Il via alle indagini per l’uccisione di un lupo di specie protetta

Lo scorso marzo in un fosso nei pressi di via Cavicchioni a Casina è stata ritrovata la carcassa di un lupo, a intervenire sono stati i Carabinieri per la Tutela Forestale della Stazione di San Polo D’Enza in seguito alla segnalazione e chiamata di un cittadino.

I militari dell’Arma, appurato trattarsi di un lupo, specie particolarmente protetta, hanno potuto verificare e confermare, grazie all’esame autoptico, che la ferita profonda che l’animale presentava sul costato era stata causata da un colpo d’arma da fuoco.

Secondo la ricostruzione degli eventi dei Carabinieri Forestali, il lupo sarebbe stato ucciso giorni prima in un posto diverso e poi trasportato nel luogo del ritrovamento con lo scopo di occultarne la carcassa.

Sono così in corso le indagini da parte dei Carabinieri per la Tutela Forestale.

Agenzia Redacon ©
E' vietata la riproduzione totale o parziale e la distribuzione con qualsiasi mezzo delle notizie di REDACON, salvo espliciti e specifici accordi in materia e con citazione della fonte. Violazioni saranno perseguite ai sensi della legge sul diritto d’autore.

Lascia un Commento

Se sei registrato puoi accedere con il tuo utente e la tua password. Se vuoi registrarti al sito clicca qui.

Altrimenti lascia un commento utilizzando il form sottostante.

Privacy Policy

Powered by WordPress | Officina48