Il reggiano Gianluca Iori coordinatore Lega per l’Appennino

Gianluca Iori, referente Lega per l'Appennino reggiano

La Lega nomina i referenti locali. Per Reggio Emilia, Roberto Salati

"La Lega Salvini Premier si struttura sul territorio per radicarsi ulteriormente e portare ovunque, nella nostra provincia, la nostra agenda politica e per ascoltare cittadini". Lo annuncia Matteo Melato, referente provinciale della Lega, presentando i volti e i nomi di quelli che saranno gli esponenti del Carroccio alla guida dei singoli territori.

"Abbiamo davanti un periodo molto complicato dal punto di vista sociale - aggiunge Melato - e la Lega si dimostrerà come sempre pronta ad ascoltare, soprattutto, chi è stato duramente colpito da questa crisi e non trova interlocutori nelle amministrazioni locali molto spesso sorde al grido di aiuto che viene dal basso".

I referenti saranno: Roberto Salati (sezione di Reggio Emilia), Gianluca Iori per la sezione Appennino Reggiano (Carpineti, Casina, Castelnovo ne' Monti, Vetto, Villa Minozzo, Toano, Ventasso), Chiara Ferrari per la sezione Secchia Reggiano (Rubiera, Castellarano, Casalgrande), Gianluca Ganassi per la sezione Tresinaro (Scandiano, Viano, Baiso), Katia Manzini per la sezione Colline Matildiche (Albinea, Quattro Castella, Vezzano), Riccardo Rovesti per sezione Pianura Reggiana (Correggio, Rio Saliceto, Rolo, San Martino in Rio, Campagnola, Fabbrico), Gianpaolo Andreoli per la sezione Bassa Reggiana Ovest (Luzzara, Reggiolo, Guastalla, Gualtieri), Luca Dall'Aglio per la sezione Bassa Reggiana Est/Terre di Mezzo (Poviglio, Novellara, Bagnolo in Piano, Brescello, Boretto, Cadelbosco di Sopra, Castelnovo Sotto), Antonio Castagneti per la sezione Val d'Enza Sud (Montecchio, Bibbiano, Canossa, San Polo d'Enza), Paolo Delsante per la sezione Val d'Enza Nord (Cavriago, Campegine, Gattatico, Sant'Ilario d'Enza).

"I nostri referenti locali, con militanti e sostenitori, saranno baluardo di libertà e di speranza e avranno il compito di costruire e offrire proposte sulla base delle segnalazioni che arriveranno dai cittadini - aggiunge Melato. Lavoro già messo in campo ottimamente da tutti i nostri eletti nei consigli comunali, regionali e Parlamento. Una fase di ascolto che il nostro partito ha sempre dimostrato di saper fare con persone competenti e che conoscono il territorio". Per Melato, "nonostante un anno molto complicato per l'attività politica, la Lega Salvini Premier sul territorio reggiano, ha visto aumentare i propri tesserati nel 2020, segno di una politica credibile e di proposte concrete utili per la nostra cittadinanza".

Agenzia Redacon ©
E' vietata la riproduzione totale o parziale e la distribuzione con qualsiasi mezzo delle notizie di REDACON, salvo espliciti e specifici accordi in materia e con citazione della fonte. Violazioni saranno perseguite ai sensi della legge sul diritto d’autore.

4 Commenti

  1. Ci auguriamo che i referenti dei rispettivi territori siano persone di quel territorio; se vogliamo che siano persone che conoscono le problematiche locali e portarle avanti con serietà e impegno, in quanto sono le loro problematiche.

    Davide

    Rispondi
  2. Benvenuto a Gianluca Iori, nuovo referente Lega Salvini Premier, per il nostro Appennino. Iori è stato consigliere comunale a Cadelbosco e militante Lega per molti anni. Sono certo che svolgerà al meglio la sua opera di organizzatore e coordinatore, per le iniziative politiche della Lega qui in montagna. Con l’occasione rivolgo un apprezzamento all’impegno e al tempo speso, all’amico Enrico Ferretti, già responsabile Lega sul nostro territorio.
    Importanti sfide ci attendono. La Lega risponde: Presente!
    In bocca al lupo a tutti i referenti. Un saluto,
    Alessandro Raniero Davoli
    Consigliere comunale, capogruppo Lega, Fd’I, FI e UDC, Castelnovo Monti
    Consigliere gruppo Lega-Fratelli d’Italia, Unione Montana dei comuni dell’Appennino reggiano

    Alessandro Raniero Davoli

    Rispondi
  3. Ci auguriamo di vederlo in montagna, che non è solo Castelnovo, e magari in tempi non sospetti.

    Emanuela

    Rispondi
  4. Vedremo se farà da tutti i politici della montagna che hanno sempre sostenuto tutto ciò che portava vantaggi a Castelnovo e si sono sempre opposti a tutte le opere che avrebbero potuto ridurre il business di Castelnovo; questo ha fatto si che nei Comuni del crinale siamo rimasti alle opere ante e post guerra o quasi

    Sergio

    Rispondi

Lascia un Commento

Se sei registrato puoi accedere con il tuo utente e la tua password. Se vuoi registrarti al sito clicca qui.

Altrimenti lascia un commento utilizzando il form sottostante.

Privacy Policy

Powered by WordPress | Officina48