Via libera al Johnson & Johnson, Ema: “I benefici superano i rischi”

Il via libera dall'Agenzia europea del farmaco (Ema) al vaccino Janssen della casa farmaceutica Johnson & Johnson. L'Ema riconosce "possibili" legami di causa-effetto tra questo vaccino e gli eventi "molto rari" di trombosi cerebrale che si sono verificati negli Usa. Si precisa però che "i benefici superano i rischi", si legge in una nota dell'Agenzia Ue.

Da domani le prime 184mila dosi daranno un accelerata alla campagna vaccinale, ma saranno somministrate solo a persone di età superiore ai 60 anni. Nonostante gli eventi di trombosi siano molto rari, 8 casi su 7 milioni di iniezioni Johnson & Johnson, tutti "si sono verificati in persone di età inferiore a 60 anni entro tre settimane dalla vaccinazione, la maggioranza donne".

Da qui la decisione dell'Aifa (Agenzia italiana del farmaco) di utilizzarlo solo per le persone over 60, così come per AstraZeneca. Così facendo, però, la maggior parte delle dosi destinate all'Italia sarebbero consigliate solo al di sopra di una certa soglia d'età, rischiando di incappare in un forte rallentamento della campagna vaccinale una volta immunizzate queste categorie di persone. L'Ema sottolinea quindi come questi rari casi di trombosi non vietino comunque di somministrare il vaccino anche a persone al di sotto dei 60 anni, poiché il rischio di contrarre il Covid e il numero dei morti giornalieri è molto maggiore.

Agenzia Redacon ©
E' vietata la riproduzione totale o parziale e la distribuzione con qualsiasi mezzo delle notizie di REDACON, salvo espliciti e specifici accordi in materia e con citazione della fonte. Violazioni saranno perseguite ai sensi della legge sul diritto d’autore.

Lascia un Commento

Se sei registrato puoi accedere con il tuo utente e la tua password. Se vuoi registrarti al sito clicca qui.

Altrimenti lascia un commento utilizzando il form sottostante.

Privacy Policy

Powered by WordPress | Officina48