A Febbio imminente l’apertura delle seggiovie

A Febbio entro la metà del mese di luglio ripartiranno le seggiovie 1500 e la 2000. La società Contessa resta alla gestione e con un post su Facebook annuncia che nei prossimi giorni sarà pubblicato il calendario delle imminenti aperture.

Sono infatti terminati gli interventi programmati per garantire la massima sicurezza: la seggiovia 1500 è stata oggetto della revisione da tenere ogni 15 anni, ma anche la 2000 è stata sottoposta a numerosi controlli per dare tutte le garanzie del caso ai tanti utenti che stanno aspettando la riapertura.

Le seggiovie di Febbio da diversi anni sono molto frequentate nel periodo estivo grazie anche all’illuminazione notturna che permette di salire e guardare il tramonto dalla vetta del Cusna, e perché l’arrivo in quota consente di fruire di molti percorsi verso una decina di rifugi, rappresentando uno dei punti di maggior richiamo dell’estate appenninica.

Per quanto riguarda la gestione, c'è stata un riavvicinamento di intenti tra la proprietà della stazione, gli Usi civici di Febbio  e la società La Contessa, che alla fine della scorsa stagione estiva avevano annunciato l’intenzione di disimpegnarsi.

In un post sul profilo InfoFebbio i gestori scrivono: "È stata una partita che è durata mesi, non sono mancate mosse d’attacco e gioco in difesa, come non sono mancati arbitri e avvocati. Ora è corretto giocare a carte scoperte, che ognuno dica la sua, senza troppe congetture, perché siamo arrivati a non avere né vinti né vincitori. Resta Febbio, che ha superato un inverno come non lo si ricordava da anni, metri di neve arrivati a riprendersi il loro spazio e noi ancora una volta, fermi immobili. Cosa abbiamo fatto in questi mesi? Abbiamo cercato di capire, in primis cosa fosse meglio per noi (non lo nascondiamo) e abbiamo cercato con pazienza di rispondere a una domanda di fondo: rinunciare o andare avanti, provando a lasciare per ora tutto alle spalle? A questo proposito non vi abbiamo ancora ringraziato per tutti quei messaggi di affetto in risposta al post di fine agosto, credeteci li abbiamo letti tutti, non ne abbiamo saltato uno! Abbiamo lasciato decantare come si fa con il vino buono, riportando limpidezza e lasciando il torbido indietro. Abbiamo agitato fin troppo, ora in vista dell’estate riportiamo la calma. Si riparte da dove avevamo lasciato. Da parte nostra, ci siamo limitati ad accogliere l’invito “a restare” arrivato dall’amministrazione comunale, che vogliamo ringraziare pubblicamente per la fiducia e l’attenzione dimostrata. Insieme abbiamo avviato un percorso di promozione turistica di tutto il territorio di Villa Minozzo e siamo motivati nel perseguire questa strada".

Agenzia Redacon ©
E' vietata la riproduzione totale o parziale e la distribuzione con qualsiasi mezzo delle notizie di REDACON, salvo espliciti e specifici accordi in materia e con citazione della fonte. Violazioni saranno perseguite ai sensi della legge sul diritto d’autore.

Un Commento

  1. Evviva! In Bocca al Lupo a Febbio.

    Miriano

    Rispondi

Lascia un Commento

Se sei registrato puoi accedere con il tuo utente e la tua password. Se vuoi registrarti al sito clicca qui.

Altrimenti lascia un commento utilizzando il form sottostante.

Privacy Policy

Powered by WordPress | Officina48