“Il richiamo” – poesia di Dante Bortolotti

Il richiamo
Ho spalancato gli occhi...nella notte,
le cinque la campana stà suonando,
sotto di me il paese...addormentato.
non so chi sei...ma tu...mi stai cercando.
I grilli...una civetta...un cane rauco,
si scambiano messaggi o...una canzone,
una sottile pioggia stà scendendo,
il cuore è caldo della tua emozione.
Ti sento...forse, perchè stai morendo,
e mi racconti un pò della tua vita,
o..sei appena nato e...stai piangendo,
per la simbiosi...anche per te...finita.
Le mie montagne tagliano il chiarore
di un alba che...preannuncia un giorno grigio,
rispondo al tuo richiamo con amore,
spero tu senta che...anch'io...t,ho sentito.
Nei tempi andati della giovinezza,
pensavo sempre...è lei che stà chiamando,
una donna...una musa...la bellezza...
Non ha più volto chi...mi stà evocando,
Non ha importanza...a chi...stò rispondendo.
Da" Il Battito D'ali veloci della Profezia" 2010
L'immagine può contenere: albero, cielo, spazio all'aperto, testo e natura
Tu, Miriam Guidetti e altri 165
Commenti: 112
Condivisioni: 30
Mi piace

Commenta
Condividi
Agenzia Redacon ©
E' vietata la riproduzione totale o parziale e la distribuzione con qualsiasi mezzo delle notizie di REDACON, salvo espliciti e specifici accordi in materia e con citazione della fonte. Violazioni saranno perseguite ai sensi della legge sul diritto d’autore.

Lascia un Commento

Se sei registrato puoi accedere con il tuo utente e la tua password. Se vuoi registrarti al sito clicca qui.

Altrimenti lascia un commento utilizzando il form sottostante.

Privacy Policy

Powered by WordPress | Officina48