Lo Sport Village di Casina cerca nuovo gestore dopo il fallimento

La data del 15 maggio, giorno della riapertura delle piscine, si avvicina e lo Sport Village rischia di perdere un'intera stagione estiva se non trova al più presto un nuovo gestore. Il grande complesso per l'attività fisica e il divertimento di via Simonini è composto da due piscine (una delle quali per bambini), un campo da calcetto, uno da basket, due campi da tennis, spogliatoi, il bar, il ristorante e un grande parco. Le chiavi sono state riconsegnate al comune ieri, dopo che la ditta Tecton, messa in liquidazione alla fine del 2019, è fallita.

Lo Sport Village era infatti gestito dalla società omonima composta al 95% da Tecton, e al 5% da un'altra società che faceva capo all'imprenditore casinese Ercole Spaggiari, che si occupava del settore ristorazione. Alla fine di una stagione estiva 2020, che ha dato buoni risultati, i problemi nella gestione sono iniziati proprio quando Tecton è andata in crisi.

L'amministrazione ora cerca un nuovo gestore che rimetta in sesto la struttura in vista delle riaperture dopo lo stop imposto dalla pandemia. "Questa mattina - spiegava ieri il sindaco Stefano Costi - abbiamo effettuato il primo sopralluogo per verificare lo stato delle strutture e degli impianti. Fortunatamente pompe, filtri e gli altri impianti funzionano alla perfezione. Le strutture risentono, invece, dell'usura del tempo, ma sono in buone condizioni".

Ora rimangono due strade possibili: la pubblicazione di un bando per la gestione, ovviamente senza alcun onere a carico di chi manifesterà interesse; oppure tentare la strada, anche questa consentita, dell'affidamento diretto. Spiega il sindaco: "Gli uffici tecnici hanno già iniziato a preparare il bando per la gestione degli impianti, ma con l'obbligo di rispettare i tempi burocratici rischia di arrivare in porto a stagione estiva già iniziata. Certamente l'affidamento diretto è la strada più snella".

Quale che sia la strada intrapresa, l'intenzione del Comune è di riuscire a riaprire nei mesi caldi lo Sport Village, garantendo il massimo supporto a nuovi gestori, "perché per noi - conclude il sindaco Costi - si tratta di una struttura molto importante, con una forte valenza turistica e di promozione del territorio". Qualcuno interessato pare si sia già fatto avanti, si vedrà presto che futuro avrà lo Sport Village.

Agenzia Redacon ©
E' vietata la riproduzione totale o parziale e la distribuzione con qualsiasi mezzo delle notizie di REDACON, salvo espliciti e specifici accordi in materia e con citazione della fonte. Violazioni saranno perseguite ai sensi della legge sul diritto d’autore.

3 Commenti

  1. Chi è causa del suo mal pianga se stesso.

    I primi gestori ci tenevano molto e avevano valorizzato il posto con feste, eventi ecc.
    Sono stati poco considerati e “ abbandonati “ sia da chi gestiva la piscina e poi dalle precedenti amministrazioni comunali che promettevano cose mai realizzate.
    Peccato. Un vero peccato!

    Rispondi
  2. Il titolo mi sembra si presti a interpretazioni diverse dalla realtà. A fallire è stata la Tecton non lo Sport Village o l’attuale gestore, pardon il gestore “fino a ieri”
    Non dimentichiamo che lo Sport Village è stato una bella opportunità di benessere per i Casinesi e i montanari e una delle maggiori attrazioni turistiche di Casina. Fino al 2020?
    (Una di Casina)

    Rispondi

Lascia un Commento

Se sei registrato puoi accedere con il tuo utente e la tua password. Se vuoi registrarti al sito clicca qui.

Altrimenti lascia un commento utilizzando il form sottostante.

Privacy Policy

Powered by WordPress | Officina48