Palaghiaccio, risponde il Comune: “Un problema della vecchia amministrazione. Stiamo ora reperendo i fondi necessari”

"Che i lavori al Palaghiaccio di Cerreto Laghi fossero lunghi, complessi e di grossa entità, lo dimostra il fatto che dal 2017 a oggi abbiamo dovuto reperire oltre un milione di euro, grazie a bandi nazionali e regionali con una quota messa dal Comune per la riqualificazione interna della struttura, e ne occorreranno altri 800 mila se vorremo ristrutturare l’esterno". Le parole dell'amministrazione comunale di Ventasso in risposta all'interrogazione dei consiglieri di minoranza Bargiacchi, Galeazzi, Torri e Cagnoli.

La storia del lento degrado del Palaghiaccio di Cerreto, per il quale il Parco nazionale provvederà a finanziare il nuovo impianto di refrigerazione con 700mila euro, parte da lontano: dal 2011. Da quando, cioè, l’allora sindaco di Collagna Paolo Bargiacchi iniziò a stanziare cifre per la manutenzione di una struttura che già da allora – secondo una relazione tecnica agli atti dell'amministrazione - aveva problemi di infiltrazioni, muffe, muri scrostati.

Nell’arco di un mandato, per tamponare le falle del Palaghiaccio, l’allora giunta di Collagna mise sul tavolo circa 200mila euro di lavori di manutenzione. "Troppo pochi, evidentemente, se nel 2017, dopo solo un anno dall’insediamento dell'amministrazione di Ventasso, ci si è trovati a dover affrontare la questione agibilità - continua l'amministrazione-. Abbiamo documentazioni fotografiche di come, a seguito di ogni temporale il Palaghiaccio si riempisse di almeno 20 centimetri d'acqua. Abbiamo dovuto prendere a decisione di chiuderlo per avviare uno studio articolato su come ristrutturalo in via definitiva. E da quel momento è iniziata anche la ricerca dei fondi necessari all’intervento: tanti e non ancora sufficienti".

I lavori di riqualificazione fin qui svolti all’interno della struttura hanno riguardato la copertura, le travature, gli impianti idraulici ed elettrici e presto partiranno i lavori per la nuova pista alla quale va sostituito l’impianto. "Questo perché il gas utilizzato come refrigerante per la pista del ghiaccio era ancora il freon - spiega il Comune - gas tra quelli più nocivi per l’ambiente e il cui uso è stata proibito ormai da tempo".

"E' quindi singolare che l'ex sindaco di Collagna, Paolo Bargiacchi, accusi l'amministrazione di Ventasso di ritardi e di «interventi maldestri». Proprio lui che nei 5 anni di amministrazione a Collagna non è stato in grado ne di reperire le necessarie risorse economiche né di risolvere (o almeno iniziare a farlo) i problemi strutturali dell'edificio. I lavori stanno proseguendo normalmente e la nostra intenzione e di concluderli alla fine di quest’anno per poi riaprire il Palaghiaccio al pubblico. Se verranno trovati nuovi fondi per il restyling dell’esterno, l’intervento verrà fatto a struttura utilizzabile", conclude l'amministrazione.

Agenzia Redacon ©
E' vietata la riproduzione totale o parziale e la distribuzione con qualsiasi mezzo delle notizie di REDACON, salvo espliciti e specifici accordi in materia e con citazione della fonte. Violazioni saranno perseguite ai sensi della legge sul diritto d’autore.

12 Commenti

  1. Struttura fatiscente e che anche negli anni d’oro era sempre in rosso causa costi elevatissimi di manutenzione e gestione. Vale la pena investire cosi’ tanti soldi pubblici in una struttura del genere invece d’investirli in altre attivita’ ?

    Rispondi
  2. Qualcuno degli amministratori preposti sa dire quanto sia costato a Pantalone il palaghiaccio dalla sua costruzione (con relativo dissesto finanziario dell’allora comune di Collagna) fino agli interventi tutt’ora in corso?

    Rispondi
  3. Con mio grande rammarico mi trovo a ad affrontare oggi un ricorrente problema che ormai da anni affligge la nostra comunità.
    Come abitante e residente del comune di Ventasso ex Collagna, trovo profondo malessere nel leggere note che ritengo fatiscenti e approssimative e che riportano a un puro opinionismo di interesse, non di certo di interesse dei cittadini.
    Voglio rispondere ai commenti, in quanto mi sento parte lesa.
    Non voglio essere partecipe del degrado e dello scempio che ho visto negli ultimi anni a riguardo della manutenzione del centro polifunzionale Palaghiaccio di Cerreto Laghi dove a suo tempo portò la comunità del comune di Collagna a conclamare quest’opera di grande prestigio dopo varie esperienze promosse dall’allora sindaco in carica per visualizzare le possibilità che aveva questa struttura e portando i cittadini presso altre strutture dove il Palaghiaccio era già esistente.
    Non appena costruito peraltro con le difficoltà del caso,
    Innalzò una realtà economica come quella di Cerreto Laghi ad avere a disposizione una struttura polifunzionale che all’epoca aveva una frequenza di oltre 70000 ingressi all’anno.
    Nel corso degli anni Sono state eseguite manifestazioni di vario genere non solo riguardanti il ghiaccio Ma anche incontri di boxe manifestazioni come Premiazioni del campionato mondiale di raccolta del fungo porcino eccetera eccetera eccetera.
    Chiaramente la gestione della struttura medesima ha avuto luce fin quando la capacità gestionale e imprenditoriale degli aggiudicandi è stata in grado di gestire con il giusto peso una struttura che vorrei ricordare negli ultimi anni ha portato migliaia di persone di nazionalità europea e internazionale a venire in ritiro E in allenamento presso la struttura medesima.
    Ci troviamo ora ormai da molto tempo ad avere invece che un polo attrattivo un cumulo di macerie fatiscenti come è ben visibile a tutti anche perché si può entrare all’interno essendo la stessa incustodita e alla merce di chiunque.
    Gli ultimi ripristini effettuati peraltro con ritmi tartarugheschi hanno avuto il finale di massacrare nel vero senso della parola l’impianto stesso che ormai, ripeto si trova chiuso da troppo tempo.
    Sono stati stanziati e finanziati soldi molti soldi spesi malissimo per altro è tutto ciò ha reso inagibile ulteriormente e In definitiva stato di abbandono la struttura stessa. Rileggendo i commenti vari dove si cita:
    il pozzo senza fondo, la Cattedrale nel deserto oppure i soliti aggettivi creati dai soliti ignoti per le solite indegne finalità non fanno altro che portare malumore all’ utente e al cittadino e non è giusto.
    Sarebbe bello e sarebbe onesto che invece di portare via in questi giorni alcuni detriti all’esterno, fossero riusciti a pulire e bonificare questa che comunque è un area molto importante ora adibita a macerie anche pericolose e taglienti e a deposito di tralicci smontati e quant’altro.
    Ricordo inoltre che durante la gestione del piccolissimo comune di Collagna con l’allora sindaco Paolo Bargiacchi, abbiamo avuto con i pochi soldi che c’erano a disposizione nel comune stesso una fiorente attività che ha portato avanti lo stadio stesso il decoro più assoluto ed equilibrato possibile.
    Per quello che possibile avere come dati disponibili, Abbiamo assistito invece ora ad un intervento di costruzione riguardante una tettoia per oltre €100. 000 di importo che neanche il periodo di un’estate è durato.
    Mi chiedo quindi è giusto che un’amministrazione comunale non si interroghi su quanto male ha speso i soldi in un così strano cantiere dove arrivando al primo giugno 2021 è veramente indecente vedere il risultato attuale come tutte le opere importanti Certamente trova Chi è Concorde E chi è in disaccordo ma sicuramente è una grande struttura per l’Appennino Reggiano e soprattutto ora che siamo in una fase di rilancio economico importante abbiamo bisogno non di polemiche ma Di fatti. Sarebbe importante un cambio forte di gestione capace e consapevole che porti il comune di Ventasso nel giusto ruolo economico e di prestigio
    Che ha sempre avuto e solo ultimamente sta scemando.
    Inviato quindi i vari polemici individui a ridare dignità al loro paese.

    Rispondi
    • “Per quello che possibile avere come dati disponibili, Abbiamo assistito invece ora ad un intervento di costruzione riguardante una tettoia per oltre €100. 000 di importo che neanche il periodo di un’estate è durato” Ma di cosa stiamo parlando ?! Ps qualcuno ha fatto una stima esatta del costo per la rimessa a norma e in funzione della struttura ?

      Rispondi
      • Signor residente del comune di ventasso, sicuramente il precedente sindaco del comune di collagna ha portato avanti la gestione ma ha visto o si è fatto dire in che situazione e degrado versava il palaghiaccio? pochi impianti a norma per non parlare dei problemi strutturali della struttura (comprovati da varie relazioni tecniche). A mio parere è meglio chiuderlo temporaneamente se ci sono dei grossi problemi che utilizzarlo e rischiare che succeda qualcosa, la cui responsabilità non è mai di nessuno….
        Oltre che tenerlo aperto forse era meglio che fosse stata fatta la manutenzione minima necessaria di cui l’impianto aveva bisogno (forse nel 2016 e 2017 non sarebbe stato nelle condizioni che era).
        Sono da li iniziati grossi lavori di ristrutturazione mai fatti precedentemente che hanno riguardato oltre parte della copertura anche tutti gli impianti all’interno della struttura che avevano gravi problemi.. se adesso ci sono delle macerie all’esterno è sinonimo (credo) di lavori in corso all’interno di un cantiere, quale è il palaghiaccio…
        se volete sapere nello specifico quello che si sta facendo forse (anzichè insinuare falsità sui social) sarebbe meglio chiederlo direttamente all’amministrazione….un’amministrazione che vista dal Cerreto Laghi ha fatto tanto più di chi c’era prima per risollevare il centro turistico del comune (parcheggi, bagni, riqualificazione urbanistica del paese, nuova seggiovia e interventi sul palaghiaccio, rimessa in funzione della pista da fondo, promozione turistica con gli operatori)…. quindi non credo che su di la rimpiangeranno molto chi nei 4 anni prima a fatto molto poco per loro (o quasi niente direi)….

        Rispondi
  4. Pantalone resta in attesa di risposta.

    Rispondi
  5. Caro pantalone voglio esserle d’aiuto rispondendole.
    Le spese sono importanti Ma se vengono fatte con intelligenza anche un debito può essere un debito buono.
    La Parsimonia che lei vuole mostrare non è ecqua,
    si rende conto che se avessimo ho dovuto bloccare tutte le opere pubbliche finora realizzate probabilmente non ci sarebbero neanche le gallerie della statale 63 o il ponte di Calatrava?
    Tutto ciò che è in Infrastrutture E DI utilità pubblica è molto importante se fatto col giusto sapere.
    Quindi signor pantalone chieda semmai l’utilità e il costo dei tralicci posizionati dinanzi al palaghiaccio stesso da lei così criticato e chieda alla pubblica amministrazione il perché ha comprato e autorizza l’installazione di ciò che i precedenti proprietari hanno smantellato perché troppo vecchio chieda questo e ci faccio sapere a tutti così magari facciamo altri due conti.
    Ringrazio

    Rispondi
  6. Pantalone resta in fiduciosa attesa di risposta sui costi complessivamente sostenuti per il palaghiaccio.

    Rispondi
  7. Rispondo da osservatore su ciò che l’attuale amministrazione ha fatto.
    Parcheggi già esistenti e solo delimitati da piante rinsecchite perché senza impianto d’irrigazione.
    Nuova seggiovia non direi dato che ad ora non esiste e l’idea è riattivare una vecchia e dismessa seggiovia cioè quella di Vallefonda, con un impianto scaduto venti anni fa.
    Gli interventi sul palaghiaccio sono in evidente stato di difficoltosa precarietà, per altro oggetto di chiarimento da parte del gruppo di minoranza del comune di Ventasso.
    La riqualificazione urbanistica e la promozione turistica dov’è dato che nemmeno le luci natalizie sono state rimesse ed il paese riversa in Stato di inegligente abbandono.
    Ma chi volete prendere in giro?

    Rispondi
  8. A proposito ma che razza di piante sono quelle poste sulla strada negli sparti traffico vicino al Palaghiaccio?

    Io li ricordo rinseccoliti, facevano quasi pena…ma non si potevano piantare degli Abeti che rappresentano benissimo la montagna?

    Aiutatemi a capire la scelta fatta….

    Grazie

    Miriano Monnanni

    Rispondi

Lascia un Commento

Se sei registrato puoi accedere con il tuo utente e la tua password. Se vuoi registrarti al sito clicca qui.

Altrimenti lascia un commento utilizzando il form sottostante.

Privacy Policy

Powered by WordPress | Officina48