La neo ordinazione presbiteriale per il carpinetano don Marcello Mantellini annunciata da monsignor Guiscardo Mercati nel bollettino parrocchiale settimanale

     UNITÀ PASTORALE DI CARPINETI (335/8257036)

 San Prospero, San Biagio, San Donnino, San Pietro,

Onfiano, Pantano, Pianzano, Poiago e Pontone

Vita parrocchiale dal 16 al 23 maggio 2021

 

DOMENICA 

16 maggio

SOLENNITA’ DELL’ASCENSIONE.     S. Messe: Carpineti ore 8.30 (pro populo)     ore 11.15

(def. Valcavi Enos)  ore 18.00 (libera intenzione)    Pontone ore 10.00         Pantano ore 10.00

LUNEDI’

17 maggio

L’Ascensione di Gesù segna l’inizio della missione della Chiesa, che non sarà mai sola, ma sempre accompagnata dal suo Signore.

Lo Spirito Santo che ci ha donato   ci sostiene nel cammino verso l’incontro finale con lui.

S. Messa: ore 18.00 (libera intenzione)

MARTEDI’

18 maggio

S. Messa: ore 18.00 (def. Ovi Angelo e Bianca)
MERCOLEDI’

19 maggio

S. Messa: ore 10.30 (def. Gasperini Franco)
GIOVEDI

20 maggio

S. Messa: ore 18.00 (def. Mercati Ghirardini  Lucia.)  
VENERDI’

21 maggio

S. Messa: ore 18.00 (def. Campani Lucio e Norina)
SABATO

22 maggio

S. Messe festive: ore 15.00 per i bambini e i ragazzi del catechismo

ore 18.00 a S. Donnino

DOMENICA

23 maggio

PENTECOSTE. S. Messe: Carpineti ore 8.30 (def. Brandi Marino e Marisa) ore 11.15 (pro populo) ore 18.00 (def. Dallari Aldemiro e Maria Pia)    Pontone ore 10.00.     Pantano ore 10.00

 

Meditazione domenicale. Il mandato del Risorto. La liturgia della parola di questa domenica mette l’accento sul carattere missionario che trapela nell’evento dell’Ascesa del Signore Risorto al cielo. Nella prima lettura, i discepoli che fissano il cielo, in realtà sono chiamati a diventare testimoni del Risorto. Il dono dello Spirito, promesso da Gesù, li guiderà “fino ai confini della terra”. Similmente l’apostolo Paolo nella seconda lettura, interpreta l’ascesa al cielo come un compimento della storia di Colui che è disceso per essere “pienezza di tutte le cose”. La storia di Gesù, quindi, è per questo origine dei diversi carismi e ministeri, al servizio di tutta la comunità cristiana e suscitati dall’unico “Dio e Padre di tutti”, con l’obiettivo di custodire l’unità e la pace della Chiesa. Questo stesso carattere missionario, infine, si evidenzia anche nel brano del Vangelo. Nella c.d. seconda finale del Vangelo di Marco, Gesù prima di ascendere al cielo invia i propri discepoli a proclamare il suo Vangelo, affinché sia per tutti fonte di salvezza.

La gioia di un battesimo. Sabato 15 maggio alle ore 16,30 i coniugi Caselli Mattia e Filippi Cedonio Sara hanno portato al fonte battesimale il loro primogenito Giovanni. Cari genitori, nella Bibbia la nascita di un figlio viene sempre narrata come un dono e una benedizione di Dio. Ogni volta che si celebra il Battesimo di un bimbo è festa per tutta la Chiesa, non solo per i genitori e i parenti. Il Battesimo è il segno dell’ amore di Dio Padre nei confronti del bimbo ed è al tempo stesso la sua chiamata a vivere da discepolo di Cristo e da vero figlio di Dio. Mattia e Sara il vostro “tesoro” non è ancora in grado di esprimere la sua fede. Egli viene battezzato per la fede che professate voi, i padrini e tutta la Comunità, che partecipa alla vostra gioia. Mattia ti ho preparato ai sacramenti della Confessione, della Comunione e della Cresima, ho partecipato al tuo Matrimonio con Sara, vi ho preparati al Battesimo del vostro bimbo, sono contento di avervi in parrocchia come famiglia e di essere stato il ministro della grazia battesimale per Giovanni; vi assicuro il mio affetto e la preghiera perché possiate crescere nell’amore. Avete scelto per la vostra creatura il nome biblico di Giovanni, che deriva dall’ebraico e significa “dono di Dio”. Certamente, lo avete desiderato e Dio ve lo ha donato, a voi il compito di aiutarlo a crescere perché possa essere per voi e per quanti incontrerà sul suo cammino un dono prezioso. Congratulazioni ai genitori e benvenuto a Giovanni.

Auguri ai novelli sposi. Sabato 22 maggio alle ore 11.00 nella nostra chiesa Maria Ausiliatrice, Roffi Matteo e Baldelli Noemi si uniranno davanti a Dio col sacramento del Matrimonio. Sono trascorsi esattamente due anni dall’ultimo matrimonio celebrato in parrocchia, sono felice di benedire con don Villiam la loro unione. Conosco Noemi dai giorni della scuola materna, l’ho vista crescere fisicamente e spiritualmente, impegnata, esuberante, creativa e volitiva, chierichetta intraprendente e fedele, capace di trasmettere entusiasmo e istruire i più piccoli al servizio dell’altare. Disponibile al prezioso Carisma di catechista, eletta nel Consiglio di Unità Pastorale, ha portato idee e contributi. Matteo che è di Colombaia, lo conosco da quando ha ricevuto il sacramento della Cresima e da quando si è fidanzato con la Memi, come amichevolmente la chiamiamo, anche lui impegnato e motivato nel cammino di fede, sensibile e disponibile. Per ognuno di noi, Dio ha un progetto e sono certo che il loro è quello di essere famiglia cristiana. Diventare coniugi vuol dire mettere insieme i diversi doni per formare un solo corpo, amarsi vuol dire spendersi e donarsi vicendevolmente. Carissimi Matteo e Noemi vi siete preparati bene e sono certo che il vostro è un amore sincero, siete una bella coppia. Le vostre famiglie sono un esempio per voi e vi accompagnano con amore. Mi rende felice sapere che resterete in parrocchia, la nostra comunità si arricchisce di una giovane famiglia e questo è un dono prezioso. I vostri due nomi sono biblici e significano “uomo di Dio e dolcezza e gioia” continuate ad esserlo per voi e per tutti. La Madonna presente alle nozze di Cana con Gesù, benedica il vostro gioioso sì d’amore. Felicitazioni!

 

Ordinazione sacerdotale. Sabato 22 maggio alle ore 18.00 in Cattedrale a Reggio Emilia il Vescovo Massimo, ordinerà Presbiteri tre diaconi della nostra Diocesi, tra essi il nostro Don Marcello Mantellini. Sottolineo nostro, anche se nativo di Crispiano (TA), perché da 11 anni è parrocchiano dell’Unità Pastorale di Carpineti. Insegna religione nelle scuole statali e per nove anni ha vissuto nel seminario di Marola, dove ha maturato la sua vocazione. Ha concluso brillantemente gli studi teologici conseguendo la licenza in Sacra Liturgia e sta preparando il dottorato. Valido organista e cantore, in questi anni lo abbiamo conosciuto e stimato e ora partecipiamo alla sua gioia. Ha svolto servizio pastorale nelle parrocchie di Bagnolo in Piano e Montecchio, dove rimane come vicario cooperatore. Celebrerà il 30 maggio la Santa Messa nell’Abazia di Marola e in data da destinarsi verrà anche a Carpineti. Ho conosciuto Marcello casualmente, invitandolo a un pellegrinaggio a Lourdes e di lì è nata una grande amicizia e, come lui afferma, un cammino spirituale che ha contribuito alla sua scelta vocazionale. Di questo ne rendo grazie al Signore Gesù, sommo ed eterno Sacerdote. In questi giorni pregheremo per lui, perché il suo sì sia gioioso, fedele e per sempre (“Tu es sacerdos in ae ternum”).

Offerte ricevute: Anonimo per la Caritas. Guidetti Eros per la parrocchia. Zanni Lucia per la pulizia chiesa. Ferrari Nice per l’asilo. In memoria di Mercati Italina, le colleghe della nipote Sara per la chiesa di San Donnino. A tutti grazie!

Agenzia Redacon ©
E' vietata la riproduzione totale o parziale e la distribuzione con qualsiasi mezzo delle notizie di REDACON, salvo espliciti e specifici accordi in materia e con citazione della fonte. Violazioni saranno perseguite ai sensi della legge sul diritto d’autore.

Lascia un Commento

Se sei registrato puoi accedere con il tuo utente e la tua password. Se vuoi registrarti al sito clicca qui.

Altrimenti lascia un commento utilizzando il form sottostante.

Privacy Policy

Powered by WordPress | Officina48