Castelnovo, dal 18 giugno tre letture dantesche al Teatro Bismantova

Prende il via il 18 giugno, venerdì prossimo, un ciclo di tre letture dantesche per celebrare i 700 anni dalla morte del Sommo Poeta. I tre appuntamenti rientrano nell’edizione 2021 del "Nonfestival L’Uomo che cammina", e si terranno al Teatro Bismantova. Nascono dalla collaborazione tra le realtà culturali, il Parco e i comuni della montagna reggiana. In particolare la “Lanterna di Diogene” collaborerà con il Comune di Castelnovo ne’ Monti e l’Istituto Peri-Merulo aprendo un calendario che vedrà altri appuntamenti legati alle celebrazioni dantesche.

La prima lettura sarà il 18 giugno, alle ore 21: l’attrice castelnovese Francesca Bianchi leggerà il canto XVII del Paradiso, con accompagnamento musicale di Patrizia Filippi al flauto. Il 25 giugno, allo stesso orario, sarà Marina Coli a leggere il canto XXVI dell’Inferno, con accompagnamento di Chiara Castagnini al pianoforte. Il 9 luglio, sempre alle 21, Emanuele Ferrari leggerà il canto IV del Purgatorio, quello in cui è citata la Pietra di Bismantova. L’accompagnamento musicale sarà di Maddalena Boni al flauto e Francesco Boni alla chitarra. Tutte le serate saranno introdotte e commentate da Thomas Predieri, che afferma: “Il nostro cammino cerca di tornare sui passi del Sommo Poeta, cercando di capirne la profondità poetica e umana. Le letture sono scelte in base a forti legami con la vita di Dante. Il XVII canto del Paradiso è quello della profezia di Cacciaguida, ma anche dell’elogio a Cangrande della Scala, signore di Verona a cui venne dedicata la cantica.

Il XXVI canto dell’Inferno è noto a tutti come il canto di Ulisse, e di una delle terzine più conosciute di tutta l’opera:

Considerate la vostra semenza:
fatti non foste a viver come bruti,
ma ‘ perseguir virtute e canoscenza

Il nostro “montare” sulla Pietra si concluderà con il canto IV del Purgatorio, che conosciamo come quello in cui viene citata Bismantova. Il nostro viaggio letterario dunque partirà dal girovagare dell’Alighieri nelle corti d’Italia, passando poi all’avventura di Ulisse e al suo sprofondare sotto il mare e si concluderà ai piedi della Pietra mirando una vetta talmente alta da essere nascosta dalle nubi”.

Aggiunge l’Assessore alla Cultura di Castelnovo, Emanuele Ferrari: “Ci piace cominciare con la voce del poeta. In teatro. Dove tutto risuona. Ci sarà la musica. Con maestri e allievi del Merulo. Ci saranno attrici con un legame speciale col nostro territorio. Ci sarà la cura e l'introduzione di un giovane studioso di talento a unite come un filo questi tre viaggi dall'altra parte della vita. Per comprendere meglio cosa ci facciamo qui. In questo mondo. In questo momento. Dove prende vita e inizia il percorso de L'uomo che cammina”.

Le tre serate saranno a ingresso gratuito: è consigliata la prenotazione su www.codazero.it

Per informazioni, www.teatrobismantova.it, Ufficio IAT Castelnovo Monti tel. 0522 810430, Biblioteca Crovi tel. 0522 610204

Agenzia Redacon ©
E' vietata la riproduzione totale o parziale e la distribuzione con qualsiasi mezzo delle notizie di REDACON, salvo espliciti e specifici accordi in materia e con citazione della fonte. Violazioni saranno perseguite ai sensi della legge sul diritto d’autore.

Lascia un Commento

Se sei registrato puoi accedere con il tuo utente e la tua password. Se vuoi registrarti al sito clicca qui.

Altrimenti lascia un commento utilizzando il form sottostante.

Privacy Policy

Powered by WordPress | Officina48