“Nei Tempi Del Fieno” (poesia di Dante Bertolotti)

Racconta...di un amore...una estate,
non ricordo chi sia o...non voglio pensare,
l'esame era appena finito
e lo volle seguire...qualche giorno in montagna.
Una piccola stanza...legno e mura di calce
era solo un'amica e...la madre osservava,
le disse " non avrà molto tempo
sono i giorni del fieno, lui sarà sempre stanco!"
I rumori dell'alba sulle assi di legno
il profumo del latte, l'abbaiare di un cane,
nel suo sonno notturno
un urlare di sensi.
Lei!...lo aveva baciato! sussurrandogli appena
quanto giovane era...quanto giovane era!
stessa età e mondi opposti
una quasi signora e un ragazzo che sogna!
La radura tra i boschi...carbonaia di un tempo
viole e primule gialle, lo svogliato ruscello,
foglie fresche di faggio nascondevano il cielo
una giovane donna che cercava un amore.
Desiderio e paura...quel godere impacciato
Lei sorride dicendo " Non l'ho mai più provato!"
se poteva restare?...no...neanche pensato
io dovevo studiate...un capriccio d'estate?
Le avrei chiesto il perché di quel vecchio ricordo
me lo aveva descritto come appena vissuto,
mi sembrava il rimpianto di un bel sogno perduto,
ma a che serve un commento?...ho sorriso e taciuto!.
Da " La Cultura dell'Alba" inedita--rivista e corretta-Diritti Riservati.
Agenzia Redacon ©
E' vietata la riproduzione totale o parziale e la distribuzione con qualsiasi mezzo delle notizie di REDACON, salvo espliciti e specifici accordi in materia e con citazione della fonte. Violazioni saranno perseguite ai sensi della legge sul diritto d’autore.

Un Commento

  1. Dolce e bellissima.Complimenti,Cesare

    Rispondi

Lascia un Commento

Se sei registrato puoi accedere con il tuo utente e la tua password. Se vuoi registrarti al sito clicca qui.

Altrimenti lascia un commento utilizzando il form sottostante.

Privacy Policy

Powered by WordPress | Officina48