Cai: escursione da Succiso a Rigoso lungo il sentiero dei ducati

Per i ben allenati  la sezione reggiana del Cai propone, il 3 luglio, un’ escursione che percorre l’ultima tappa emiliana del sentiero dei ducati, da Succiso a Rigoso, nell’alta Valle dell’Enza.

Il sentiero dei ducati è il percorso che in 11 tappe collega i poco più 150 m di quota di Quattro Castella agli oltre 1200 m del Passo del Lagastrello per poi scendere di nuovo, attraverso la Lunigiana, fino alla città di Sarzana, sfiorando Luni, l’antico porto romano prossimo alla costa tirrenica, curato dal Cai Reggio Emilia con il Cai Fivizzano e Sarzana, e prevede anche due percorsi cicloescursionistici, per mtb e gravel.

Si tratta di un percorso di 6 ore circa e di difficoltà escursionistiche, con un dislivello di 800 m in salita e 515 in discesa che conduce il viandante nell’ambiente tipico dell’alto Appennino, nei pressi del valico del Lagastrello (1198 m), punto di incrocio tra le Province di Reggio, Parma e Massa Carrara, posto tra la cima del Monte Acuto (1785 m) e quella del Malpasso (1716 m), attraversando fresche e ombrose faggete inframmezzate da soleggiate radure con scorci su tutta l’alta Val d’Enza.

La partenza è dalla cooperativa di comunità Valle dei Cavalieri a Succiso Nuovo, la prima in Italia, e l’arrivo è alla cooperativa Corte di Rigoso, nel Parmense, di recentissima costituzione. Con impegno e lungimiranza, queste cooperative sono impegnate a sviluppare lavoro ed economia nelle zone più interne dell’Appennino.

Si lascia Succiso Nuovo (980 m) dal punto tappa del SD presso l’agriturismo della Valle dei Cavalieri. Superato il guado sul torrente Liocca, si percorrono bei sentieri tra folte faggete fino a Miscoso (915 m) presso la chiesa. Si attraversa il paese e di fronte al bar ristorante “La Montanara” si ritrova il sentiero e lo si percorre sulla panoramica Costa Magnano fino ai dossi della Costalta (1172 m).

Si prosegue sul sentiero dei Ducati attraverso bellissime faggete fino ad arrivare sulle rive del Lago Paduli al Lagastrello. Arrivati alla diga del Lagastrello (1160 m) la si attraversa su strada asfaltata, fino al lato opposto da dove si prende il sentiero 703C che sale al suggestivo Lago Squincio (1240 m), e proseguendo in leggera discesa nel fitto bosco si raggiunge il paese di Rigoso (1135 m) con la sua cooperativa di comunità .

Si rientrerà a Succiso in pulmino.

 

Agenzia Redacon ©
E' vietata la riproduzione totale o parziale e la distribuzione con qualsiasi mezzo delle notizie di REDACON, salvo espliciti e specifici accordi in materia e con citazione della fonte. Violazioni saranno perseguite ai sensi della legge sul diritto d’autore.

Lascia un Commento

Se sei registrato puoi accedere con il tuo utente e la tua password. Se vuoi registrarti al sito clicca qui.

Altrimenti lascia un commento utilizzando il form sottostante.

Privacy Policy

Powered by WordPress | Officina48