Cyberbullying: Jesy Nelson’s fight against online abuse. Speakeasy a cura di Mariavittoria Albertini

Continua la collaborazione tra il liceo linguistico “ Cattaneo-Dall’Aglio” e Redacon tramite la rubrica “Speakeasy” curata direttamente dagli studenti dell'anno 2020-2021.

****

Mariavittoria Albertini

Jesy Nelson is a member of Little Mix, an English girl group, who won X Factor UK in 2011. Composed of three other members, Perrie Edwards, Jade Thirlwall and Leigh-Anne Pinnock, the group has published six albums since its victory and has been spreading awareness on important topics with its songs.

On the 14th December 2020, Jesy Nelson declared that she was gonna leave Little Mix to focus on her mental health.

In fact, her participation in the singing contest in 2011 caused ceaseless criticism of Jesy’s appearance and weight, bringing her to the point where she described the day of their victory as the worst day in her life. On the first live show of the X Factor, Little Mix performed Nicki Minaj’s Super Bass and that night they gathered to watch the performance on YouTube. Nearly every comment was about the way Jesy looked: “She’s a fat ugly rat”, “How has she got in this girl group?”, “How is the fat one in this?”. No one really cared if her performance was good or if she sounded great, everyone seemed to be focused on her looks. The first message she read on Facebook the night of their victory was from a stranger and said: “You are the ugliest thing I have ever seen in my life. You do not deserve to be in this girlband, you deserve to die.”

Little mix at the Brit Awards in 2019. From the left Leigh-Anne Pinnock, Jesy Nelson, Perrie Edwards and Jade Thirlwall.

Little Mix went on to become the biggest British girl group, but Jesy was constantly facing trolling and abuse on social media. She became “obsessed” with reading judgements about her. “I had a routine of waking up, going on Twitter, searching for the worst things I could about myself [...] Everyone told me to ignore it, but it was like an addiction.” “All I cared about was what people were saying about me.” she stated.

All the body shaming and the criticism she was receiving caused Jesy to be diagnosed with depression, eating disorder and ended up in her attempted suicide after reading a message on Twitter. The turning point came in February 2014 when she finally deleted her Twitter account. Since then, she’s been having therapy and she’s managed to stop searching for horrible messages about her on social media. Surrounded by friends and family, she’s slowly overcoming this struggle and is now feeling better: “Now I’m mentally a lot happier, I just think people are always going to have an opinion. But I only care about mine.”

Jesy Nelson on stage

Jesy filmed a documentary, called “Odd One Out” released in 2019, where she opens up publicly about her fight for the first time. The BBC documentary explores what happened to her since X Factor, the seriousness of cyberbullying and its consequences.

Cyberbullying, body shaming, online abuse are really crucial problems of our society, which are not always taken seriously or properly punished and are highly underestimated, because most of the time their consequences are ignored. Mental health is just as important as physical health and should be treated with the same dedication.

(Mariavittoria Albertini, classe 5ªQ)

 

*****

 

Poster ufficiale di “Odd One Out”

Jesy Nelson è un membro delle Little Mix, un gruppo inglese che ha vinto X Factor UK nel 2011. Composto da altri tre membri, Perrie Edwards, Jade Thirlwall e Leigh-Anne Pinnock, il gruppo ha pubblicato sei album dalla sua vittoria e ha diffuso consapevolezza su tematiche importanti con le loro canzoni.

Il 14 dicembre 2020, Jesy Nelson ha dichiarato che avrebbe lasciato le Little Mix per concentrarsi sulla sua salute mentale.

Infatti, la sua partecipazione al concorso di canto nel 2011 scatenò incessanti critiche sull’aspetto ed il peso di Jesy, portandola al punto da definire il giorno della loro vittoria come il più brutto della sua vita. Nel primo live show di X Factor le Little Mix hanno eseguito Super Bass di Nicki Minaj e quella sera si raggrupparono per vedere lo spettacolo su YouTube. Quasi ogni commento era su come Jesy sembrava: “è un ratto grasso e brutto”, “Come è riuscita ad entrare in questo gruppo?” “Come fa quella grassona ad essere qui?”: A nessuno importava se la sua performance era buona o se la sua voce suonava fantastica, tutti sembravano concentrati sul suo aspetto. Il primo messaggio che lesse su Facebook la sera della loro vittoria era di uno sconosciuto e diceva: “Sei la cosa più brutta che ho visto nella mia vita. Non meriti di essere in questa girlband, meriti di morire.”

Jesy Nelson nel 2020

Le Little Mix divennero in seguito il più grande gruppo femminile inglese, ma Jesy stava costantemente affrontando il trolling e gli abusi online. Era diventata “ossessionata” dal leggere i giudizi su di lei. “Avevo la routine di svegliarmi, andare su Twitter e cercare le cose peggiori che potevo trovare su me stessa [...] Tutti mi dicevano di ignorarle, ma era come una dipendenza.” “Tutto ciò che mi importava era quello che le persone dicevano di me.” ha affermato.

Tutto il body shaming e le critiche che ha ricevuto hanno fatto sì che cominciasse a soffrire di depressione, disturbo alimentare e hanno finito col portarla al tentato suicidio, dopo aver letto un messaggio su Twitter. La svolta è arrivata nel 2014, quando finalmente ha eliminato il suo account di  Twitter. Da allora, sta andando in terapia ed è riuscita a smettere di cercare messaggi orribili su di lei sui social media. Circondata da amici e famiglia, sta pian piano superando questa difficoltà e ora si sente meglio: “Ora sono mentalmente più felice, penso solo che le persone avranno sempre un’opinione, ma mi importa solo della mia.”

Jesy ha filmato un documentario, chiamato “Odd One Out” (“Pesce fuor d’acqua”) e uscito nel 2019, dove, per la prima volta, si apre raccontando pubblicamente della sua lotta. Il documentario della BBC esplora cosa le è successo da X Factor, la serietà del cyberbullismo e le sue conseguenze.

Il cyberbullismo, il body shaming e gli abusi online sono dei problemi veramente cruciali della nostra società, che non sono sempre presi sul serio o propriamente puniti e sono altamente sottovalutati, perché la maggior parte del tempo le loro conseguenze sono ignorate. La salute mentale è  importante tanto quanto quella fisica e dovrebbe essere trattata con la stessa dedizione.

(Mariavittoria Albertini, classe 5ªQ)

Le altre lezioni di inglese

Agenzia Redacon ©
E' vietata la riproduzione totale o parziale e la distribuzione con qualsiasi mezzo delle notizie di REDACON, salvo espliciti e specifici accordi in materia e con citazione della fonte. Violazioni saranno perseguite ai sensi della legge sul diritto d’autore.

Lascia un Commento

Se sei registrato puoi accedere con il tuo utente e la tua password. Se vuoi registrarti al sito clicca qui.

Altrimenti lascia un commento utilizzando il form sottostante.

Privacy Policy

Powered by WordPress | Officina48