Casina, “Il giardino di Jara”: l’associazione Effetto Notte ricorda Jara Bizzarri

L' Associazione Culturale Effetto Notte ricorda Jara Bizzarri, con un'iniziativa che ha coinvolto la comunità di Casina.
Nel pianoro sopra il chiosco, nel cuore della pineta, da quest'anno c'è un piccolo spazio di meditazione, suggestivo e appartato, in cui soffermarsi a leggere e stare in compagnia di sé: "il giardino di Jara!
Un piccolo luogo laicamente sacro, creato per ricordare la compagna del socio fondatore, consigliere e collaboratore dell' associazione, Emanuele Ferrari, e la mamma di Ester, mancata lo scorso anno dopo un breve e doloroso calvario.
In questo spazio è stata  realizzata un'elegante panchina (a forma di J), con una struttura in acciaio lavorato e piegato a mano e con il piano in castagno (un raffinato lavoro artigianale compiuto da Serena Pelliciari, con il marito Davide Rabotti). E presto, nel giardino verrà collocata anche una cassetta di libri in legno (frutto dell' ingegno e dedizione dei coniugi Rabotti, ndr).
Il momento migliore per visitare il giardino di Jara è il tramonto, quando i raggi bassi del sole, non del tutto schermati dagli esili e lunghi tronchi dei pini, illuminano di un colore di fuoco la panchina, gli arbusti e gli alberi circostanti.

In questa occasione, l’associazione culturale ha coinvolto non solo la famiglia, ma molte figure della comunità,  che sono state  determinanti per la buona riuscita dell’opera. In tanti, infatti, hanno contribuito alla creazione ideale e materiale di quest’angolo di verde, profondendo tempo ed energie per una accurata progettazione e realizzazione, fatte di idee, suggerimenti, materiali, manodopera e contributi economici.

Il disegno della vegetazione è stato creato da Monica Fantini, che ha selezionato anche gli arbusti (tutte piante perenni). Erman Giudici, giardiniere di professione, nonché amico d'infanzia di Jara, ha messo a dimora tutte le piante. Il vivaio Idea Verde di Felina ha contribuito mettendo a disposizione una parte degli esemplari interrati. Sono state scelte due piante maestose, come l’Albero dei tulipani (Liriodendro) e il Liquidambar; una specie di piccole dimensioni, quale il Cornus kousa; alcuni arbusti, in particolare la Spirea, l’Ortensia arbustiva, la Daphne odora, l’Elleboro e alcuni esemplari di Viburno, oltre alle erbacee perenni: l’Erica, la Bergenia, la Digitalis e l’Hosta.

 

 

Agenzia Redacon ©
E' vietata la riproduzione totale o parziale e la distribuzione con qualsiasi mezzo delle notizie di REDACON, salvo espliciti e specifici accordi in materia e con citazione della fonte. Violazioni saranno perseguite ai sensi della legge sul diritto d’autore.

Un Commento

  1. Bellissima iniziativa. complimenti a tutti coloro che l hanno ideata e resa possibile..quando passerò da casina mi fermerò sicuramente nel giardino di Jara..mi sembrerà di essere lì con lei, sedute insieme sulla “sua “panchina.

    Rispondi

Lascia un Commento

Se sei registrato puoi accedere con il tuo utente e la tua password. Se vuoi registrarti al sito clicca qui.

Altrimenti lascia un commento utilizzando il form sottostante.

Privacy Policy

Powered by WordPress | Officina48