“Il nostro presepe”, scuola primaria di Cavola

Riceviamo e pubblichiamo dalla classe 5a della scuola primaria di Cavola

-

Il nostro presepe

In questo anno un po’ strano abbiamo affrontato diverse sfide. Il Covid ci ha costretto a rinunciare a tante cose, ad esempio la recita e i canti di Natale, ma ci è stato affidato un compito molto importante: costruire il presepe della nostra scuola. Noi di quinta, cioè i “grandi”, ci siamo occupati della progettazione e realizzazione del paesaggio mentre le altre classi hanno costruito le statuine. Ognuno di noi, quasi ogni giorno, portava qualcosa che aveva costruito a casa: case di ogni tipo, capanne, grotte, stalle, pozzi, fiumi, cascate, bancarelle, animali, chiesa, castelli, mulini, alberi ecc. Abbiamo utilizzato diversi materiali di recupero: cartone, legno, sassi, cotone, pasta di sale, paglia. Le nostre famiglie, fra cui i nonni pazienti e premurosi, ci hanno dato una mano ed è stato bellissimo collaborare con loro.

Per noi è stato fantastico arrivare a scuola con grandi scatoloni a sorpresa, in cui avevamo riposto le nostre creazioni: tutti erano curiosi di sapere quale sarebbe stato il nuovo oggetto. Ci siamo sentiti felici e soddisfatti nel vedere giorno per giorno il “nostro” presepe prendere forma. Il momento più bello, però, è stato quando finalmente lo abbiamo allestito in una stanza della biblioteca del paese e abbiamo potuto osservare il risultato di tanta fatica. E’ stata un’esperienza unica che ci ha permesso di lavorare con le mani, di esprimere la nostra creatività e fantasia.

Siamo fieri del nostro lavoro, ora è veramente completo grazie al contributo di tutte le classi.

Classe 5a

 

In questo momento particolare, i bambini hanno colmato l’impossibilità delle abituali recite o canti o drammatizzazioni con la realizzazione di un presepe, che li ha visti tutti impegnati in prima persona (e con la propria famiglia). Il progetto ha preso forma e sviluppo da loro stessi, dalla classe alle case, in quanto ognuno di loro proponeva e realizzava qualcosa di unico con materiali propri e con ciò che aveva a disposizione. Da diverse settimane era tangibile e visibile il desiderio di venire a scuola per poter mostrare e raccontare il lavoro eseguito, nei minimi particolari. Hanno capito l’importanza del dialogo, del lavoro di gruppo "a distanza", al fine di realizzare un progetto (il presepe) coerente e completo. Vedere i bambini entusiasti e coinvolti in un compito così importante ha permesso a tutti noi di vivere con gioia e serenità questo Natale diverso.

I docenti scuola pr. Cavola

Agenzia Redacon ©
E' vietata la riproduzione totale o parziale e la distribuzione con qualsiasi mezzo delle notizie di REDACON, salvo espliciti e specifici accordi in materia e con citazione della fonte. Violazioni saranno perseguite ai sensi della legge sul diritto d’autore.

Lascia un Commento

Se sei registrato puoi accedere con il tuo utente e la tua password. Se vuoi registrarti al sito clicca qui.

Altrimenti lascia un commento utilizzando il form sottostante.

Privacy Policy

Powered by WordPress | Officina48