Conclusi i lavori nella galleria di Casina, la denuncia di un lettore: “niente telecamere o colonnine SOS, in cosa sono consistiti i lavori di ammodernamento?”

Riceviamo e pubblichiamo la denuncia di un lettore riguardo la fine dei lavori di riqualificazione degli impianti tecnologici della galleria di Casina

-

Avendo constatato con piacere la riapertura da pochi giorni della galleria di Casina al traffico, vorrei chiedere agli Amministratori locali in cosa sono davvero consistiti i lavori di ammodernamento.

So che la responsabilità è di ANAS e non loro, ma a parte la sostituzione delle precedenti lampade a fluorescenza gialla (già a consumo relativamente basso) con LED bianchi, in cos’altro sono consistite le migliorie?

Il tetro grigiore generale della galleria è rimasto lo stesso. Bastava una mano di vernice bianca alle pareti per fare davvero la differenza (differenza che ora si vede ben poco).

E le ventole di aereazione? Le vedo ferme ora come lo erano prima.

E le telecamere di videosorveglianza? Se anche ora ci fossero, chiedo scusa, ma io non sono riuscito a vederle.

E la realizzazione di un impianto di videosorveglianza e di colonnine SOS con collegamento telefonico in caso di incidente o incendio (essendo che i cellulari in galleria non prendono)? Chiedo scusa, ma anche questi non sono riuscito a vederli.

Non erano adeguamenti di sicurezza necessari, quanto a lungo attesi?

Giorgio B.

Agenzia Redacon ©
E' vietata la riproduzione totale o parziale e la distribuzione con qualsiasi mezzo delle notizie di REDACON, salvo espliciti e specifici accordi in materia e con citazione della fonte. Violazioni saranno perseguite ai sensi della legge sul diritto d’autore.

9 Commenti

  1. Anzi, il grigio della galleria è ancora più grigio con la nuova illuminazione. Pochi progressi rispetto a prima, molti disagi alla circolazione. Voto 2, a chi ha organizzato l’operazione.

    MA

    Rispondi
  2. Sono solo una parte dei lavori.
    Faranno anche i marciapiedi e tanta illuminazione sul modello delle gallerie al bocco. Bisogna pazientare.

    massimo romei

    Rispondi
  3. Quella realizzata dovrebbe essere solo una prima parte dei lavori. era stato chiarito
    che ci saranno ulteriori chiusure più avanti. Deve essere rimosso il guard rail, rifatto il cordolo e verranno installati pannelli illuminotecnici sulle pareti. Considerato che erano stati stanziati ben 8 milioni di euro milioni di euro sarebbero le lampadine a LED più care della storia.

    ZH

    Rispondi
  4. C’è sempre chi ha voglia di fare polemiche e prima di parlare non si informa sullo stato delle cose. Che tristezza…

    commento firmato

    Rispondi
    • Mi spiace averla rattristata. Spero lei ci possa rassicurare che alla fine verranno installati anche sensori antifumo e un sistema di allarme sia automatico che manuale perchè le lascio immaginare cosa potrebbe succedere in caso di incendio (ad es. uno dei tanti camion di GPL o trasporto carburanti che vi passano di continuo). Il fumo e il calore ucciderebbero persone in pochi minuti. E’ una situazione immutata da quasi trent’anni. Una vera fortuna che finora non siano capitati incendi perchè, soprattutto nella ancora peggiore galleria del Seminario, non ci sarebbe scampo senza uscite intermedie di sicurezza o porte/rifugi antifuoco/antifumo. Quelle gallerie, purtroppo, sono bombe a tempo e lei non può ignorarlo. E se parlare di queste cose le sembrano polemiche inutili allora auguri a lei e tutti noi !

      Rispondi
  5. intanto erano lampade al sodio alta pressione che consumavano nella migliore delle ipotesi 70w l’una non cosi poco, e poi mi risulta che e stato fatto un primo step di migliorie e i lavori dovrebbero proseguire l’anno prossimo, sempre a polemizzare ogni cosa.

    anonimo

    Rispondi
  6. In questo caso a parte la non verniciata, un plauso ad ANAS che ha montato le VENTOLE che prima non c’erano.
    Ora attendiamo la conclusione dei lavori.
    Io mi sarei più soffermato a PICCONARE i tempi lunghissimi per la realizzazione di queste migliorie, se non erro 5 o 6 anni.
    Cordialmente

    Roberto Malvolti

    Rispondi
  7. Io non sono informata sui lavori futuri ma vedo quello che è stato fatto. Quella galleria mi fa sempre molta paura!! Speriamo bene!!
    Firmato

    Marcella

    Rispondi
  8. Mi perdoni se la contraddico ma le ventole c’erano già da molti anni, forse non le aveva notate. Nel dubbio la prossima volta che ci passa guardi bene quanto sono nere di fuliggine storica come tutto il soffitto e capirà che di metallo nuovo luccicante non c’è proprio nulla. E, cosa più importante, oltre a notare che non girano mai (cioè sono sempre spente), annusi l’odore che si respira in galleria nelle ore di punta (certo meno peggio che nella galleria del Seminario, ma solo perchè è tre volte più breve).

    Rispondi

Lascia un Commento

Se sei registrato puoi accedere con il tuo utente e la tua password. Se vuoi registrarti al sito clicca qui.

Altrimenti lascia un commento utilizzando il form sottostante.

Privacy Policy

Powered by WordPress | Officina48