Can’t women play video games? Let’s face it! Le donne non possono giocare ai videogiochi? Scopriamolo! Speakeasy a cura di Cecilia Bari e Maria Vittoria Di Stefano

Continua la collaborazione tra il liceo linguistico "Cattaneo-Dall'Aglio" e Redacon tramite la rubrica "Speakeasy" curata direttamente dagli studenti dell'anno 2020-2021.

****

Cecilia Bari e Maria Vittoria Di Stefano

Video games represent one of the most popular forms of media entertainment around the world. They are thought to be things for couch potatoes, but in reality they have a lot of benefits in real life; for example they develop skills in reading, math, technology and problem-solving. Unfortunately there are a lot of stereotypes in the video games world, for example it’s thought that only men can play them, whereas women can’t. Actually, in 2020, it was calculated that women accounted for nearly 41% of all gamers in the United States; so women are a big part of the gaming community.

There’s also the long-held stereotype that men are simply better gamers than women. If a woman wins a game she’s immediately described as a hacker and people say things like: “It’s impossible for a woman to win a game, she must have cheated!” or “There’s no way a girl can be that good!”. Although more and more women have become gamers, gaming communities and culture are still hostile towards them. Men think they are simply superior in this kind of activity, but they don’t know that a lot of women use nicknames, so it’s certainly true that even if you think that the player who has defeated you with “his” incredible skills is a man, in reality it was a woman. Moreover, even scientists say that genders don’t have any kind of influences on video games abilities, so it’s time to dispel this myth!

Women can play video games.(le donne possono giocare ai videogiochi).

A lot of researches have shown that many video games are full of stereotypes about women and their contents may cultivate sexism. For example it’s often possible to see the foolish woman who gets in trouble and the brave man who saves her, especially in the past.Fortunately nowadays a lot of video games creators have understood the extreme sexism of that and produce games with powerful and pragmatic women as main characters.The aim of these people is to use social media and create video games that can destroy the sexist attitude towards women, to show that there are no differences between the genders.Although these discriminations are very deep in our society, step by step the equality of the sexes in video games is supported by more and more people.

Not only are women believed to be bad at videogames, but they’re also seen as toys. The majority of the men who play online and meet a female, immediately try to get to know her, and not because they’re friendly, but because they think they will manage to get into a relationship, and not a healthy one; unfortunately, they don’t want to cure their loneliness by having someone to talk with, they want more, and go as far as lying about their real age to get what they’re looking for. There are plenty of YouTube videos where adults try to flirt with underage girls, implying they want to get into something sexual with them, or directly saying it to their faces, asking questions that would make everyone uncomfortable, often in the voice chat. Thankfully, not every single male is like that; many simply want to focus on the game, and if they find a girl with whom they can easily interact and play with, all the better! However, “many” doesn’t mean “everybody”.

Video games are for everybody. (i videogiochi sono per tutti).

Minors are more fragile than older individuals, and can easily be found on popular sources like Fortnite, that’s why they get targeted more often: hunting grounds aren’t hard to find. Nothing about it has changed throughout the years, and the problem got worse as the Internet progressed, and grew bigger. Video games aren’t the issues; people are. There is no way to stop this disgusting phenomenon, nor to make the situation better; the web is a cruel place, and if someone decides to play with strangers online, every risk must be taken into account and prevented. If there is something wrong, the player should leave the server, block the account of whoever is harassing them and avoid getting manipulated with compliments and advances, because they’re the most powerful weapons predators own.

In conclusion, women can play video games, and some of them might be able to do it better than males. No gender is superior to others; we’re all human beings, therefore we have the same rights as everyone else, and what we are doesn’t define whether we can be good at something or not. Prejudices and stereotypes trick us into believing that there are people who can’t be talented as us, and females have always been considered as inferior. That automatically led dirty-minded players to think that they could satisfy their sick fantasies, and they keep doing it; despite thinking women aren’t as good when it comes to playing video games, there are still benefits in finding a gamer girl. Society isn’t as it should be, and several people live the worst experiences online, but it doesn’t matter who judges you, or how many times they tell you that you can’t do what you like; follow your dreams, and do what you enjoy. If you’re a woman or a man, it doesn’t matter; don’t let anyone use you, or make you feel bad about yourself. You’re free to have fun; video games weren’t created for a sex only, but for everyone.

(Cecilia Bari e Maria Vittoria Di Stefano, classe 4ªQ)

 

****

 

Le donne non possono giocare ai videogiochi? Scopriamolo!

I videogiochi rappresentano una delle più popolari forme di mass media di intrattenimento in tutto il mondo. Sono considerati passatempi per sfaticati, ma in realtà hanno molti benefici nella vita reale; per esempio aiutano a sviluppare abilità nella lettura, matematica, tecnologia e a risolvere problemi. Sfortunatamente ci sono molti stereotipi nel mondo videoludico, per esempio si pensa che solo gli uomini possano giocarci, mentre le donne no. In realtà, nel 2020, è stato calcolato che le donne costituiscono il 41% dei giocatori negli Stati Uniti; quindi le donne formano una grande parte della comunità dei videogiochi.

C'è anche lo stereotipo di lunga data che gli uomini siano semplicemente dei giocatori migliori delle donne. Se una donna vince ad un gioco è subito descritta come un hacker e le persone dicono frasi come: "È impossibile che una donna possa vincere ad un videogioco, deve aver barato!" oppure "È impossibile che una ragazza possa essere così brava!". Sebbene sempre più donne siano diventate delle videogiocatrici, la comunità e la cultura dei videogiochi restano sempre ostili verso di esse. Gli uomini pensano di essere superiori in questo genere di attività, ma non sanno che molte donne usano dei soprannomi, quindi è sicuro che se credi che il giocatore che ti ha sconfitto con le sue incredibili capacità sia un uomo, è in realtà una donna. Inoltre, anche gli scienziati dicono che il genere non abbia nessuna influenza sulle abilità nei videogiochi, quindi è ora di sfatare questo mito!

Molte ricerche hanno mostrato che parecchi videogiochi siano pieni di stereotipi sulle donne e i loro contenuti potrebbero provocare sessismo. Per esempio è spesso possibile vedere la sciocca donna che finisce nei guai e il coraggioso uomo che la salva, specialmente nel passato. Fortunatamente al giorno d'oggi molti creatori di videogiochi hanno compreso l'estremo sessismo di ciò e producono giochi con potenti e pragmatiche donne come protagoniste. Lo scopo di queste persone è usare i social e creare videogiochi che possano distruggere l'atteggiamento sessista verso le donne, per mostrare che non ci sono differenze tra i generi. Sebbene queste discriminazioni siano molto profonde nella nostra società, passo dopo passo l'uguaglianza tra i sessi nei videogiochi è supportata da sempre più persone.

Non solo si ritiene che le donne siano pessime ai videogiochi; sono anche viste come giocattoli. La maggior parte degli uomini che svolgono partite online e incontrano una femmina, cercano immediatamente di conoscerla, e non perché sono amichevoli, ma perché pensano che riusciranno ad instaurare una relazione, e non una sana; sfortunatamente, non vogliono curare la loro solitudine trovando qualcuno con cui parlare, vogliono di più, ed arrivano a mentire sulla loro età reale per ottenere ciò che stanno cercando. Ci sono molti video su YouTube dove gli adulti cercano di flirtare con ragazze minorenni, implicando che vogliono qualcosa di sessuale da loro, o dicendolo direttamente, facendo domande che metterebbero tutti a disagio, spesso nella chat vocale. Per fortuna, non tutti i maschi sono così; molti vogliono semplicemente concentrarsi sul gioco, e se trovano una ragazza con cui possono facilmente interagire e giocare, tanto meglio! Tuttavia, "molti" non significa "tutti".

I minori sono più fragili degli individui più anziani e possono essere facilmente contattati su fonti popolari come "Fortnite", ecco perché vengono presi di mira più spesso; i terreni di caccia non sono difficili da trovare. Nel corso degli anni non è cambiato nulla, e il problema è peggiorato man mano che Internet progrediva e cresceva. I videogiochi non sono i problemi; la gente lo è. Non c'è modo di fermare questo fenomeno disgustoso, né di migliorare la situazione; il web è un luogo crudele, e se qualcuno decide di giocare con estranei online, ogni rischio deve essere preso in considerazione e prevenuto. Se c'è qualcosa che non va, il giocatore dovrebbe lasciare il server, bloccare l'account di chiunque li stia molestando ed evitare di essere manipolato con complimenti e advances, perché sono le armi più potenti dei predatori.

In conclusione, le donne possono giocare ai videogiochi, ed alcune di loro potrebbero essere in grado di farlo meglio dei maschi. Nessun genere è superiore agli altri; siamo tutti esseri umani, quindi abbiamo gli stessi diritti, e ciò che siamo non definisce se siamo bravi in qualcosa o meno. Pregiudizi e stereotipi ci portano a credere che ci siano persone che non possono avere talento come noi, e le femmine sono sempre state considerate inferiori. Ciò ha portato automaticamente i giocatori con una mente contorta a pensare di poter soddisfare le loro fantasie malate, e continua a farlo; nonostante pensino che le donne non siano così capaci quando si tratta di giocare ai videogiochi, ci sono comunque dei vantaggi nel trovare una ragazza gamer. La società non è come dovrebbe essere, e diverse persone vivono le peggiori esperienze online, ma non importa chi ti giudica, o quante volte ti dicono che non puoi fare quello che ti piace; segui i tuoi sogni e fai ciò che ami. Se sei una donna o un uomo, non importa; non lasciare che nessuno ti usi, o ti faccia sentire male con te stesso. Sei libero di divertirti; i videogiochi non sono stati creati solo per un solo sesso, ma per tutti.

www.bbc.com

www.radford.edu

(Cecilia Bari e Maria Vittoria Di Stefano, classe 4ªQ)

Le altre lezioni di inglese

Agenzia Redacon ©
E' vietata la riproduzione totale o parziale e la distribuzione con qualsiasi mezzo delle notizie di REDACON, salvo espliciti e specifici accordi in materia e con citazione della fonte. Violazioni saranno perseguite ai sensi della legge sul diritto d’autore.

Lascia un Commento

Se sei registrato puoi accedere con il tuo utente e la tua password. Se vuoi registrarti al sito clicca qui.

Altrimenti lascia un commento utilizzando il form sottostante.

Privacy Policy

Powered by WordPress | Officina48