“Stella di luglio” (poesia di Alberto Bottazzi)

Stella di luglio

Cosa vuoi dirmi da lassù stella di luglio...

punto luminoso e lontano di luce inarrivabile,

vuoi forse dirmi che solo tu sei alta e bella,

che la vita sulla terra non è pari alla tua bellezza?

O forse il tuo narcisismo ha bisogno di lusinghe,

per brillare sempre più nel firmamento?

Non rubino, non topazio sono i tuoi occhi brillanti,

ma singhiozzi della brava gente di quaggiù.

La tua luce illumina il ricordo dei nostri cari,

rallegra ed intristisce allo stesso momento l'animo umano,

sei il volto e la voce celestiale della loro presenza sulla terra,

desiderio incompiuto di sogni spezzati... sospesi nell'aria.

Stella della prima notte di luglio non ergerti a modello

sulla nostra sofferenza, anche tu con l'alba alle porte

sfiorirai il tuo splendore dietro il sipario dell'Universo,

proprio come noi quaggiù all'ora tormentata del tramonto.

Agenzia Redacon ©
E' vietata la riproduzione totale o parziale e la distribuzione con qualsiasi mezzo delle notizie di REDACON, salvo espliciti e specifici accordi in materia e con citazione della fonte. Violazioni saranno perseguite ai sensi della legge sul diritto d’autore.

Lascia un Commento

Se sei registrato puoi accedere con il tuo utente e la tua password. Se vuoi registrarti al sito clicca qui.

Altrimenti lascia un commento utilizzando il form sottostante.

Privacy Policy

Powered by WordPress | Officina48