non è riuscito a rientrare in Italia causa Covid-19, in Florida mi diceva che hanno vaccinato tutti e a chi si vaccinava davano dieci dollari da spendere nei negozi; ma con questo non voglio iniziare una polemica sulla sanità americana, che conosco molto bene perchè ci sono stato, a differenza di tanti che parlano per sentito dire.

    Franzini Lino

    Rispondi

Lascia un Commento

Se sei registrato puoi accedere con il tuo utente e la tua password. Se vuoi registrarti al sito clicca qui.

Altrimenti lascia un commento utilizzando il form sottostante.

Privacy Policy





Powered by WordPress | Officina48