“L’amore è l’origine e il compimento della legge”, queste le parole con le quali monsignor Guiscardo Mercati ci invita a meditare sulla liturgia odierna

UNITÀ PASTORALE DI CARPINETI (335/8257036)

 San Prospero, San Biagio, San Donnino, San Pietro,

Onfiano, Pantano, Pianzano, Poiago e Pontone

Vita parrocchiale dal25ottobbreal 01 novembre 2020

 

DOMENICA 

25 ottobre

S. Messe: Carpineti ore 8.30(def. Rivi Giorgio)ore 11.15 (pro populo)

ore 18.00(def. Baldelli Adeodato)   Pontone ore 10.00Pantano ore 10.00

LUNEDI’

26 ottobre

S. Messa: ore 18.00 (libera intenzione)
MARTEDI’

27 ottobre

S. Messa: ore 18.00 (def. Picchietti Margherita)
MERCOLEDI’

28 ottobre

Memoria dei santi Simone e Giuda

S. Messa: ore 10.30 (def. Franchini Agnese)

GIOVEDI’

29 ottobre

S. Messa: ore 18.00 (libera intenzione)
VENERDI’

30ottobre

S. Messa: ore 18.00 (libera intenzione)
SABATO

31 ottobre

Oggi siamo invitati a valorizzare il tempo come dono offertoci da Dio per amarlo, ogni giorno, nei nostri fratelli.

Saremo così nel cuore della Buona Notizia che annuncia Cristo Salvatore. 

S. Messe: ore 10.00 (libera intenzione)

festiva: ore 18.00 (libera intenzione) a S. Donnino

DOMENICA

01 novembre

Solennità di Tutti i Santi.

S. Messe: Carpineti ore 8.30(def.Rondanini Concordia)ore 11.15 (pro populo)

ore 18.00(libera intenzione)   Pontone ore 10.00Pantano ore 10.00

 

Meditazione domenicale. L’amore, origine e compimento della legge. L’amore per l’uomo, per ogni uomo, deve concretizzarsi soprattutto nell’accoglienza e nella difesa dell’orfano, della vedova e dello straniero, vale a dire delle categorie più disagiate e bisognose di aiuto. Nella prima lettura, il passo del libro dell’Esodo offre una motivazione a tutto questo: “Perché anche voi siete stati forestieri in Egitto”. Non si tratta di un semplice ricordo: è un unirsi a ciò che Dio ha fatto e Israele ha sperimentato. Non è tanto la propria condizione che deve essere ricordata, ma la solidarietà di Dio: eri schiavo e Dio è intervenuto per liberarti. Hai visto come Dio si comporta verso chi sta vivendo una situazione difficile: tu dunque fai altrettanto. Nella seconda lettura vediamo come i tessalonicesi mediante l’accoglienza della “Parola” sono passati dal culto degli idoli al culto dell’unico Dio, vivo e vero. L’immagine che l’apostolo usa è quella di una cassa di risonanza che non trattiene il suono, ma lo amplifica e lo diffonde: “la Parola del Signore risuona per mezzo vostro…dappertutto”. Già dall’Antico Testamento esisteva il duplice comandamento dell’amore, ma Gesù lo anima di uno spirito nuovo. Nel Vangelo, Egli ci dice che il comandamento dell’amore del prossimo è simile a quello dell’amore verso Dio perché tutto ciò che facciamo a uno dei nostri fratelli è come se lo facessimo a Dio. Gesù riassume in questo comandamento tutto ciò che Dio ci domanda.

Disposizioni della Curia, Festa dei Santi e Ricordo dei Defunti.Per quel che riguarda i momenti celebrativi dell’1 e 2 novembre (Messe, rosari e benedizione delle tombe) si dispone che: i momenti liturgici siano celebrati solo all’interno delle chiese, nel rispetto delle norme vigenti.Tutto ciò al fine di evitare assembramenti nei cimiteri.Pertanto gli orari delle celebrazioni nel giorno dei defunti sono i seguenti: Carpineti ore 8.30, ore 10.30 e 20.30, Pantano ore 10.00, S.Donnino ore 15.30. La benedizione delle tombe è programmata in altro giorno feriale e senza partecipazione dei fedeli.

RICORDIAMO I NOSTRI MORTI.Pièrre Roberto Katona, di anni 76, deceduto in casa sua il 16 ottobre. Originario di Parigi, era approdato a Carpineti in età pensionistica. È stato detto di lui: “Pièrre grande artista e cuoco, uomo di mondo e amico sincero”. Chi lo ha conosciuto, ha potuto sperimentare la verità di queste parole. Era un pittore capace di riprodurre grandi opere artistiche. Ha vissuto gli ultimi anni nella sua casetta di Poiago, aiutato da altri amici francesi qui residenti e lì ha concluso la sua esistenza. I servizi sociali del Comune hanno provveduto all’organizzazione dei suoi funerali avvenuti lunedì 19, alle ore 10, nel piccolo cimitero di Poiago, dove don Villiam ha dato la benedizione, alla presenza del sindaco e di qualche amico. Lo affidiamo alla bontà misericordiosa di Gesù. Il suo corpo inumato nella terra, vi riposi in pace. Condoglianze agli amici.

Pantani Antonio detto Marino, di anni 74, deceduto a Parma il 22 ottobre. Nato a Montelago di Valestra, ultimo di 5 fratelli, ha avuto la possibilitàdi crescere alla scuola dei salesiani, dove ha imparato la disciplina e il metodo di studio. Ha frequentato l’istituto geometri a Reggio Emilia, dove nel 1965 si è diplomato. Sottolineava sempre di aver effettuato il servizio militare negli alpini. È stato uno dei primi geometri nel territorio carpinetano. Ha conosciuto Manfredini Mafalda e con lei si è sposato. Dalla loro unione è nata Daniela. La sua vita l’ha dedicata alla famiglia e alla sua professione, di cui era affascinato ed entusiasta, diventando punto di riferimento per molti che in quegli anni, con il boom economico, realizzavano il sogno della loro vita nella costruzione della casa. Dopo il matrimonio si era trasferito da Valestra a Carpineti, dove in Via Amorotti aveva il suo studio, nel quale molti giovani della montagna hanno fatto l’apprendistato. Per le sue competenze, è stato anche chiamato dal tribunale a svolgere perizie come consulente tecnico. Nel 2007 ha perso prematuramente la sua sposa Mafalda, proprio mentre era in corso la ristrutturazione del suo antico negozio di merceria. Conosciuto in tutta la montagna per la sua attività professionale e anche per l’impegno nell’associazione Stana e per la conoscenza storica e artistica dei nostri paesi. Il restauro dell’antica corte in via Crispi gli aveva dato soddisfazione e lì per anni si sono svolte iniziative culturali e musicali. Estroverso e grande comunicatore, amava Montelago e Valestra, ma in centro trovava tutte le occasioni per incontrare clienti, amici, turisti e intrattenere con loro animate conversazioni. Negli ultimi anni, la nuova e forse più bella attività, quella di nonno di Matilde e Mattia, che certamente è la meno conosciuta, ma per Daniela e Massimo la più dolce e difficile da dimenticare. La sua improvvisa dipartita ha suscitato generale cordoglio. Il suo funerale, con larga partecipazione, lo abbiamo celebrato sabato nella chiesa di Maria Ausiliatrice, a lei lo affidiamo perché lo presenti alla misericordia del suo figlio Gesù. Il suo corpo sepolto nella tomba di famiglia, accanto alla moglie, nel cimitero di S. Prospero, vi riposi in pace. Condoglianze ai familiari.

 

Offerte ricevute:Montermini Ermes per la parrocchia. Rossi Ornella per le necessità della chiesa. In memoria di Frassinetti Edmea: Serri Marco e Villa Silvia per la chiesa di San Donnino.A tutti grazie.

Giornata Missionaria Mondiale, in tutta l’unità pastorale raccolti 878,00 euro. L’ufficio missionario ringrazia.

 

Oggi siamo invitati a valorizzare il tempo come dono offertoci da Dio per amarlo,

ogni giorno, nei nostri fratelli.

Saremo così nel cuore della Buona Notizia che annuncia Cristo Salvatore.

Agenzia Redacon ©
E' vietata la riproduzione totale o parziale e la distribuzione con qualsiasi mezzo delle notizie di REDACON, salvo espliciti e specifici accordi in materia e con citazione della fonte. Violazioni saranno perseguite ai sensi della legge sul diritto d’autore.

Lascia un Commento

Se sei registrato puoi accedere con il tuo utente e la tua password. Se vuoi registrarti al sito clicca qui.

Altrimenti lascia un commento utilizzando il form sottostante.

Privacy Policy

Powered by WordPress | Officina48