Vaccini, al via le prenotazioni dei cittadini dai 65 ai 69 anni. Anche per i non residenti

Da oggi, lunedì 26 aprile, in tutta l'Emilia-Romagna iniziano le prenotazioni per il vaccino dei cittadini dai 65 ai 69 anni (i nati dal 1952 al 1956). Oltre 250mila le persone in regioni che rientrano in quella fascia d'età. L'assessore Donini: "Più dosi riceviamo più emiliano-romagnoli vacciniamo, pronti a sfruttare al massimo le potenzialità del nostro sistema vaccinale"

Sarà possibile prendere appuntamento attraverso i consueti canali, dai punti Cup alle farmacie, online tramite il Fascicolo sanitario elettronico, oppure telefonando. A chi si prenota saranno comunicati subito data, luogo e ora della somministrazione in uno dei centri vaccinali del proprio territorio.

Prosegue così l’impegno della Regione per la vaccinazione della popolazione in base all’anzianità, come richiesto dal piano della struttura commissariale nazionale. Le somministrazioni sono circa 280mila nella fascia di età 70-79, mentre siamo a quota 500mila per gli ultra 80enni (circa il 40%).

In Emilia-Romagna, inoltre, non servirà più essere residenti o avere il medico di famiglia sul territorio regionale: per potersi vaccinare sarà sufficiente il domicilio o avere una presenza continuativa. Lo prevede un'ordinanza della Struttura Commissariale nazionale. Per le chiamate verrà naturalmente rispettato l'ordine delle priorità vaccinali in ordine di età, come stabilito a livello nazionale

Una modalità veloce e pratica che consente ai non residenti di prenotare la vaccinazione anti Covid in Emilia-Romagna. È la piattaforma online, messa a punto dalla Regione, per tutti quei cittadini che, seppur non residenti, intendono farsi vaccinare sul nostro territorio.

In base all’ordinanza della Struttura Commissariale nazionale, tutti coloro che sono domiciliati nel territorio regionale “per motivi di lavoro, di assistenza familiare o per qualunque altro giustificato e comprovato motivo che imponga una presenza continuativa” possono accedere qui alla vaccinazione. Un’opportunità, questa, che proprio in seguito alla sollecitazione della Regione Emilia-Romagna era già stata prevista per il personale della scuola, università, forze dell’ordine e forze armate.

Come funziona

Chi vuole vaccinarsi in Emilia-Romagna dovrà dunque collegarsi al link  e compilare i campi indicati per proporre la propria candidatura. Sarà cura dell’Azienda sanitaria comunicare la notifica della data per l’appuntamento presso uno dei punti vaccinali dell’Azienda Usl che si è selezionata.

Fino a pochi giorni fa, l’unica possibilità per i non residenti in Emilia-Romagna di essere vaccinati qui era scegliere l’assistenza del Servizio sanitario regionale, indicando quindi un medico di famiglia temporaneo sul territorio (strada peraltro ancora percorribile), e rinunciando al proprio medico nel comune di residenza (cui si aveva diritto di accedere nuovamente una volta tornati alla propria residenza).

 

Agenzia Redacon ©
E' vietata la riproduzione totale o parziale e la distribuzione con qualsiasi mezzo delle notizie di REDACON, salvo espliciti e specifici accordi in materia e con citazione della fonte. Violazioni saranno perseguite ai sensi della legge sul diritto d’autore.

Lascia un Commento

Se sei registrato puoi accedere con il tuo utente e la tua password. Se vuoi registrarti al sito clicca qui.

Altrimenti lascia un commento utilizzando il form sottostante.

Privacy Policy

Powered by WordPress | Officina48