Vezzano, approvato il bilancio di previsione 2021-2023: investimento di 100mila euro per abbattere gli aumenti Tari

E’ stato approvato, nel corso dell’ultimo consiglio comunale con un solo voto contrario, l’assestamento di bilancio, obbligatorio per legge.

Il comune di Vezzano ha investito centomila euro per abbattere gli aumenti della Tari (derivati dal calcolo delle nuove tariffe con il metodo  ARERA) attraverso misure straordinarie, attingendo al proprio bilancio, per azzerarne l’impatto dei rincari sui cittadini: riduzione di circa il 30% delle tariffe a beneficio delle attività che abbiano subito periodi di chiusura a causa del Covid (42.500 euro stanziati), la riduzione di circa il 5% di tutte le tariffe sulle utenze domestiche (26.000 euro stanziati) e altre scontistiche previste dal nuovo regolamento Tari (31.500 euro).

Rispetto ai principali investimenti, da finanziare cercando di attingere a contributi straordinari, gli obiettivi prioritari dell’amministrazione (in larga parte già coperti a livello finanziario), per i quali la pandemia ha causato il dilatarsi dei tempi di attuazione, sono il recupero Ex Mulino Boni, il cui primo stralcio dei lavori dovrebbe partire entro il 2022; la riqualificazione e messa in sicurezza della viabilità, dell’illuminazione e dei luoghi delle piazze di Vezzano, con approvazione del progetto definitivo e assegnazione lavori entro fine 2021 e fine lavori nel 2022; la sistemazione e la messa in sicurezza dei marciapiedi di La Vecchia (2022/2023) e l’efficientamento energetico della rete di illuminazione pubblica, un investimento avviato che si sta realizzando per stralci del valore di 100mila euro.

Rispetto a tali obiettivi macro l’amministrazione ha già reperito le risorse per le scontistiche sulla Tari (100mila euro), la sistemazione di via Monchio (95mila euro), il rimboschimento della Pinetina (102.500 euro) e l’acquisto di giochi per bambini e arredo urbano (oltre 20mila euro).

Nel contempo il bilancio consuntivo 2020 è stato chiuso con un avanzo libero di 160mila euro. Di questi 70mila si sono resi necessari per la riqualificazione delle piazze Libertà e Vittoria. ei 90mila rimanenti 50mila sono stati conservati per investimenti futuri e 40mila sono stati destinati a più voci, tra cui la sostituzione dei giochi nei parchi, la realizzazione di due rialzi stradali sulla strada provinciale di Sedrio – zona centro abitato, e ulteriori risorse per completare l’iter autorizzativo in materia di antincendio nel locale plesso scolastico del capoluogo, inaugurato “solamente” nel 2017 (10mila euro che si aggiungono ad altri 25.000 stanziati con l’avanzo precedente).

“Diamo seguito al lavoro programmato negli anni precedenti relativamente alla riqualificazione del centro capoluogo per apportare necessarie migliorie, oltre a prevedere sin da subito, l’acquisto di tutti gli arredi necessari. L’aumento del costo delle materie  prime, ha dilatato la spesa, che rimangono però assolutamente sostenibile e non inficerà i futuri obiettivi. – spiega il sindaco Stefano Vescovi - L’avanzo rimane libero infatti nella misura di 50mila euro, ciò nonostante ulteriori 40mila euro di altri investimenti sopra descritti. A questo, nell’assestamento oggetto del Consiglio, diamo l’ufficialità in ingresso di 3 contributi extra bilancio per importo totale vicino ai 300mila euro (sistemazione via Monchio, rimboschimento Pineta ed efficientamento energetico), e destiniamo 100mila euro alle scontistiche Tari”.

 

Agenzia Redacon ©
E' vietata la riproduzione totale o parziale e la distribuzione con qualsiasi mezzo delle notizie di REDACON, salvo espliciti e specifici accordi in materia e con citazione della fonte. Violazioni saranno perseguite ai sensi della legge sul diritto d’autore.

Lascia un Commento

Se sei registrato puoi accedere con il tuo utente e la tua password. Se vuoi registrarti al sito clicca qui.

Altrimenti lascia un commento utilizzando il form sottostante.

Privacy Policy

Powered by WordPress | Officina48