Interpellanza di Davoli, Unione dei Comuni dell’Appennino reggiano a porte chiuse

Si discute ancora di servizi sociali anche in montagna. Ne dà notizia oggi Reggio Report. Il consiglio dell’Unione dei Comuni dell’Appennino reggiano si riunisce, infatti, questa sera a Castelnovo Monti, in seduta segreta, per discutere un’interpellanza presentata dal consigliere del gruppo Lega-Fratelli d’Italia Alessandro Raniero Davoli. E’ l’unico punto all’ordine del giorno, a conferma del fatto che si tratta di questione molto seria e urgente.

Secondo quando riportato dal giornale diretto Pierluigi Ghiggini, l’interpellanza di Davoli prende le mosse da un decreto del Tribunale dei Minorenni di Bologna che in data 17 settembre ha sollevato i servizi sociali dell’Unione montana dall’affidamento di tre ragazzi minorenni, ora affidati in via d’urgenza ai corrispondenti servizi del comune di Parma. Una decisione che a sua volta farebbe riferimento – così si legge nell’interpellanza – "alla richiesta del PM che indaga su condotte penalmente rilevanti di personale appartenente ai Servizi Sociali dell’Unione Montana dei comuni dell’Appennino reggiano". Non è ovviamente dato ad oggi sapere quali sarebbero le condotte “penalmente rilevanti” e nei confronti di chi. Diversi documenti sono secretati.

Davoli chiede comunque di valutare la sospensione del personale coinvolto, o in alternativa il trasferimento ad altre funzioni. Il consigliere chiede inoltre l’attivazione del servizio legale dell’Unione montana “per avere un parere tecnico sulla questione e seguirne gli sviluppi giudiziari presso il Tribunale e la Procura”.

Agenzia Redacon ©
E' vietata la riproduzione totale o parziale e la distribuzione con qualsiasi mezzo delle notizie di REDACON, salvo espliciti e specifici accordi in materia e con citazione della fonte. Violazioni saranno perseguite ai sensi della legge sul diritto d’autore.

2 Commenti

  1. Senza entrare nello specifico della materia, non potendo noi essere giudici di nessuno e di quanto successo, ma in considerazione che il Consigliere Alessandro Davoli definisce la questione seria e urgente e che sono coinvolti il Tribunale dei Minori e i Servizi Sociali per comportamenti, sembra, non proprio corretti, credo che la cittadinanza dovrebbe essere messa al corrente, a sommi capi, di cosa
    sta succedendo su questo territorio, ma non solo dal Consigliere Davoli.

    Franzini Lino

    Rispondi
  2. Sono molto perplessa, per non dire altro, di fronte a questi silenzi, a fronte di una notizia di Reggio Report che nasce da un decreto del Tribunale dei Minorenni di Bologna che solleva i servizi sociali dell’Unione Montana dall’affidamento di tre ragazzi e un PM che indaga su condotte penalmente rilevanti del personale dei servizi sociali dell’Unione Montana e all’interpellanza della minoranza. Spero di essere io a non essere aggiornata sulle notizie diffuse, altrimenti la cosa la riterrei grave..

    Gianna

    Rispondi

Lascia un Commento

Se sei registrato puoi accedere con il tuo utente e la tua password. Se vuoi registrarti al sito clicca qui.

Altrimenti lascia un commento utilizzando il form sottostante.

Privacy Policy

Powered by WordPress | Officina48